De Luca: "No al mix di vaccini, no alla prima dose di vaccini a vettore virale"

"Indispensabile una radicale semplificazione"

Redazione Irno24 13/06/2021 0

"Le vicende degli ultimi giorni relative all'uso del vaccino Astrazeneca - afferma in una nota il Governatore della Campania, De Luca - cambiano in modo radicale il livello di fiducia, le sensibilità e la stessa disponibilità dei cittadini in relazione alla campagna vaccinale. Occorre dunque ricostruire il rapporto di fiducia verso lo Stato, oggi fortemente compromesso.

Al tal fine sarebbe irresponsabile ogni atteggiamento di minimizzazione dei problemi. La realtà è che da oggi cambia completamente la programmazione vaccinale. E' indispensabile, allora, una radicale semplificazione. Si chiariscano i ruoli. Si riconduca la funzione del Commissario a un lavoro esclusivamente tecnico-operativo, relativo alla distribuzione dei vaccini.

Si riconduca la comunicazione medico-scientifica al solo ministero della Salute, che deve assumersi la responsabilità di fornire gli orientamenti, facendo parlare una sola persona incardinata nel ministero stesso. Davvero il livello di confusione esistente rischia di pregiudicare lo stesso prosieguo della campagna vaccinale.

La Regione Campania ritiene necessario fare scelte chiare. 1) Da oggi, non somministreremo più dosi di vaccino a vettori virali, a nessuna fascia di età; 2) Prosegue la vaccinazione di massa con vaccini Pfizer e Moderna; 3) Chi ha fatto la prima dose di Astrazeneca sopra i 60 anni, può completare il ciclo con una seconda dose Astrazeneca; 4) Per i soggetti sotto i 60 anni (tranne che per chi è alla dodicesima settimana) non si procede alla somministrazione di vaccini diversi dalla prima dose, sulla base di preoccupazioni scientifiche che invieremo al Governo, e rispetto alle quali sollecitiamo risposte di merito, in mancanza delle quali, manterremo la nostra linea di rifiuto del mix vaccinale.

Auspichiamo che da oggi in poi, da parte degli organi centrali, siano eliminate, nella comunicazione, espressioni del tipo: è raccomandato, è consigliato, è preferibile, ma si dica semplicemente; è consentito, o è vietato.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 07/05/2020

Ministero aggiorna fake news sul Coronavirus

Nei periodi di emergenza come quello attualmente in corso - scrive il Ministero della Salute - bufale e disinformazione sono presenti in modo massiccio, soprattutto sul web e sui social network. Riconoscerle non sempre è facile. Per evitare di imbattersi in notizie false e pericolose per la salute, il Ministero raccomanda di fare sempre riferimento a fonti istituzionali ufficiali e certificate. L’elenco delle fake news più frequenti è stato aggiornato, portandole ad oltre una sessantina.

ECCOLE NEL RIEPILOGO DEL MINISTERO

 

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/04/2020

Mese della prevenzione ictus, Ruggi: "Non si sottovalutino i sintomi"

Aprile è il mese della prevenzione ictus e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno rilancia la sua campagna #farepresto. E il tempo, mai come in questo particolare momento che stiamo vivendo a causa della pandemia, è fondamentale.

Oggi l’attenzione è focalizzata sul Covid-19, ma la Stroke Unit aziendale (Struttura specializzata nella cura dell’ictus - Responsabile la d.ssa Rosa Napoletano - e afferente alla Clinica Neurologica diretta dal prof. Paolo Barone) continua ad avere percorsi diagnostici e terapeutici efficienti ed efficaci per curare i pazienti con ictus in totale sicurezza. E’ importante non sottovalutare i “campanelli d’allarme” di questa patologia, non tardare a rivolgersi al servizio di emergenza 118 per paura di recarsi in ospedale.

Questi i sintomi: Paralisi di metà corpo, debolezza o disturbi della sensibilità a livello di viso, braccio o gamba; Problemi a parlare o a capire, difficoltà nel trovare le parole; Problemi di vista; Insicurezza nella deambulazione, problemi di equilibrio.

La Stroke Unit, operante in perfetta sinergia con la Neuroradiologia Interventistica diretta dal dott. Renato Saponiero, registra un anomalo calo di ricoveri; è evidente che paura e dubbi, di recarsi in Ospedale, abbiano giocato un ruolo importante.

Leggi tutto

Redazione Irno24 16/06/2021

Asl Salerno, consegnate 49mila dosi Pfizer: serviranno principalmente per i richiami

Circa l'approvvigionamento vaccini, l'Asl Salerno fa sapere in una breve nota che oggi - 16 Giugno - sono state consegnate 49mila dosi di Pfizer, che serviranno principalmente per somministrare le seconde dosi. Una notizia importante alla luce delle ultime novità legate ai richiami, che in Campania verranno effettuati con Pfizer e Moderna agli under 60 che avevano ricevuto AstraZeneca in occasione della prima dose.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...