"Serrata" anche per Fisciano e Montoro nei prossimi giorni di festa

Ordinanze dei rispettivi Sindaci

Redazione Irno24 22/04/2020 0

Così come Pellezzano, altri comuni della Valle dell'Irno "chiudono" in vista del 25 Aprile e del 1° Maggio per contrastare la diffusione del Coronavirus. Il Sindaco di Montoro, Girolamo Giaquinto, con propria ordinanza dispone nei giorni di Sabato 25 e Domenica 26 Aprile 2020 la chiusura di tutte le attività commerciali, incluse le rivendite di generi alimentari, eccezion fatta per le farmacie, le parafarmacie in sintonia con il turno festivo, le edicole e i tabacchi.

Linea ancora più rigida a Fisciano, dove il Sindaco Sessa, per i giorni 25-26 Aprile e 1 Maggio, ha disposto la chiusura di tutte le attività "consentite dalle norme emesse da organi sovraordinati", eccetto le farmacie di turno.

"Poichè gli attuali dati sulla diffusione del contagio sono incoraggianti - scrive Sessa - e potrebbero generare un rilassamento nei riguardi delle restrizioni, visto l’avvicinarsi di giorni di festa, ho ritenuto opportuno emettere un’ordinanza di chiusura delle attività commerciali, onde scongiurare comportamenti scellerati che ci riporterebbero alla situazione di due settimane fa".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 13/06/2023

Festa di San Michelullo a Fisciano per il rilancio di via Popa

Il Comitato di Via Popa organizza, a Carpineto di Fisciano, la Festa di San Michelullo. L'appuntamento è per il 17 Giugno 2023. Dopo i saluti, alle ore 10:00, presso la chiesa di San Nicola, del parroco don Roberto, alle ore 11:00 si percorrerà il Tratturo Micaelico dalla chiesa - per via Popa - fino all’edicola di San Michelullo. Qui si terrà una cerimonia religiosa. Alle 13:00, alla Baita Fiorita, incontro conviviale fra piatti tipici locali (mallone sciatizzo, gnochetti alla nocciola ed erbette selvatiche) e lavori culturali riguardanti il culto di San Michele ed i Longobardi.

"Un luogo importante per l'agricoltura nel territorio di Fisciano - spiega in una nota Sandro D'Arco, del Comitato - è stato da sempre la località Popa, ubicata ai piedi del santuario di san Michele di Basso. Prenderebbe il nome, secondo una suggestiva ipotesi, dai sacerdoti minori dell’epoca romana.

Via Popa era percorsa con i carri dai contadini per portare a macinare il grano a Mercato San Severino, ma anche dai mezzi che trasportavano il tufo nero, ricavato dalla roccia vulcanica di cui era ricca la zona. Da questo il nome di "Tufarella", luogo facente parte della stessa località Popa. Qui si coltivava il pomodoro "cruvanese" o "corbarese", molto ricercato dalla comunità dei paesi vesuviani. Via Popa veniva attraversata, inoltre, dai pellegrini che, a maggio o settembre, si recavano al santuario.

Adesso è una strada che, soprattutto in inverno, diventa un torrente e piena di buche. Non ha uno sbocco, non è percorribile da un grande furgone e non permette l'agevole transito di un'ambulanza. Un'edicola dedicata a S. Michele, chiamato in modo affettivo San Michelullo, è posta al bivio della strada in direzione Rio Secco, Ramera, Pendino e Fisciano o in direzione Pizzolano. La valorizzazione della strada (e della località) potrebbe ripartire dalla riscoperta del collegamento tra i centri montani (Calvanico, Carpineto, Villa) e i paesi del fondovalle (Mercato San Severino, Fisciano e l'Università).

Perché non ripristinare l’antico tratturo, renderlo agibile, inserendolo nel Cammino dell'Angelo Michele in Campania? Perché non fare riferimento alla Legge di Bilancio 2022, che ha destinato fondi per valorizzare e rilanciare i percorsi dei pellegrinaggi? Da qui l’attivazione di alcuni cittadini, intorno al prof. Giovanni Sessa della Baita Fiorita, per organizzare una festa in onore di San Michelullo, come occasione per fare il punto sulla località e per un primo atto concreto: liberare dagli arbusti l’edicola. Ma, anche, per una più approfondita conoscenza del Catalogo dei cammini religiosi".

Ai partecipanti si raccomanda di vestirsi con abiti e scarpe da trekking poiché il tratturo presenta tratti scoscesi e dissestati. La sosta auto è nel parcheggio della chiesa di S. Nicola, quindi il percorso verrà fatto tassativamente a piedi. Chi volesse rimanere per degustare la cucina locale è pregato di prenotarsi. Il referente è il Prof. Giovanni Sessa, cell. 3899720870.

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/08/2020

Fisciano, è falso il post social che annuncia positività al Coronavirus

"È con grande dispiacere constatare la superficialità di chi, in un momento così delicato e difficile, come quello che stiamo vivendo, gioca a divulgare false notizie". Lo scrive il sindaco di Fisciano, Sessa. "Il post che gira in rete con l’immagine del mio profilo è totalmente falso ed attualmente non si evidenziano casi di positività al Covid-19 sul nostro territorio. Faremo quanto dovuto per risalire agli autori di questa falsa notizia, per segnalarli alle autorità competenti".

Leggi tutto

Redazione Irno24 23/12/2021

Fisciano, rifacimento dell'asfalto sulla strada che attraversa le frazioni alte

"A seguito dei nostri costanti solleciti all’ente provinciale - scrive il sindaco di Fisciano, Sessa - sono in fase di esecuzione i lavori di rifacimento della pavimentazione del manto stradale della rete viaria provinciale che ricade sul nostro territorio.

In foto i lavori che hanno interessato la strada provinciale 254, che attraversa le frazioni alte del Comune. La sicurezza dei nostri cittadini sarà sempre una nostra priorità".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...