Raffiche di vento a San Severino, Chiuso il cimitero

Lo rende noto il Comune via social

Il Comune di San Severino

Redazione Irno24 21/11/2020 0

A causa delle forti raffiche di vento che stanno attraversando il territorio di Mercato San Severino, si comunica che il Cimitero comunale resterà chiuso per ragioni di sicurezza. Ne dà notizia l'amministrazione attraverso la pagina social istituzionale. Nella proroga - fino alle ore 18 di oggi - dell'allerta meteo da parte della protezione civile regionale, era segnalata la criticità gialla con venti molto forti.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 15/05/2020

Mercato San Severino, iniziano i lavori di restauro del Convento di Sant'Antonio

Sono iniziati i lavori per il restauro e la musealizzazione del Convento dei Frati Minori a S. Antonio. Lo annuncia il Comune di Mercato San Severino. L'opera rientra nel finanziamento della Regione con fondi europei, per complessivi 3 milioni e 170mila euro deliberato con decreto del 19 dicembre 2019 ed imputato alle risorse POR FESR 2014-2020 Asse 6.

Nel perimetro del finanziamento rientrano, oltre al Convento dei Frati Minori, il Parco Archeologico del Castello dei Sanseverino ed il complesso di San Marco a Rota. I lavori sarebbero dovuti inziare il 12 marzo scorso ed hanno, chiaramente, subito uno slittamento dovuto al lockdown per emergenza Coronavirus. La consegna dell'opera è invece prevista tra 6 mesi.

"Il progetto complessivo, di cui è parte il Convento dei Frati Minori - afferma il Sindaco Somma - è finalizzato al completamento di interventi e lavori per la fruizione turistico-culturale delle nostre eccellenze architettoniche, che getta concretamente le basi a favore di un futuro roseo, per la adeguata valorizzazione del nostro territorio comunale, che esalti la memoria ed il passato glorioso della Città".

Leggi tutto

Redazione Irno24 17/11/2020

Inquinamento fiume Sarno, indagini anche nel territorio di San Severino

Nella mattinata odierna, i Carabinieri del Comando Gruppo per la Tutela Ambientale di Napoli, su delega delle Procure di Nocera e Torre Annunziata, nell’ambito delle indagini finalizzate ad accertare le cause e il grado dell’inquinamento del fiume Sarno, stanno eseguendo una serie di controlli presso gli uffici di alcuni Comuni i cui territori sono attaversati dal citato corso d’acqua.

L’attivita investigativa in corso fa seguito ad una prima fase di controlli, tuttora in atto, da parte dei Carabinieri del Comando Gruppo per la Tutela Ambientale di Napoli, nei confronti sia delle aziende che di altri Comuni ubicati nel territorio compreso nel bacino idrografico del Sarno e si inserisce nel più ampio contesto delle indagini finalizzate ad accertare e a rimuovere le cause dell’inquinamento del fiume.

Dall’esame dei risultati delle analisi dei campioni d’acqua, effettuati dall’ARPA Campania, sono emersi valori di concentrazione elevati di Escherichia Coli, che eccedono di gran lunga il limite massimo fissato normativamente, tanto da rendere impossibile, per lo strumento di analisi utilizzato, rilevarne l’esatto valore, soprattutto in prossimità della foce.

Si tratta di uno degli elementi di pressione ambientale, caratteristico della contaminazione fecale, proveniente dagli scarichi dei servizi igienici delle abitazioni e degli opifici industriali, la cui presenza in livelli di concentrazione così elevati rappresenta un importante bioindicatore della compromissione della salute delle acque e assume particolare rilevanza per le possibili conseguenze negative sulla salute dell’uomo e/o degli animali, trattandosi di germi in grado di provocare patologie attraverso il circuito oro-fecale.

L’ulteriore sviluppo delle indagini ha consentito di accertare che numerosi Comuni rientranti nel bacino idrografico del Sarno risultano privi di collettamento agli impianti di depurazione esistenti o addirittura privi di una propria rete fognaria, con la conseguenza che i reflui domestici vengono riversati direttamente nel corso d’acqua, contribuendo al grave inquinamento sia del fiume che dell’area marina prospiciente la foce.

L’attivita investigativa, dopo aver riguardato, in data 5 Novembre, i Comuni di Angri, Sarno, Scafati, Poggiomarino, Striano e Santa Maria La Carità, attualmente riguarda i Comuni di Corbara, Nocera Inferiore, Mercato San Severino, Boscoreale, Torre del Greco e Torre Annunziata, ed è destinata ad interessare ulteriori Comuni dei rispettivi circondari che versano in condizioni analoghe. L’attivita investigativa odierna è diretta: a verificare la completa realizzazione delle reti fognarie; ad accertare le cause del mancato collettamento delle reti esistenti ai depuratori comprensoriali; a verificare l’eventuale stanziamento di fondi pubblici per la realizzazione di tali opere e la modalità di utilizzo degli stessi.

NOTA STAMPA CONGIUNTA PROCURE DI NOCERA E TORRE ANNUNZIATA

Leggi tutto

Redazione Irno24 27/11/2019

Riaperto al traffico il Ponte Colombaia

E’ stato riaperto al traffico il ponte “Colombaia”, tra via Tommaso Sanseverino e via Colombaia, a seguito della conclusione dei lavori di manutenzione straordinaria, durati poco più di un mese. Lo comunica il sindaco di Mercato San Severino, Antonio Somma, che aggiunge: "Il ponte, della lunghezza di circa 10 metri ed una carreggiata di 2 metri e 60, necessitava di manutenzione straordinaria e di messa in sicurezza. I lavori sono stati suddivisi in diverse fasi: sistemazione sede stradale, demolizione pavimentazione bituminosa, posa in opera manto impermeabile, messa in sicurezza travi di sostegno e armature metalliche, seguite da specifici interventi per proteggere da infiltrazioni e l’installazione di un canale di drenaggio trasversale per la regimentazione ed intercettazione delle acque di dilavamento stradale confluenti da via Colombaia.

La solerzia degli uffici per la redazione del progetto – prosegue il sindaco – con il coordinamento dell’assessore ai lavori pubblici, Erminio Della Corte, che ringrazio per l’impegno ed il lavoro svolto, ci ha consentito di portare a compimento le procedure per riaprire al traffico un tratto di strada che, nella zona in cui è compreso, risulta utile per la viabilità complessiva, venendo incontro alle esigenze delle famiglie residenti, con le quali ci scusiamo per il disagio degli ultimi tempi e che ringraziamo per la disponibilità e la collaborazione durante la fase di svolgimento dei lavori".

foto tratta da Pixabay - attribuzione non richiesta

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...