Aperto il Centro Europe Direct Salerno, ha sede presso la Fondazione Carisal

Prevede il coinvolgimento di imprese, studenti, enti di terzo settore e cittadini

Redazione Irno24 08/05/2021 0

Torna ufficialmente a Salerno il Centro Europe Direct e lo fa grazie al Gruppo costituito da Moby Dick ETS (soggetto Capofila), Comune di Salerno, Fondazione Carisal, Università di Salerno, Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, in qualità di richiedente unico.

Moby Dick ETS, soggetto capofila, impegnato nel Sud Italia e specializzato in Europrogettazione e politiche giovanili, si è aggiudicato il bando per il quale il Centro Europe Direct di Salerno potrà divenire il tramite tra l’Europa e l’intera provincia salernitana. La Commissione Europea, infatti, da anni, ha istituito una rete informativa in tutti i Paesi dell’UE atta a informare e promuovere il dialogo sulle politiche europee.

Un progetto di enorme valenza in ambito istituzionale che arricchisce il territorio salernitano di un plus non da poco. Al momento la rete degli Europe Direct italiani è composta da 45 centri, distribuiti su tutto il territorio nazionale di cui farà parte anche il Centro Europe Direct Salerno. La programmazione prevede il coinvolgimento di imprese, studenti, enti di terzo settore e privati cittadini che troveranno nel centro europeo il mezzo più “vicino” per raggiungere l’Europa. Formazione, comunicazione e relazioni territoriali sono alcuni dei punti su cui si baserà il lavoro del Centro Europe Direct di matrice salernitana. Il Centro ha preso il via il 1° maggio 2021.

Francesco Piemonte, Presidente Moby Dick ETS: “Fiducia e perseveranza fanno da sempre cornice al nostro impegno quotidiano. Questo prestigioso traguardo è il risultato di un lavoro di gruppo coeso e propositivo che non si è mai arreso di fronte alle problematiche quotidiane, specie in questo particolare momento storico. Un ringraziamento particolare va anche ai nostri partner che supportano la nostra visione”.

Vincenzo Napoli, Sindaco di Salerno: “Il ritorno del Centro Europe Direct a Salerno rappresenta un’importantissima occasione per la nostra città. Lo sportello, le iniziative, gli eventi che verranno programmati nei prossimi cinque anni saranno una porta tra l’Europa e i nostri territori. Alla ripresa delle normali attività dopo la pandemia, Salerno diventerà luogo d’incontro di giovani e idee: una ventata di entusiasmo a simboleggiare un momento di rinascita”.

Onorevole Piero De Luca: “Una giornata importante, uniamo Bruxelles all’Italia, al Mezzogiorno e alla nostra meravigliosa Salerno. Un punto di informazione importante per tutti i cittadini, le imprese, gli stakeholder sulle opportunità che arrivano dall’Unione Europea, soprattutto in un momento delicato come questo con l’approvazione del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza. Dobbiamo rilanciare il sogno degli Stati Uniti d’Europa”.

Domenico Credendino, Presidente Carisal: “La Fondazione Carisal presta da sempre grande attenzione al contesto europeo nella convinzione che il confronto con l’Europa sia indispensabile per cogliere le reali opportunità di crescita per la nostra Comunità. L’istituzione del Centro Europe Direct a Salerno, con sede operativa presso la Fondazione Carisal (Complesso Conventuale San Michele, Via Bastioni 14/16), consentirà di dare continuità alla strategia di intervento intrapresa nel corso degli anni, in collaborazione con Moby Dick ed altri soggetti del territorio sui temi dell’europrogettazione e della mobilità transnazionale dei giovani”.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 15/02/2021

A Salerno nasce "ECSTRA" per diffondere la cultura del turismo

Sabato 13 febbraio è stata formalizzata la costituzione dell’associazione ECSTRA APS: libera, apolitica, apartitica, fondata con il proposito di ampliare e diffondere la cultura del turismo sul territorio Provinciale e Regionale. L’associazione nasce a seguito dell’incontro di operatori del settore extralberghiero, gestori di b&b, case vacanze, operatori turistici, guide turistiche e ambientali che si sono confrontati su numerose tematiche durante l’evento nazionale lanciato il 16 novembre 2019 da Airbnb “100 case 100 idee – le primarie dell’ospitalità”.

