Napoli: "Cordoglio per le vittime del Covid, adesso è il momento di non mollare"

"Troppa gente in giro senza motivo, faremo una stretta nei controlli"

Redazione Irno24 05/04/2020 0

"Ad oggi la città di Salerno conta 54 contagiati. Tutti costoro e le loro famiglie sono curati ed assistiti nel pieno rispetto dei procolli medici e di isolamento loro e dei soggetti che con loro abbiano avuto contatti. Le famiglie in quarantena ricevono servizi speciali per la spesa, le cure mediche, la raccolta differenziata dei rifiuti.

Esprimo cordoglio per i due concittadini morti a causa del Coronavirus. Un abbraccio alle famiglie. La nostra gratitudine a tutti coloro che si stanno prodigando per combattere la pandemia. Apprezzo il senso civico dei concittadini. Il numero di contagiati relativamente basso rispetto alla popolazione residente è un segnale incoraggiante. I sacrifici fatti finora stanno dando i primi risultati.

Adesso però è il momento di non mollare. Comincio a notare rilassamenti e troppa gente in giro senza motivo. Faremo una stretta nei controlli, ma la salute nostra e dei nostri cari dipende in primo luogo da noi. Restiamo a casa, rispettiamo le Ordinanze Nazionali firmate dal Premier Conte e quelle del Presidente della Regione De Luca, in alcuni casi saggiamente e necessariamente più restrittive. Se ciascuno farà la sua parte, ne usciremo presto".

Vincenzo Napoli, Sindaco di Salerno

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 28/11/2019

Patologie respiratorie, se ne parla al Grand Hotel

"Valutazione e gestione del paziente con patologie respiratorie" è il tema della due giorni dell’evento PneumoSalerno, che si terrà Venerdì 29 e Sabato 30 Novembre 2019 al Grand Hotel Salerno. "All’inizio degli anni Cinquanta - afferma il promotore dell’iniziativa, dott. Natalino Barbato, direttore UOC di Pneumologia "G. Da Procida" - il gruppo delle malattie broncopolmonari contava solo poche patologie.

Negli ultimi decenni le innovazioni tecnologiche hanno consentito di identificare malattie meno comuni e hanno aiutato i medici a migliorare la qualità di vita del paziente cronico. Oggi le malattie respiratorie rappresentano una vera e propria emergenza sanitaria e soprattutto sociale. Una pneumologia moderna deve saper rispondere a tali grandi sfide e per questo deve reggere su una solida e aggiornata preparazione professionale che tenga conto dei continui progressi scientifici e tecnologici".

Leggi tutto

Redazione Irno24 18/03/2020

Anche gli agenti della Polizia provinciale pattugliano i territori

Nei giorni scorsi il Presidente della Provincia di Salerno ha chiesto l’intervento dell’esercito al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Prefetto di Salerno, a supporto della richiesta dello stesso Presidente della Regione Campania e di molti Sindaci, per monitorare il territorio provinciale in maniera puntuale ed esaustiva ai fini del contenimento della diffusione del Covid-19.

"Ribadisco tale richiesta – afferma il Presidente della Provincia, Michele Strianese che è una necessità in quanto ancora oggi si registrano assembramenti di cittadini e trasgressioni alle prescrizioni imposte dalla normativa nazionale e regionale. Tutte le Forze dell'Ordine, che ancora ringrazio per il notevole sforzo organizzativo, stanno controllando con grande efficienza i nostri territori per il rispetto delle misure sanitarie adottate, ma urge l’intervento delle Forze Armate a sostegno di questa immensa attività di controllo.

Gli agenti della nostra Polizia provinciale stanno svolgendo da giorni, e con grande impegno, pattugliamenti serrati in molti comuni. In supporto alle Forze dell’Ordine, verificano i motivi degli spostamenti che sono possibili solo se prescritti dalla normativa. A tale scopo voglio ricordare a tutti i cittadini di munirsi di opportuna autocertificazione da esibire ai controlli per giustificare la propria circolazione.

