Spettacolare 10-10 fra Rari Salerno e Rari Savona

Santini e Scotti Galletta autori di una grande prestazione

Il portiere Santini (foto Marina Carascon)

Redazione Irno24 01/02/2020 0

Ritorna il campionato di serie A1 dopo la lunga sosta ed è subito spettacolo alla piscina Simone Vitale dove, Sabato 1 Febbraio, è andata in scena la gara tra Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno e Rari Nantes Savona. Le due formazioni, appaiate in classifica, danno vita a un match vibrante ed equilibrato, che termina con un pareggio (10-10) sostanzialmente giusto.

La Rari Salerno paga alcune ingenuità difensive che hanno permesso agli ospiti di segnare gol praticamente senza difesa, ma di contro hanno avuto in Santini un baluardo quasi insuperabile. Di altissimo livello la prova del portiere giallorosso, così come quella del capitano Scotti Galletta, che ha messo in acqua grinta, tecnica, esperienza e una condizione fisica invidiabile, riscoprendosi anche goleador con tre marcature.

Nonostante i molti acciacchi che hanno afflitto alcuni uomini chiave della Rari, cui si aggiunge la squalifica di Sanges, i giallorossi hanno tenuto testa ai più quotati avversari, tra i quali si è messo ancora una volta in evidenza il salernitano Campopiano, autore di tre reti.

Il primo quarto è caratterizzato da un grande equilibrio, rotto solo sul finire del tempo dai 2 gol del Savona, ai quali replicano Elez e Scotti Galletta. Nella seconda frazione i liguri si portano in vantaggio chiudendo 2-1, in gol Scotti Galletta a pochi secondi dalla fine. Nel terzo quarto torna l’equilibrio e i gol: finisce 3-3, in rete per i giallorossi due volte Cuccovillo e ancora Scotti Galletta.

L’ultimo e decisivo quarto si apre con il Savona che si porta avanti di due, ma la Rari non molla. Il pubblico della Vitale si fa sentire e i ragazzi in acqua danno tutto. Il Savona tende a chiudere molto sul centroboa in difesa, lasciando spazio al micidiale tiro di Marko Elez, che ne mette dentro ben 3, fra i quali un rigore procurato dall’astuzia e dalla tecnica di Scotti Galletta. All’ultimo respiro il pareggio lo agguanta Luongo.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 09/12/2019

Santini è super, Rari Nantes supera Trieste 8-5

Esplode la piscina Vitale e si chiude in bellezza un 2019 da incorniciare per la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, che batte la Pallanuoto Trieste per 8-5. Trascinati da un super Santini, autore di parate strepitose, tra le quali due rigori, e da un infallibile Tomasic, 5 gol per lui (tra i quali una "beduina" da urlo), i giallorossi stendono la quinta forza del campionato, mostrando un'incredibile coesione di squadra.

La gara parte in perfetto equilibrio, con continui capovolgimenti di fronte, Trieste dimostra subito di essere uno squadrone e chiude il primo quarto in vantaggio per 2-1. Per la Rari a segno un impeccabile Elez, preziosissimo nella gestione dell’uomo in più e nel difendere con l’uomo in meno. Mister Citro deve fare a meno dello squalificato Sanges e non esita a concedere minuti al giovane Fortunato, che prende botte e le dà ai due metri, ma se la cava alla grande a confronto dei più esperti e rodati avversari. Gestione dei falli al limite della perfezione per i giallorossi, con la solita grande esperienza di Scotti Galletta a tenere la barra e a smorzare gli entusiasmi triestini.

Nel secondo quarto la Rari rimonta e chiude in vantaggio per 2-1, con gol di un acciaccato Cuccovillo e con Tomasic che comincia il suo personale show. Squadre in pareggio, ma da adesso in avanti sarà solo Rari. Nel terzo quarto i giallorossi si impongono 3-0 (Tomasic, Tomasic, Tomasic) e scavano il solco definitivo. Nell’ultima frazione si tiene a bada la reazione del Trieste e si chiude 2-2, ancora con il gol di Tomasic e di bomber Luongo. Risultato finale 8-5 e la festa può cominciare.

