Inutile e controproducente l'assalto ai supermercati

L'approvvigionamento alimentare sarà garantito regolarmente

Redazione Irno24 10/03/2020 0

Come prevedibile, la psicosi post-decreto "Io resto a casa" ha indotto moltissime persone a riversarsi in massa nei supermercati per fare incetta di scorte alimentari.

Proprio quello che il Governo non avrebbe voluto, nel senso che una delle circostanze da evitare in questo momento è l'assembramento. E' accaduto nelle principali città d'Italia, fra cui Roma e Napoli. Ed è successo pure a Salerno. Chi con mascherina, chi in attesa del proprio turno in fila, ognuno ha cercato di riempire il carrello fino all'inverosimile.

Tanto che il Governo ha ribadito fermamente: "Non c'è ragione di affollarsi e correre ad acquistare generi alimentari, l'approvvigionamento sarà garantito regolarmente e i supermercati resteranno aperti".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 28/07/2021

Salerno, altra manifestazione contro il Green Pass obbligatorio

Dopo la manifestazione di Sabato scorso, questa sera a Salerno, così come in altre città campane, si radunano ristoratori, partite iva, titolari di palestre e cittadini per protestare (pacificamente) contro il green pass obbligatorio.

La manifestazione è in programma in Piazza Portanova dalle ore 20:00. "Non è una lotta vax/no vax - si legge sul manifesto - ma una lotta per la libertà".

Leggi tutto

Redazione Irno24 11/11/2021

Asl Salerno scopre cinquanta Green Pass falsi

Anche nel salernitano sono stati scoperti Green Pass falsi. Cinquanta, per la precisione, ottenuti attraverso l'accesso fraudolento alla piattaforma delle certificazioni.

Lo ha dichiarato il referente dell'Asl Salerno, il dr. Saggese Tozzi, durante l'incontro stampa che abitualmente serve a tracciare il bilancio dei nuovi casi Covid a Salerno e provincia.

In attesa di capire chi e come abbia "bucato" il sistema, l'azienda ha chiesto ai propri funzionari di modificare costantemente le password.

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/09/2021

Controlli Green Pass sui bus di linea, contestate 21 irregolarità

La recente introduzione delle disposizioni previste dal D.L. n. 111 del 6 agosto 2021 ha previsto l’estensione del possesso obbligatorio della certificazione verde Covid-19 (c.d. “Green Pass”) per l’accesso anche ai servizi di trasporto riconducibili ad autolinee a lunga percorrenza.

In tale contesto, il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, di concerto con il Ministero della Salute, ha svolto una intensa e coordinata strategia di controllo a livello nazionale sugli automezzi impiegati per tali finalità, al fine di accertare la corretta fruizione ed accesso degli utenti/passeggeri nonché l’obbligo da parte dei vettori di verificare il possesso del green pass.

A partire dalle prime ore odierne sono stati effettuati controlli a tappetto presso 92 stazioni e aree di partenza/arrivo, sottoponendo alla verifica 371 bus di linea e automezzi di aziende di trasporto dedicati ai collegamenti interregionali e nazionali. Gli accertamenti hanno determinato l’individuazione, tra i circa 8 mila fruitori controllati, di 21 violazioni all’obbligo del green pass, contestate rispettivamente a 8 responsabili e delegati delle aziende di trasporto per la mancata verifica e nei confronti di 13 utenti risultati privi di regolare certificazione verde.

Complessivamente i controlli dei Carabinieri NAS, supportati dai reparti territoriali dell’Arma, hanno determinato l’irrogazione di sanzioni per complessivi 8.400 euro. Nell’occasione, gli interventi dei NAS sono stati estesi anche alla corretta applicazione delle restanti misure di contenimento alla diffusione del Covid, contestando ulteriori 22 violazioni per la mancata attuazione delle operazioni di sanificazione dei mezzi, la mancanza di dispenser e di prodotti disinfettanti per le mani, l’omesso controllo della temperatura dei passeggeri ed il mancato uso delle mascherine.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...