Per fortuna, comunque, sono molti i cittadini nelle nostre comunità che stanno rispettando, in maniera scrupolosa e con grande senso di responsabilità, le restrizioni imposte per contrastare la diffusione del Covid-19. Continuiamo così, tutti insieme ce la faremo, e più siamo attenti oggi e prima finirà questo momento".

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/02/2021

"Questo non è amore", il bilancio della Questura di Salerno con una storia simbolo

"Questo non è amore" è il titolo della campagna permanente di prevenzione lanciata dalla Polizia, con il coordinamento nazionale della Direzione Centrale Anticrimine, al fine di fornire informazioni alle donne in situazione di rischio, che ha evidenziato che i moventi più frequenti dei femminicidi, infatti, sono la lite e i motivi passionali.

La fascia d’età più colpita è quella dai 31 ai 44 anni, ma nei primi 9 mesi del 2020 si è rivelata quella delle donne over 65 che rappresentano il 30% del totale delle vittime, italiane nell’80% dei casi, mentre, tra le vittime straniere, predominano quelle di nazionalità romena, anche in relazione alla maggior presenza sul territorio nazionale.

Anche gli autori di tali reati hanno un’età compresa tra 31 e 44 anni (39%), in prevalenza sono italiani (74%) e solo il 2% sono minorenni; essi utilizzano, in prevalenza, un’arma impropria, come un coltello o un utensile da lavoro (martello, cacciavite), o un’arma da fuoco, l’asfissia/soffocamento/strangolamento, le percosse. L’azione di contrasto nei confronti della violenza di genere, condotta dal Questore di Salerno, si è svolta non solo con gli strumenti repressivi delle investigazioni e denunce, ma anche attraverso le misure di prevenzione, in conformità a quanto stabilito dalla recente Legge n. 69 del 2019 (cd. CODICE ROSSO).

In tale direzione, il Questore di Salerno ha emanato, nel periodo 1° gennaio 2020/2021, 18 ammonimenti per stalking e 52 per violenza domestica ed avanzato al Tribunale di Salerno, 17 proposte di sorveglianza speciale con applicazione dell’obbligo di soggiorno nei confronti di altrettanti soggetti resisi responsabili dei predetti reati in danno di familiari e/o donne conviventi o ex conviventi.

Ecco un breve racconto di una storia simbolo del dolore che queste donne (e spesso i loro figli) devono subire all’interno delle famiglie: D.M.G., 33enne resosi responsabile di numerosi episodi di maltrattamenti in danno della madre la quale, quasi quotidianamente subiva la violenza psichica e fisica del figlio che, a seguito di discussioni per futili motivi, dava in escandescenza cercando di colpirla e danneggiando la casa, noncurante della presenza della sorella disabile. Più volte, per sfuggire a tali maltrattamenti, la donna era stata costretta ad allontanarsi dalla propria abitazione e ad attendere l’arrivo delle Forze dell’Ordine nelle abitazioni dei vicini.

Allo stesso modo, nel corso degli ultimi anni, il soggetto si è reso responsabile del medesimo reato in danno della compagna convivente nonché madre delle sue due figlie, la quale, ripetutamente e per futili motivi – quali ad esempio l’accusa infondata di avere altre relazioni sentimentali – veniva percossa riportando talvolta lesioni per le quali doveva ricorrere alle cure sanitarie. A carico di D.M.G. è stata irrogata la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale per la durata di anni tre.

Anche a tutela dell’integrità fisica e morale dei minori il Questore di Salerno ha rivolto una particolare attenzione: in tale ambito, ha irrogato la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno per la durata di anni cinque a carico di I.A., 49enne salernitano, responsabile del reato di detenzione di materiale pedopornografico.

Per avvicinare le proprie vittime, pubblicizzava attraverso profili social la propria attività di assistenza ai minori portatori di disabilità e di doposcuola per bambini delle scuole elementari, riuscendo finanche a collaborare con associazioni che organizzano campus estivi. Più volte sottoposto ad indagini, sia in ambito nazionale che internazionale, veniva deferito all’A.G. per essere stato trovato in possesso di ingente quantitativo di materiale pedopornografico che provvedeva a divulgare attraverso i social network.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...