Prelievo in banca a Salerno con documenti falsi, arrestato truffatore seriale

Un 64enne originario del casertano con precedenti a carico

Redazione Irno24 12/06/2020 0

Gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale – Sezione Volanti, nella giornata di ieri, 11 giugno, hanno tratto in arresto un uomo di 64 anni con precedenti, originario della provincia di Caserta, per tentata truffa ai danni di una filiale di un istituto di credito nella zona orientale a Salerno. L’uomo si era presentato allo sportello bancario per effettuare un prelievo di mille euro, attirando i sospetti dell’impiegata addetta in merito ai documenti esibiti per effettuare l’operazione.

Infatti, la provenienza da altro luogo della Campania, riportata sul documento di identità, appariva all’operatrice abbastanza strana per l’importo richiesto e, dopo ulteriori verifiche, sorgevano fondati sospetti che l’uomo stesse esibendo documenti falsi. Pertanto, veniva richiesto l’intervento della volante della Polizia di Stato che si portava prontamente sul posto e sottoponeva a controllo l’uomo.

Dagli accertamenti effettuati, gli agenti appuravano che la carta d’identità e la tessera sanitaria esibite risultavano essere state contraffatte e che l’uomo stesse usando false generalità per completare il raggiro ed ottenere la somma richiesta. Inoltre, ascoltando anche altri addetti della banca in merito all’episodio, emergeva che la stessa persona il giorno prima, 10 giugno, era riuscito con la medesima tecnica a trarre in inganno un altro operatore della stessa filiale, facendosi consegnare la somma di mille euro.

Dal quadro inequivocabile emerso, gli agenti accompagnavano l’uomo negli uffici della Questura per le formalità di rito e successivamente lo traevano in arresto in flagranza per tentata truffa, sostituzione di persona ed uso di falsi documenti, conducendolo al proprio domicilio in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa dell’udienza di convalida.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 28/10/2020

Uil Fpl: "Casi sospetti di Covid alla sede Asl di Via Nizza a Salerno"

Emergenza Covid presso la sede dell'Asl Salerno. La denuncia arriva da Lorenzo Conte della Uil Fpl Salerno. "Siamo venuti a conoscenza che ci sono stati due casi sospetti di Covid-19 all'interno della sede Asl di via Nizza, a Salerno, e per questo motivo siamo preoccupati per i lavoratori svolgono il proprio servizio.

Tenuto conto dell'attuale fase di recrudescenza e dei casi di positività tra i lavoratori, abbiamo chiesto al direttore generale la sanificazione di tutti gli uffici di via Nizza e, nel contempo, se sia stato eseguito il dovuto tracciamento sui contatti delle persone positive al Covid-19. Inoltre, si richiede di effettuare il tampone con metodiche di biologia molecolare che permettono la ricerca dell'Rna virale a tutti i dipendenti".

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/05/2020

Furto di motorino in "trasferta", bloccato minorenne a Via Vinciprova

Nella serata di ieri, 20 Maggio, a seguito di segnalazione al 112, gli agenti intervenivano in via Vinciprova, a Salerno, per furto in atto di ciclomotore da parte di tre giovani. Dapprima ne avevano forzato la sella, poi avevano rotto a calci il bloccasterzo. Successivamente due di essi salivano sul ciclomotore e si allontanavano a forte velocità mentre il terzo complice, alla vista della Volante, tentava la fuga a piedi ma veniva prontamente bloccato.

Il giovane, privo di documenti, veniva accompagnato in Questura, dove a seguito del fotosegnalamento si appurava la sua minore età. Negli uffici il ragazzo ammetteva le sue responsabilità, riferendo di essere giunto a Salerno dall’hinterland avellinese unitamente a suoi due amici, e di aver poi successivamente rubato il ciclomotore parcheggiato nei pressi della fermata degli autobus in Via Vinciprova.

Il minore, di nazionalità straniera, dopo gli adempimenti di rito veniva accompagnato presso il Centro di Prima Accoglienza di Salerno, a disposizione dell‘Autorità Giudiziaria.

Leggi tutto

Redazione Irno24 25/05/2022

Costringe 13enne salernitano ad inviare foto hot, incastrato 16enne di Catania

In data 23 maggio, la Sezione di Salerno del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Campania ha dato esecuzione ad un'ordinanza cautelare, con la quale è stata disposta la misura del collocamento in comunità, nei confronti di un 16enne residente a Catania. L'indagato risulta gravemente indiziato di violenza sessuale ai danni di un 13enne residente nella provincia di Salerno, violenza che sarebbe stata compiuta attraverso il social network Instagram.

Le indagini informatiche e le analisi tecniche eseguite sui dispositivi sottoposti a sequestro hanno consentito alla sezione della Postale di Salerno di individuare l'utilizzatore del profilo Instagram, che avrebbe contattato la giovane vittima salernitana e, carpendone la fiducia, l'avrebbe costretta ad inviargli foto e video che la ritraevano nuda nelle sue parti intime.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...