L’esigenza di fare rete e creare una vera e propria community di Host di Salerno e Provincia è diventata un bisogno ancora più sentito durante il periodo della pandemia. Il confronto sulle normative, la possibilità di gruppi d’acquisto, la formazione continua fornita da Airbnb attraverso “Il ginnasio degli host” e “Host in prima fila”, la collaborazione con altre associazioni presenti sul territorio, sono stati i punti di forza del gruppo che è diventato giorno dopo giorno sempre più numeroso.

Il nome “ECSTRA” si rifà al prefisso che richiama all’extralberghiero ma anche alla straordinarietà di questo gruppo di associati, carichi di entusiasmo, pieni di energia, disposti al confronto, provenienti da orizzonti professionali ed esperienze di vita differenti, accomunati dalla volontà di valorizzare i propri territori e proporre ai propri ospiti emozioni uniche.

I soci fondatori (Maria De Vita, Raffaele Bassi, Rosanna De Vita, Anna Piccolo, Chiara Tancredi, Lucio Giovannone, Simone Landi, Cristian Fusco, Francesco Criscuolo, Giuliano Califano, Lucia Pappalardo, Luigi De Martino, Luigi Fatticcio, Pablo De Luca, Pierdavide Panariello, Simona D’Acunto, Stefania Napoli, Annachiara Varriale, Valeria Spagnuolo e Vincenzo Liguori) avranno il compito di guidare e dirigere i vari progetti suddivisi in cinque aree di interesse: formazione e mentoring, convenzioni, eventi, sviluppo progetti, marketing e comunicazione.

"Per la nostra community - spiegano - diventare un’associazione di fatto, riconosciuta legalmente anche dagli organi preposti al dialogo istituzionale, rappresenta motivo di orgoglio. Siamo pronti ad accogliere nuovi associati che, come noi, si ritengono innamorati dei propri territori, disponibili a lavorare concretamente e convinti che fare rete sia indispensabile per raggiungere obiettivi comuni".

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/11/2020

Pronta la sede del centro polifunzionale di Matierno

Le associazioni del Centro Polifunzionale di Matierno ospitato presso l'ex Scuola elementare del quartiere riavranno finalmente la propria sede. Da lunedì 23 novembre, nel rispetto delle misure stabilite dai protocolli di sicurezza Covid-19 e delle vigenti disposizioni nazionali e regionali, riprenderanno le attività di socializzazione e integrazione in favore dei giovani e dei cittadini di Matierno e delle zone collinari.

La struttura infatti era stata interessata gli scorsi mesi da interventi di manutenzione straordinaria a causa di abbondanti infiltrazioni che ne compromettevano la sicurezza. Potrà inoltre ritornare temporaneamente presso i locali del Centro Polifunzionale anche lo studio del medico di base che ne aveva fatto richiesta, al fine di garantire la continuità assistenziale dei residenti della zona.

La situazione aveva creato non pochi disagi per le famiglie e soprattutto per le persone anziane e con patologie che lamentavano la difficoltà a spostarsi lontano dalla propria abitazione. La costante attenzione alla vicenda dell'Assessore Savastano e del Consigliere Carbonaro ha reso possibile riconsegnare al popoloso quartiere una struttura riconosciuta da tutti come punto di riferimento.

Leggi tutto

Redazione Irno24 08/06/2020

Liceo Tasso di Salerno, a buon punto il rifacimento della facciata interna

Dopo la chiusura dei cantieri nel periodo del lockdown dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19, sono ripartiti i vari interventi di messa in sicurezza degli istituti scolastici di pertinenza provinciale, tra cui quello avviato al Liceo Tasso di Salerno. Quindi ora procedono regolarmente i lavori di ripristino delle facciate interne.

“L’intervento, la cui spesa complessiva ammonta a 300mila euro - dichiara il Presidente della Provincia, Michele Strianese - è stato reso possibile grazie alla messa a disposizione da parte della Regione delle economie dei mutui Cassa Depositi e Prestiti. L’onere dell’ammortamento del finanziamento, infatti, è posto a carico della Regione.

I lavori consistono soprattutto nel ripristino delle pareti con il rifacimento degli intonaci in corrispondenza delle facciate della corte interna e nella riparazione degli infissi con sostituzione delle vetrate. Ad oggi è stata fatta la spicconatura degli intonaci degradati e si sta procedendo al rifacimento degli intonaci nuovi".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...