Diritti umani, a Salerno la lectio magistralis del Prof. James Cavallaro

Nel 2018 ha fondato l'University Network for Human Rights

Redazione Irno24 15/07/2021 0

Martedì 20 luglio, alle ore 17:30, nel Salone dei Marmi di Palazzo di Città, si terrà la Lectio Magistralis del Prof. James Cavallaro dal titolo “Qui, OVUNQUE. Come, dove, perché lottare per i diritti umani”. L’evento collocherà la città di Salerno al centro di una significativa azione internazionale, interaccademica e interdisciplinare sul tema dei diritti umani.

Da luglio 2021 a giugno 2022, ogni due mesi, arriveranno in città prestigiosi protagonisti della lotta per i diritti e la giustizia nel mondo che interagiranno con l’Osservatorio Internazionale dei Diritti di recente insediatosi a Salerno, da Amartya Sen a Philip Alston, da Mireille Fanon, Juan Mendez e Samuel Myon, a Martha C. Nussbaum, Vandana Shiva a James Cavallaro.

Il primo ospite della città di Salerno sarà James Cavallaro, professore di diritto e fondatore e direttore della International Human Rights and Conflict Resolution Clinic presso la Mills Legal Clinic della Standford Law School negli Stati Uniti. Nel 2018 Cavallaro assieme ad altri nomi prestigiosi ha fondato l'University Network for Human Rights, un'organizzazione che si impegna nel coinvolgere studenti universitari e laureati e le loro università nel lavoro sui diritti umani negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

Cavallaro è stato commissario (2014-2017) e presidente (2016-2017) della Commissione interamericana per i diritti umani. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Salerno, è organizzata da tre organismi multidisciplinari territoriali e internazionali che si occupano di sostenere lo sviluppo umano e collaborano con il Prof. Cavallaro: Consiglio Europeo Sviluppo Umano, SlideWorld e Iusta Mundi. James Cavallaro sarà accompagnato da Jania Saldanha, professore emerito di diritto costituzionale all'Università federale del Rio Grande do Sul e membro di Giusta Mundi.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 20/08/2021

Controlli sui Green Pass in tutta Italia, NAS contesta 37 irregolarità

La recente introduzione delle disposizioni previste dal D.L. n. 105 del 23 luglio 2021 ha previsto il possesso obbligatorio della certificazione verde Covid-19 (c.d. “Green Pass”) per l’accesso a determinate categorie di attività e servizi.

In tale contesto il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute ha avviato una campagna di controllo a livello nazionale presso servizi di ristorazione, palestre e piscine coperte, centri ricreativi e sale gioco e scommesse, al fine di appurare la corretta applicazione delle procedure di ammissione degli utenti ai servizi erogati.

Ad oggi sono state 37 le sanzioni contestate, delle quali 19 ai gestori di ristoranti, bar, palestre, sale scommesse e sale giochi per non aver accertato in possesso della certificazione verde COVID-19, ammettendo avventori a consumare pietanze e bevande al tavolo all’interno dei locali o consentendone l’accesso senza verifica.

Ulteriori 18 violazioni sono state applicate nei confronti dei clienti e delle utenze per mancato possesso del green pass; 3/4 delle sanzioni rilevate nel corso dei controlli svolti dai Carabinieri NAS sono riconducibili a strutture di somministrazione di alimenti e bevande, quali ristoranti, pizzerie e bar. La restante parte è stata invece individuata in palestre (24%) e presso sale gioco e scommesse (11%). Complessivamente sono state irrogate sanzioni amministrative per 14.800 euro.

Oltre alla verifica della certificazione verde COVID-19, i controlli dei NAS hanno riguardato, nello stesso frangente, anche la corretta applicazione delle restanti misure di contenimento alla diffusione pandemica, contestando 102 violazioni nei confronti di bar, ristoranti, centri ricreativi e turistici per mancato uso delle mascherine, assenza di informazioni agli utenti, mancanza della distanza interpersonale e svolgimento di attività non consentite.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/03/2020

Il Ministro Speranza: "Non abbassare la guardia proprio ora"

"Siamo ancora nel pieno dell’epidemia. Sarebbe un grave errore abbassare la guardia proprio ora". Queste le parole del Ministro della Salute, Roberto Speranza. "Si finirebbe per vanificare quanto fatto fino ad oggi. I sacrifici di queste settimane sono seri.

Gli epidemiologici affermano che si vedono i primi effetti del contenimento. Non siamo però ancora al cambio di fase. Servirà tempo e gradualità", aggiunge il Ministro.

Leggi tutto

Redazione Irno24 28/02/2022

Ucraina sotto assedio, la solidarietà Uil Fpl Salerno: appello a raccolta farmaci

“La notizia dell'invasione armata dell'Ucraina da parte della Russia ha destato in tutti noi una forte angoscia e preoccupazione. E non c’è dubbio da che parte stare. Stiamo con le vittime: l’Ucraina, per prima, perché se un Paese dev’essere annientato, quel Paese è anche la nostra terra, la patria a cui non possiamo rinunciare.

E stiamo con ogni singolo caduto, cittadino o soldato, quale che sia la divisa e la bandiera. Stiamo con ogni uomo e ogni donna ingoiati, o sfregiati, dal Moloch riacceso. E stiamo con chi dice e fa pace, e non si rassegna al macello. Anche noi vogliamo far sentire la nostra voce in questo momento così drammatico, gridando forte che ci sentiamo uniti ai tanti di tutto il mondo che non si arrendono alla logica della guerra. L'invasione ordinata da Putin non è solo una guerra contro l'Ucraina. È un attacco alla libertà. Un attacco alla democrazia. Un attacco alla verità”. Così la Uil Fpl di Salerno esprime un'assoluta condanna per l'uso della forza e per qualsiasi intervento armato.

“La guerra non può e non deve mai essere la strada da intraprendere per risolvere i problemi che riguardano i popoli, anche i più gravi, a discapito del dialogo e della diplomazia, che speriamo possa invece porre fine al più presto a questo conflitto. Esprimiamo solidarietà nei confronti dei nostri concittadini e concittadine di origine ucraina, consapevoli dei momenti di preoccupazione che stanno vivendo per il loro paese e per i loro familiari lontani. Esprimiamo inoltre solidarietà ai tanti cittadini russi che in questi giorni con coraggio sono scesi in piazza per dissentire da questa scellerata decisione del despota Putin”.

Il segretario generale di Salerno, Donato Salvato, e la segretaria Enti Locali, Filomena D’Aniello, lanciano l’appello a consorzi farmaceutici e Azienda sanitaria per l’organizzazione, nelle sedi del territorio, di una raccolta di farmaci da inviare, tramite organizzazioni umanitarie, alla popolazione civile colpita dalla guerra.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...