Juve in crisi di risultati, Salernitana a Torino senza alcuna pressione

I granata si riaffacciano allo Stadium diversi mesi dopo il 6-1 rimediato in Coppa Italia

foto da pagina facebook Salernitana

Andrea Montinaro 11/05/2024 0

Domenica 12 maggio, la Salernitana sarà di scena all’Allianz Stadium per la seconda e ultima volta in questa stagione, dopo la fragorosa sconfitta in Coppa Italia del 4 gennaio (6-1). Il campionato dei granata, come noto, è finito due settimane fa a Frosinone con l’aritmetica retrocessione in B, dall’altra parte la Juventus, in crisi di risultati, è in cerca degli ultimi 3 punti necessari per la qualificazione alla Champions League. La Salernitana, che in questa stagione ha dato molte più gioie agli avversari che ai propri tifosi, sembra non avere alcuna possibilità di ribaltare un pronostico scontato.

Colantuono cercherà di recuperare in extremis l’acciaccato Candreva, intanto verrà confermato il solito 3-4-2-1 con pochi dubbi di formazione. In porta, vista l’assenza di Ochoa, ritorna dopo un mese titolare Costil, assente dalla trasferta di Roma contro la Lazio. Pierozzi, Pirola e Fazio completeranno il terzetto difensivo, mentre Basic e Coulibaly presiederanno il centrocampo. Ballotaggio Sambia-Zanoli sulla fascia destra, Bradaric agirà sulla sinistra. Davanti, Ikwuemesi sembra essere favorito su Weissman, alle sue spalle sicuro di un posto da titolare sarà ancora Tchaouna, al fianco di Vignato, che al momento è l’alternativa all’incerto Candreva.

Senza Danilo, Allegri schiererà la miglior Juventus possibile per centrare l’obiettivo Champions; 3-5-2 con Gatti, Bremer e Rugani a sostituire il capitano brasiliano. Cambiaso e Kostic si muoveranno lungo le linee laterali del centrocampo a cinque, con in mezzo il solito Locatelli vertice basso di un reparto completato da Rabiot e uno tra McKennie e Alcaraz. In avanti la coppia Chiesa-Vlahovic rimane favorita, ma scalpitano sia Kean che Milik per scalzarli in extremis. Ritorna a disposizione il talentino Yildiz, pronto a subentrare nella ripresa.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 26/12/2019

Djuric-Kiyine show, è poker al Pordenone

Un Santo Stefano da ricordare per i tifosi della Salernitana, che schianta con un perentorio 4-0 il Pordenone, 2° in classifica. Nel cosiddetto "Boxing day", festa britannica associata soprattutto alla disputa di eventi sportivi, i granata "annullano" sul campo la cospicua differenza di punti coi friulani, offrendo una prestazione di assoluta qualità.

Djuric e Kiyine, o meglio Milan e Sofian, quando sulla maglia il cognome lascia spazio al nome nella giornata dedicata ai bambini ospedalizzati, realizzano due doppiette di pregevole fattura e coronano un lavoro di squadra eccellente. Djuric apre la marcature dopo appena 3 minuti, insaccando di testa un cross perfetto dello scatenato Lombardi, uomo in più della Salernitana attuale. Kiyine, invece, coglie il palo ma si rifarà con gli interessi.

I granata si muovono bene in campo, Dziczek dirige il gioco con precisione e autorevolezza. Fioccano le opportunità da gol ma il risultato non cambia. Il Pordenone sbatte sul palo e sui guanti di Micai ma non punge. Nella ripresa, la Salernitana dilaga. Nelle prime battute, la squadra di Genovese, oggi in panchina al posto dello squalificato Ventura, si "abbassa" troppo e concede campo al Pordenone, poi sale in cattedra nuovamente Djuric, che al 61° sorprende Di Gregorio con una rasoiata dai 20 metri.

Tre minuti dopo, a prendersi la scena è Kiyine, che finalizza un grande contropiede con una botta all'incrocio; il marocchino ha il piede caldissimo e al minuto 89 confeziona una magnifica parabola a giro che termina la sua corsa nuovamente nel "sette" della porta difesa da Di Gregorio. Domenica 29 ultimo impegno dell'anno per i granata, ore 15 sul campo dello Spezia.

LA FOTOGALLERY DEL MATCH

Leggi tutto

Redazione Irno24 04/11/2023

Raspadori ed Elmas portano avanti il Napoli, Salernitana ancora battuta

Nessuna sorpresa allo stadio Arechi nel derby fra Salernitana e Napoli, inserito nel programma dell'undicesima giornata di serie A. La squadra di Rudi Garcia si impone facilmente 0-2, lasciando i granata ancora all'asciutto di successi in questo campionato. Le reti portano la firma di Raspadori al 13° (l'azione però è viziata da un fuorigioco di Oliveira) ed Elmas all'82°.

I partenopei controllano per lunghi tratti la partita, sfruttando la propria superiorità tecnica. Numerose le conclusioni verso la porta avversaria, con Ochoa chiamato spesso all'intervento decisivo. A centrocampo, Lobotka ed Anguissa intercettano gran parte dei passaggi, facilitando le incursioni dei compagni negli spazi. Dal canto suo, la squadra di Inzaghi ci mette volontà e intensità, cercando l'immediata aggressione sul primo possesso palla, ma sul fronte offensivo non si rende mai pericolosa dalle parti di Meret.

Leggi tutto

Redazione Irno24 26/07/2022

La Salernitana ritrova il suo "pistolero", Bonazzoli ufficiale a titolo definitivo

"L’U.S. Salernitana 1919 - si legge sul sito del sodalizio granata - comunica di aver raggiunto l’accordo con l’Unione Calcio Sampdoria per il trasferimento a titolo definitivo dell’attaccante classe ’97 Federico Bonazzoli. Il calciatore si è legato al club granata fino al 2026".

Torna dunque a Salerno uno dei protagonisti assoluti della salvezza conquistata a Maggio, autore di 10 gol decisivi per il raggiungimento dell'obiettivo. Un ingaggio fortemente voluto dal presidente Iervolino, che ha indicato il centravanti di Manerbio quale futuro attaccante della Nazionale.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...