“La Vitale è il nostro fortino – ha commentato il portiere Simone Santini al termine della gara – e ce la giochiamo con tutti. Abbiamo preparato benissimo la partita e oggi abbiamo difeso davvero bene, le mie parate sono il risultato della fase difensiva. Un plauso al nostro pubblico, come sempre un uomo in più per noi e una sorpresa solo per chi viene da fuori. Ora passiamo un bel Natale”.

foto Marina Carascon

Leggi tutto

Redazione Irno24 16/01/2021

Rari Nantes perde a Sori ma "vede" la fase d'elite del campionato di A1

Alla Piscina Comunale di Sori è andata in scena, per la quinta giornata del campionato di serie A1 di pallanuoto, girone A, la gara tra Iren Genova Quinto e Rari Nantes Salerno. Nonostante la sconfitta per 10-7 e un quarto tempo da brividi, i giallorossi grazie alla vittoria per 11-7 dell’andata "vedono" la fase d’élite dalla quale scaturiranno i playoff scudetto. Per la matematica bisognerà aspettare la gara tra Quinto e Pro Recco: un clamoroso pareggio o addirittura una improbabile vittoria dei biancorossi vanificherebbe tutto.

Quinto ha messo in acqua tanta grinta, ma una grande Rari ha tenuto ottimamente la vasca per almeno tre tempi. Il primo quarto è scoppiettante e si chiude con i padroni di casa in vantaggio 5-3. Per i giallorossi a segno due volte Luongo e l’inossidabile Scotti Galletta. Nella seconda frazione perfetta parità, 2-2, in gol Elez ed Esposito. È il terzo tempo quello che consegna più certezze alla Rari, che si impone per 2-0 con i gol di Elez e Tomasic.

È invece il quarto e ultimo tempo che, come all’andata, ha rischiato di vanificare tutti gli sforzi. Quinto si impone per 3-0, fissando il punteggio sul 10-7, poi sono bravi i ragazzi di Citro a tenere botta contro la foga di rimonta degli avversari.

“Alleno una squadra di veri uomini – il commento a caldo del tecnico giallorosso – oggi non abbiamo mai mollato, anche quando ci è parso di avere 'tutti' contro. Ci siamo conquistati ogni cosa che abbiamo ed è per questo che questa vittoria ha un sapore ancora più dolce”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 14/04/2021

La Rari Nantes Salerno inchioda Ortigia sul 10 pari, Elez evita la beffa

Mercoledì 14 aprile alla piscina Simone Vitale si è disputata la gara della prima giornata di ritorno della Fase d’Elite, girone F, che ha visto la Rari Nantes Salerno affrontare il forte Ortigia Siracusa. Gara che termina sul 10 pari, ma che ha visto i giallorossi disputare una grande partita e fermati da due ingenuità difensive e tanti fischi discutibili da parte della coppia arbitrale, decisamente non in giornata.

Primi due quarti sontuosi da parte dei giallorossi, che mettono alle corde i siracusani, salvati dal solito Tempesti in più di una occasione; 2-1 e 4-2 i parziali, con i gol giallorossi messi a segno da Tomasic, Cuccovillo, Fortunato, Elez e doppietta di Luongo su rigore. Gara combattuta, ma ben interpretata dalla Rari in tutti i suoi uomini, che mister Citro ha sapientemente ruotato, tenendo sempre alto il ritmo.

Nella terza frazione la Rari scende in acqua più timorosa e ne approfitta l’Ortigia con i suoi uomini di punta, Mirarchi e Napolitano su tutti. In questa frazione inizia anche la confusione arbitrale, a partire dal terzo fallo grave fischiato a Tomasic, che priva la Rari del suo centro. Un quarto da dimenticare, durante il quale i siciliani accorciano il distacco imponendosi per 3-1 (gol di Esposito).

Nell’ultima frazione la gara è combattutissima, ma ancora alcune sviste danno il via alla rimonta dell’Ortigia che a 6 secondi dalla fine si trova avanti di una rete. Quando le speranze sembrano ridotte al minimo, Marko Elez tira fuori una delle sue bombe dalla distanza, alla quale anche Tempesti non può fare altro che inchinarsi. Finisce 10-10, con grande rammarico per i giallorossi, consci di aver disputato una grande gara, e che il pari è frutto soprattutto di sviste altrui. Con questo pari l’Ortigia si è giocata una grossa chance di accedere alle semifinali scudetto.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...