San Severino, ripreso decespugliamento vasca di Acigliano e torrente Solofrana

Si punta a scongiurare problematiche dettate dall'approssimarsi dell'autunno

Redazione Irno24 11/09/2020 0

Sono riprese lo scorso 7 settembre le operazioni di decespugliamento manuale lungo il bordo della vasca ad Acigliano di San Severino, sia per predisporre la scheda di ricognizione sia per prevenire il rischio incendio. Dalla prossima settimana invece, grazie all'ausilio di mezzi meccanici, continueranno i lavori di decespugliamento delle vasche e ripartiranno analoghe attività per diversi tratti dell'alveo del torrente Solofrana, partendo dai punti di maggiore criticità.

Le attività, interrotte a causa dell'emergenza Covid prima e rinviate poi a causa di una riduzione di personale della società incaricata, riprendono a pieno ritmo soprattutto al fine di scongiurare problematiche dettate dall'approssimarsi dell'autunno e della stagione invernale.

"Ho spinto più volte nei confronti della Regione - afferma il sindaco Somma - perché le attività riprendessero prima dell'arrivo di mesi nei quali, inevitabilmente, si avranno numerosi eventi pluviometrici e abbiamo bisogno di alvei e vasche pulite per fronteggiare eventi atmosferici che potrebbero essere anche di ingente portata come capitato anche negli anni scorsi. Una doverosa opera di prevenzione per la tutela del territorio e della comunità".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 28/04/2021

San Severino, Somma punta il dito sulla gestione della campagna vaccinale

Grido di denuncia del Sindaco di Mercato S. Severino, Antonio Somma che, ad un mese esatto dall'apertura del Centro Vaccinale di S. Vincenzo, alza la voce sulla gestione e sui ritardi della struttura cittadina. "Premessa d'obbligo - dichiara il Sindaco - è rimarcare come l'Amministrazione Comunale non si è sottratta in alcun modo alla doverosa e necessaria cooperazione con le autorità sanitarie al fine di fornire il più ampio supporto possibile alla campagna vaccinale.

Mi riferisco ad esempio, all'approntamento del Centro Vaccinale cittadino individuato ed allestito dal Comune a proprie spese quando, paradossalmente, non si è riusciti a trovare spazi idonei nel vicino Ospedale di Curteri. E proseguo riferendomi alle sole 2/3 postazioni per le inoculazioni utilizzate, ad oggi, sulle 6 complessive che abbiamo messo a disposizione o alle 2 postazioni "amministrative" che la scorsa settimana abbiamo predisposto a seguito di specifica richiesta, in aggiunta alle 3 già presenti e che, al momento, sono completamente inutilizzate. Insomma, l'Amministrazione Comunale ha fatto e continuerà a fare la sua parte ma è ora che chi di dovere si assuma le proprie responsabilità e faccia chiarezza su una situazione insostenibile".

Il Sindaco prosegue la sua denuncia enunciando i numeri di questo primo mese di campagna vaccinale a Mercato S. Severino e ponendo l'accento sull'inadeguatezza delle percentuali di inoculazioni raggiunte. "Parliamo - afferma il primo cittadino - di 1.300 inoculazioni tra prima e seconda dose. Considerando che il centro è aperto mezza giornata per sei giorni a settimana, questo significa tra le 70 e le 100 inoculazioni al giorno. Di questo passo serviranno anni prima di vaccinare l'intera popolazione sanseverinese.

Aggiungo - continua Somma - che i ritardi e le inefficienze che il Centro Vaccinale continua ad accumulare si ripercuotono anche, e soprattutto, su chi dovrebbe avere la priorità e vale a dire pazienti fragili e non deambulanti. I primi, in molti casi, sono stati costretti a recarsi al Ruggi per ricevere la dose di vaccino mentre, per quanto concerne i non deambulanti, questi sono ancora in attesa di conoscere la data per la somministrazione".

Nel mirino del Sindaco Somma anche i gravi disagi organizzativi. "L'EPI e la Croce Rossa che stanno fornendo il servizio di assistenza presso il Centro Vaccinale ci segnalano numerosi problemi e incongruenze sulle prenotazioni dei cittadini con conseguenti situazioni di disagio e stress per questi ultimi già provati da una situazione drammatica che viviamo oramai da oltre un anno.

