Partono i lavori della rotatoria di Via dei Mille a Salerno, presente anche De Luca

Appuntamento per Venerdì 24 Luglio alle ore 9

Redazione Irno24 23/07/2020 0

Domani, Venerdì 24 luglio, alle ore 9, partiranno a Salerno i lavori della nuova rotatoria in via dei Mille, nel quartiere Pastena (intersezione via Rocco Cocchia e via Verrengia). Parteciperà il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli. È prevista la presenza del Presidente della Regione, Vincenzo De Luca.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 25/05/2020

Terzo settore e volontariato, tornano i corsi promossi da Sodalis Salerno

Continuano le attività formative promosse da Sodalis CSV per le realtà associative della provincia di Salerno. A partire da venerdì 29 maggio 2020, percorso formativo a distanza destinato alla corretta gestione delle attività e degli adempimenti durante la fase di riorganizzazione delle attività istituzionali delle associazioni.

A tenere il corso Giuseppe Campana, dottore commercialista, esperto in materia di Enti Non Profit. L’attività prevede i seguenti temi: criteri e modalità di individuazione delle attività consentite e di quelle a tutt’oggi sospese; gestione degli adempimenti connessi alla riforma del terzo settore, alla luce dei recenti interventi normativi, e l’individuazione delle misure utili per il sostegno delle attività emergenziali e dei costi connessi agli interventi da effettuare. Gli incontri, gratuiti, si terranno on-line, le iscrizioni saranno aperte fino al 26 maggio.

A partire dal mese di giugno torneranno anche le lezioni dell'Università del Volontariato in collaborazione con l'Università Studi di Salerno. Anche qui i docenti incontreranno volontari e studenti con la didattica a distanza. Prima lezione il 12 giugno 2020 con il prof. Massimo Pendenza.

Leggi tutto

Redazione Irno24 03/12/2020

Inquinamento fiume Sarno, i risultati di 6 mesi di indagini: le denunce sono 144

Ormai da oltre sei mesi, e soprattutto dal termine del primo lockdown, i Carabinieri del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari hanno intrapreso una complessa e incessante campagna di controlli, anche con l’ausilio di droni, tesi a reprimere fenomeni di abbandono di rifiuti nonché di illeciti sversamenti da parte di imprese operanti nelle aree del Bacino Idrografico del fiume Sarno (in fondo all'articolo la perimetrazione tratta dal sito dell'Arpac).

Già la prima fase dei controlli aveva portato alla denuncia in stato di libertà di 48 persone e all’individuazione di 26 scarichi abusivi, con contestuali 15 sanzioni amministrative; successivamente, i Carabinieri del Gruppo per la Tutela Ambientale di Napoli con i dipendenti Nuclei Operativi Ecologici di Napoli e Salerno e dei Gruppi Carabinieri Forestali di Napoli, Avellino e Salerno, hanno proseguito nelle ulteriori verifiche di opifici industriali, insistenti nell’alto, medio e basso Sarno, con numerosi sequestri di aziende responsabili di illecito smaltimento di rifiuti e scarichi non autorizzati di acque reflue industriali, come accertato dai militari con la collaborazione tecnica di personale dell’ARPAC, sotto il coordinamento sinergico delle Procure della Repubblica di Avellino, Nocera Inferiore e Torre Annunziata.

Complessivamente, nel corso degli ultimi 6 mesi, i Carabinieri dei citati reparti hanno: controllato 264 attività produttive; denunciato 144 persone; individuato 41 scarichi abusivi; effettuato 36 sequestri tra aziende e/o parti di esse; elevato 57 sanzioni amministrative per un importo pari a circa € 225.000.

Nel contesto delle stesse indagini i Carabinieri hanno eseguito, su delega delle Procure interessate, una serie di controlli presso gli uffici di numerosi Comuni attraversati dal citato corso d’acqua, attesi i risultati delle analisi dei campioni d’acqua del fiume Sarno, effettuati dall’ARPA Campania, da cui sono emersi lungo tutto il corso del fiume valori di concentrazione elevati di “escherichia coli”, eccedenti di gran lunga il limite massimo fissato normativamente, soprattutto in prossimità della foce del fiume.

Gli accertamenti condotti su questo significativo campione, hanno dunque permesso di avere conferma che le cause di inquinamento del corso d’acqua sono riconducibili a: scarichi di reflui industriali effettuati illegalmente da aziende che approfittano delle avverse condizioni meteo; scarichi di acque meteoriche di dilavamento, provenienti dai piazzali esterni di attività industriali in genere; scarico di reflui della rete fognaria di numerosi Comuni che ancora non dispongono di reti fognarie complete e/o seppur disponendone, queste ultime non sono collettate ai depuratori esistenti.

Leggi tutto

Redazione Irno24 09/05/2021

Napoli: "Un abbraccio alla famiglia Grassadonia, nessuno infanghi Salerno"

"Un abbraccio alla famiglia Grassadonia. Auspichiamo un rapido e chiaro accertamento di fatti e responsabilità. Non permetteremo a nessuno d'infangare Salerno e di oltraggiare la civile e corretta passione granata confondendola con il gesto di qualche isolato sconsiderato". Così sui social il sindaco Napoli.

https://www.irno24.it/intimidazioni-a-familiari-grassadonia-la-condanna-della-salernitana

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...