"Serrata" anche per Fisciano e Montoro nei prossimi giorni di festa

Ordinanze dei rispettivi Sindaci

Redazione Irno24 22/04/2020 0

Così come Pellezzano, altri comuni della Valle dell'Irno "chiudono" in vista del 25 Aprile e del 1° Maggio per contrastare la diffusione del Coronavirus. Il Sindaco di Montoro, Girolamo Giaquinto, con propria ordinanza dispone nei giorni di Sabato 25 e Domenica 26 Aprile 2020 la chiusura di tutte le attività commerciali, incluse le rivendite di generi alimentari, eccezion fatta per le farmacie, le parafarmacie in sintonia con il turno festivo, le edicole e i tabacchi.

Linea ancora più rigida a Fisciano, dove il Sindaco Sessa, per i giorni 25-26 Aprile e 1 Maggio, ha disposto la chiusura di tutte le attività "consentite dalle norme emesse da organi sovraordinati", eccetto le farmacie di turno.

"Poichè gli attuali dati sulla diffusione del contagio sono incoraggianti - scrive Sessa - e potrebbero generare un rilassamento nei riguardi delle restrizioni, visto l’avvicinarsi di giorni di festa, ho ritenuto opportuno emettere un’ordinanza di chiusura delle attività commerciali, onde scongiurare comportamenti scellerati che ci riporterebbero alla situazione di due settimane fa".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 09/02/2021

Fisciano, didattica a distanza per una classe del "Rubino Nicodemi"

A seguito della positività di un’alunna frequentante la 1a A della scuola primaria dell’I.C. "Rubino Nicodemi" di Fisciano, sentito il Dirigente Medico del Dipartimento di Prevenzione Collettiva ed il Dirigente Scolastico, è stata disposta la chiusura (per il 9 Febbraio) dell’intero plesso centrale dell’Istituto (con sede a Fisciano) per la sanificazione dei locali.

Quarantena, invece, per gli alunni frequentanti la suddetta classe e per docenti e personale ATA venuti in contatto con l’alunna positiva. A partire dal 10 Febbraio sarà attivata, per la classe interessata, la didattica a distanza.

Leggi tutto

Redazione Irno24 11/01/2021

Fisciano, posa prima pietra per la costruzione di 24 alloggi a Lancusi

Stamattina, 11 gennaio 2021, la posa della prima pietra dei lavori per la costruzione di 24 alloggi di edilizia residenziale pubblica e per la riqualificazione urbanistica dell’area ex prefabbricati di via Generale Nastri a Lancusi. Lo scrive sui social il sindaco di Fisciano, Vincenzo Sessa, che commenta: "Andare incontro alle esigenze di tutti è una nostra priorità".

Leggi tutto

Redazione Irno24 19/02/2021

"Scuole Aperte Fisciano" scrive al Sindaco Sessa

"Egregio Sindaco, con la presente intendiamo manifestare la nostra totale disapprovazione riguardo le modalità con cui è stata gestita fino ad oggi, e soprattutto nell’ultimo periodo, l’emergenza Covid-19 nelle scuole del Comune di Fisciano, e in particolare nell’Istituto Comprensivo Don Alfonso De Caro nelle frazioni di Lancusi e Penta.

I genitori firmatari della presente, esasperati e contrari alle continue chiusure arbitrarie della scuola operate dal Comune di Fisciano, ritengono che le stesse siano state effettuate senza una reale giusta causa, e in contrasto con quanto previsto dai protocolli indicati dai decreti nazionali, che impongono la quarantena obbligatoria solo ed esclusivamente alla classe del bambino risultato positivo, e non la chiusura dell’intero plesso e/o la chiusura di tutte le scuole del territorio, incluso quelle dove non si è presentato alcun rischio di contagio.

La scelta di chiudere la scuola per lunghi mesi, avvenuta prima del periodo natalizio, è in contrasto con tutte le indicazioni nazionali volte a dare concreta attuazione del diritto all'istruzione, costantemente violato dalle decisioni prese dal Comune di Fisciano, di cui lei è il più alto rappresentante. I giorni di scuola che i nostri figli hanno perso sono eccessivi, se paragonati alla media nazionale e alle regioni con un maggior numero di contagi da Covid-19.

Dall'11 febbraio 2021 sono state sospese le lezioni in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado fino al 19 febbraio 2021, senza che vi fosse un numero di casi tale da giustificare tale scelta. Ricordiamo che la DAD è una metodologia da intraprendere solo in casi estremi, e non PUO’ E NON DEVE diventare la regola, date soprattutto le ripercussioni negative che il prolungato isolamento comporta ai nostri figli, alla loro salute psicologica e allo sviluppo del loro benessere personale.

Ogni giorno di DAD è una sconfitta per tutta la nostra comunità. La scelta di aprire o chiudere le scuole non può basarsi su un sondaggio popolare, così come accaduto recentemente, facendo leva solo sulla paura delle persone e non sui dati reali. Questo tipo di decisioni, anziché risultare un tipo di scelta democratica, fatta per il bene dell’intera comunità, appaiono come una delega “ufficiosa” dei propri obblighi istituzionali ad altri soggetti (cioè a noi genitori!), in modo da svincolarsi da qualsiasi tipo di responsabilità diretta, e senza, peraltro, coinvolgere tutta le categorie della nostra Comunità, essendo state escluse, senza nessuna motivazione, alcune di queste quali ad esempio i genitori di chi frequenta le scuole materne oppure chi abita le frazioni più piccole.

Con la presente, chiediamo la riapertura immediata delle scuole in tutto il Comune di Fisciano, in quanto non esistono comprovate ragioni di pericolosità e il numero di contagiati è limitato e al di sotto della media nazionale, nonostante la carenza di informazioni che il Comune di Fisciano mette a disposizione dei propriconcittadini (nel bollettino ufficiale istituito dalla Regione, diviso per Comuni e per fasce di età, non compare alcun dato relativo al Comune di Fisciano).

Il diritto allo studio è un diritto al pari di quello alla salute, come sancito dalla Costituzione italiana: i nostri figli sono la futura generazione ed è dovere dalla nostra Comunità, e di tutte le Istituzioni, tutelarli affinché possano contribuire a migliorare il futuro di ognuno di noi. Restiamo in attesa di un rapido e urgente riscontro in merito".

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA "SCUOLE APERTE FISCIANO"

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...