C'è bisogno di allestire uno sportello che informi i cittadini sullo stato della propria prenotazione e consenta di correggere gli errori che possono capitare in fase di compilazione della richiesta. L'assurdo è che, in questo stato di cose, si è aperta la piattaforma per le prenotazioni della fascia 50-59 quando siamo ancora in enorme ritardo su fragili e over 70 e, soprattutto, non si riesce ad avere i dati locali sui numeri delle inoculazioni per categorie di popolazione. Abbiamo il dato regionale ma non il dato locale".

Chiusura decisa del primo cittadino che richiama le parti in causa alle proprie responsabilità e competenze. "È una situazione insostenibile che si protrae nonostante le rassicurazioni del Direttore del Distretto e della stessa ASL alle quali, tuttavia, non è seguita alcuna inversione di rotta visto che, come detto, siamo ancora in presenza di poco personale, aperture limitate del Centro e disagi per i cittadini. Invito il Direttore Generale dell'ASL ed il Direttore di Distretto ad attivarsi, ad horas, per dotare il Centro Vaccinale del personale necessario affinché lo stesso sia aperto 7 giorni su 7 sia al mattino che al pomeriggio.

Devono intervenire sulla distribuzione di medici, personale e dosi di vaccino tra i diversi centri con l'unico criterio di distribuzione che può e deve essere adottato che è quello basato sul numero di abitanti, ogni altro criterio non ha ragione di esistere. E devono essere cristallini, oltre che chiaramente resi noti, anche i criteri che vengono utilizzati per procedere con le convocazioni. Va fatta una pianificazione su chi viene vaccinato ed in quali giorni, una pianificazione che deve poi essere resa pubblica. Pretendo - conclude il Sindaco - che ai cittadini vengano date risposte immediate e certe e che gli stessi siano tutelati attraverso procedure che siano chiare, basate su criteri di logicità e buon senso e che siano rispettate".

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/11/2020

"IlluminiAMO San Severino", balconi addobbati per un Natale di rinascita

In vista delle prossime festività natalizie, il Forum dei Giovani di Mercato San Severino, di concerto con il Comune e l’Associazione dei Commercianti, propone alla cittadinanza "IlluminiAMO Mercato San Severino".

Il regolamento è semplice: 1) seguire la pagina Instagram del Forum (https://instagram.com/forumgiovanimss); 2) spedire entro il 20 Dicembre 2020 via mail (forumgiovanimss@gmail.com) o via Instagram una fotografia del balcone addobbato per Natale, specificando nome e cognome; 3) le fotografie raccolte saranno pubblicate il 22 Dicembre sulle Instagram Stories del Forum e sottoposte a sondaggi pubblici, dal cui esito si decreteranno vincitori i tre balconi più votati; 4) in palio per i vincitori un premio simbolico.

"Speriamo nella vostra massiccia partecipazione - scrivono dal Forum - mandiamo un messaggio di speranza, di rinascita e di auspicio per un anno migliore".

Leggi tutto

Redazione Irno24 24/08/2021

Mercato San Severino, adesioni per il servizio di trasporto scolastico 21/22

Considerato il perdurante stato di emergenza sanitaria derivante dal Covid, l’Amministrazione Comunale di Mercato San Severino è consapevole di dover adottare linee di sicurezza e misure precauzionali finalizzate al benessere della popolazione studentesca.

Il Comune, in qualità di coordinatore organizzativo ed amministrativo della gestione del servizio di trasporto scolastico, ai sensi della normativa vigente, organizza e gestisce il servizio al fine di contribuire alla realizzazione del diritto allo studio di tutti gli alunni della scuola Primaria, offrendo interventi volti a facilitare l’accesso e la frequenza alle attività scolastiche.

Per il nuovo anno scolastico, di concerto con il competente l’Assessorato, l’Ufficio Politiche Scolastiche, nel rispetto delle linee guida, sta valutando attentamente le opportune misure da adottare per la ripresa dell’attività didattica in presenza, in special modo quelle misure di sicurezza omogenee per il trasporto dedicato, cui ottemperare con cura, nel rispetto della normativa sanitaria e delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid.

Pertanto, ferma restando la responsabilità genitoriale o del tutore su alcune misure di prevenzione generale (quali la misurazione della febbre a casa degli studenti prima della salita sul mezzo di trasporto e l’assoluto divieto di farli salire in caso di alterazione febbrile o nel caso in cui siano stati in diretto contatto con persone affette da Covid nei 14 giorni precedenti), si comunica che l’Ufficio Politiche scolastiche è quotidianamente aperto, ad eccezione del giovedi, per raccogliere le manifestazione d’interesse da parte dei genitori degli alunni che intendono usufruire del servizio di trasporto.

IL MODELLO DI DOMANDA

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...