Picchiato dipendente di Salerno Pulita, la solidarietà della Fiadel

L'uomo ha riportato la frattura di costola e mascella

Angelo Rispoli

Redazione Irno24 06/05/2021 0

Ha destato sconcerto il pestaggio ai danni di un operatore di Salerno Pulita da parte di uno sconosciuto nella giornata di mercoledì. Il dipendente stava svuotando le campane del vetro in via Vernieri, quando è stato avvicinato dall’energumeno che lo ha malmenato.

L’uomo ha riportato lesioni gravi, tra cui frattura di costola e mascella, al punto da costringerlo a farsi refertare all’ospedale Ruggi di Salerno. In seguito ha sporto denuncia in Questura. Nella circostanza anche un altro operatore è stato coinvolto, anche se fortunatamente senza conseguenze serie.

«Non solo questi lavoratori compiono il loro dovere con grande tenacia e responsabilità, ma addirittura vanno anche incontro ad episodi inauditi e vigliacchi come quello appena accaduto – è la denuncia di Angelo Rispoli, segretario Fiadel Salerno – Un’aggressione con gravi conseguenze ma che nonostante tutto non hanno trasformato in una rissa.

Ricordiamo ancora una volta che il personale della società è sottodimensionato e parliamo spesso di dipendenti in età avanzata, per dare un’idea del contesto in cui svolgono il loro lavoro, comprese le attrezzature inadeguate e fatiscenti del Consorzio di Bacino, vecchie di 15 anni. Sono operatori che arrivano da anni di lotta per i loro diritti e non meritano anche questo».

Quindi la chiosa: «Da 50 giorni Salerno Pulita non ha un amministratore delegato. La nostra solidarietà ai lavoratori è la migliore risposta a chi specula per qualche voto. Ci auguriamo la loro pronta guarigione e invitiamo sindaco e amministrazione a manifestare la stessa vicinanza a queste persone».

LO SCONCERTO DI "SALERNO PULITA"

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 02/04/2021

Salerno, l'appello di Strianese: "Nei giorni di Pasqua rispettiamo le regole"

"Questa è la seconda Santa Pasqua che siamo costretti a vivere in pandemia - scrive il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese - A Pasqua e Pasquetta, cioè il 4 e il 5 aprile, tutta Italia sarà in zona rossa: non sarà possibile uscire se non per motivi di lavoro, salute, o urgenza. Vietato quindi spostarsi per turismo in questi giorni festivi.

Come sappiamo nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021 è consentito, in ambito regionale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso tra le ore 5,00 e le ore 22,00, nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone con disabilità o non autosufficienti conviventi.

Faccio un appello accorato a tutti i cittadini della nostra bellissima provincia: rispettiamo queste regole. Non è questo il momento di vanificare tutti gli sforzi dei tanti che stanno seguendo le restrizioni imposte per la salvaguardia di tutti noi. Ancora una volta voglio ricordare l’enorme impegno delle autorità preposte al monitoraggio, delle autorità sanitarie, medici, infermieri e operatori, che si muovono in prima linea conto il virus, ora anche attraverso le campagne vaccinali. Questa Pasqua ci vede alle prese con i vaccini che sono una grande possibilità di contrasto effettivo del Covid.

Dobbiamo fermare i contagi, tutti insieme, come ci ricorda sempre papa Francesco. Nessuno dunque metta a repentaglio la vita di altri con azioni sconsiderate e irresponsabili. In queste festività è ancora più importante riflettere sui valori di fratellanza e solidarietà. Ora è il momento di non perdere terreno conquistato. Non dobbiamo abbassare la guardia proprio in questi giorni. La Pasqua ci porti a pensare ai veri valori di questo momento. Pasqua è resurrezione dopo la morte, quindi la vita ritrovata ci conduca ad azioni responsabili per tutti noi e per chi ci sta a fianco, in totale sinergia. Buona Pasqua a tutti da parte mia e di tutta l’Amministrazione provinciale".

Leggi tutto

Redazione Irno24 02/08/2021

Salerno, il 4 Agosto sospensioni idriche in zona industriale e rioni collinari

Salerno Sistemi comunica che, al fine di eseguire lavori per collegamento nuova rete idrica ed allacci in Via Tiberio Claudio Felice (zona industriale), si rende necessario sospendere l’erogazione idrica Mercoledì 4 Agosto, dalle 9:30 alle 18:30, alle seguenti strade e traverse limitrofe: Via Tiberio C. Felice (da incrocio con Via Mecio Gracco a Via Firmo Leonzio), Via Noce.

Si avverte che, nella fase di ripristino dell’esercizio, pur in costanza dei requisiti di potabilità, potrebbe rilevarsi la presenza di acqua torbida. Il fenomeno è naturalmente superabile lasciando scorrere l’acqua dal rubinetto prima di utilizzarla. La Società si adopererà per ridurre al minimo il disagio all’utenza interessata.

La Società Ausino, inoltre, ha comunicato che, per eseguire un intervento di riparazione alla condotta adduttrice Consorziale nel tenimento di Giffoni Sei casali, località “Due Cancelli”, è costretta ad interrompere l’erogazione idrica sulla condotta consorziale sempre Mercoledì 4 Agosto a partire dalle ore 6:00.

La sospensione idrica comporterà la mancata erogazione alle seguenti zone servite da Salerno Sistemi: Sordina, Matierno, Torre Bianca-Casa Roma-Casa Leone, Via Dei Greci (tratto compreso tra Salita San Giovanni e località Fontanafiore), Via Partecipazione-Traversa dei Greci-Traversa Magna Grecia-Salita San Giovanni, Cappelle Inferiori (tratto compreso tra Parco Ambra e Palazzine SIULP), Cappelle Superiori, Puzzo di Cappelle, Ospedale G. Da Procida, Via S. De Vita e Via dei Casali, Rione Calenda parte alta (tratto compreso tra Via De Fugaldo e Via Paolo VI inclusa).

Il ripristino del regolare esercizio per la rete distributiva servita da Salerno Sistemi è previsto, salvo imprevisti e compatibilmente con gli assorbimenti dell’utenza, per le ore 23:30 di Mercoledì 4 Agosto.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/01/2021

L'aumento di casi Covid a Salerno preoccupa De Luca

Nel consueto appuntamento del Venerdì, in diretta streaming, il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, si è soffermato in particolare sull'elevato numero di casi registrati in alcune città campane.

Il riferimento va soprattutto a Torre Annunziata, Napoli e Salerno: il numero di positivi ogni 100mila abitanti, infatti, desta preoccupazione nel Governatore, che stigmatizza il rilassamento generale e paventa il passaggio alla zona rossa se non si tornerà ad assumere comportamenti rigorosi. La situazione potrebbe ulteriormente complicarsi con il rientro in aula delle superiori.

Sui vaccini, invece, De Luca ipotizza che la campagna vaccinale si concluderà nel 2022 se le forniture resteranno quelle attuali, cioè inferiori a quelle di cui si avrebbe bisogno per effettuare la doppia somministrazione.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...