Torna il senso unico nel sottopasso Via Mobilio-Via Torrione

Da Via Torrione non si può svoltare a destra e imboccare Via Mobilio

Redazione Irno24 21/01/2020 0

Sarà adottato da Mercoledì 22 Gennaio 2020, a Salerno, il senso unico di marcia con direzione monte-mare nei pressi del sottopasso Via Settimio Mobilio/Via Torrione. In pratica, chi percorre Via Torrione e intende imboccare Via Mobilio, non potrà svoltare subito a destra dopo il semaforo, ma dovrà proseguire e utilizzare il tunnel che conduce alla rotatoria di Via Vinciprova.

Di conseguenza, ai veicoli che percorrono Via Mobilio, giunti all'intersezione con Via Torrione, è fatto obbligo di dare la precedenza a quelli viaggianti su quest'ultima, prima di svoltare a destra e immettersi sulla carreggiata.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 23/12/2020

Salerno, gli auguri del Presidente della Provincia e l'invito alla cautela

"Siamo ormai arrivati alle festività natalizie, questo Natale 2020 sarà ricordato per la sua eccezionalità, come del resto tutto l’anno che sta per terminare. È il terzo Natale che mi vede Presidente della Provincia di Salerno e, contrariamente agli anni precedenti, non abbiamo potuto organizzare il tradizionale scambio di auguri con il quale mi piaceva incontrare un po’ tutti, per salutarci con una stretta di mano e fare il punto su tutte le attività svolte durante l’anno.

Questo 2020 nello specifico è stato particolarmente denso di lavoro effettuato al servizio del territorio per arginare i problemi e sostenere le famiglie, gli anziani, i giovani, le donne e gli uomini delle nostre comunità colpite dalla pandemia. Abbiamo operato per prevenire il diffondersi dei contagi in attuazione della normativa nazionale e regionale nelle scuole, nei musei e biblioteche provinciali.

Abbiamo aperto cantieri per migliorare la sicurezza della nostra rete viaria e delle nostre comunità scolastiche, ma anche per promuovere sviluppo economico e occupazione. Abbiamo lavorato per il risanamento dei corpi idrici superficiali per depurare le acque. Sconfiggere realmente il Covid-19 passa anche dalla fondamentale tutela dell’ambiente. Tutti noi abbiamo fatto grandi sacrifici, molti hanno perso familiari e amici. Altri hanno perso il lavoro o sono comunque in difficoltà economica. Molti si sono ammalati e per fortuna sono guariti grazie alla professionalità e alla dedizione di medici, infermieri, operatori sanitari che non si sono mai fermati, e spesso hanno perso la vita per salvare vite umane.

Ora durante le festività prevediamo ulteriori spostamenti, forse per acquistare regali natalizi, alimenti o per organizzare pranzi e riunioni familiari, tutte azioni regolamentate dal Decreto Natale 2020 in vigore dal 19 Dicembre, adottato proprio per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus nel periodo festivo. Per questo con i nostri agenti provinciali stiamo monitorando il territorio in sinergia con le forze dell’ordine.

Faccio quindi un appello accorato a tutti i cittadini della nostra bellissima provincia: rimaniamo a casa. Non è il momento di spostarsi, di uscire, andando a vanificare tutti gli sforzi fatti fino ad oggi dalla maggioranza della popolazione che ha rispettato con grande senso di responsabilità le restrizioni necessarie, dolorose ma inevitabili. Atteniamoci con rigore alle ultime disposizioni nazionali e regionali e se dobbiamo uscire facciamolo con cautela.

Questo Natale ci porti a riflettere, ora è il momento di non perdere terreno conquistato, la lotta alla diffusione del Covid-19 sta dando risultati positivi. I dati del contagio sul nostro territorio provinciale sono in discesa, quindi non dobbiamo abbassare la guardia proprio in questi giorni. Possiamo fermare questo virus tutti insieme, prendendoci cura gli uni degli altri, evitando azioni irresponsabili.

Il Natale è unione e serenità. Un momento in cui ci si stringe nei valori religiosi della natività, ma anche semplicemente all'insegna della pace e del rispetto reciproco, per chi non crede. Anche se distanziati, sentiamoci vicini e fiduciosi, uniti ai nostri 'fratelli tutti' come ci ricorda l’enciclica papale dello scorso ottobre. Auguro a tutti, a nome mio e dell’Amministrazione provinciale, un sereno Natale e un anno nuovo di rinascita, nel quale noi come Provincia saremo presenti, con la nostra attività, con il nostro impegno a servizio del territorio e di tutti voi".

Michele Strianese, Presidente della Provincia di Salerno

Leggi tutto

Redazione Irno24 10/10/2020

In provincia 32 positivi nelle ultime 24 ore, 5 a Salerno

Nelle ultime 24 ore, fa sapere l'Asl nel consueto aggiornamento, sono stati rilevati 32 positivi al Covid nel salernitano, così distribuiti sul territorio: 8 a Cava de' Tirreni, 3 a Battipaglia, 7 a Nocera inferiore, 3 a Mercato San Severino, 5 a Salerno, 2 a Fisciano, 1 ciascuno a Eboli, Angri, Pontecagnano e Campagna.

Leggi tutto

Redazione Irno24 26/08/2020

Vittime terrorismo, la Polizia di Salerno commemora gli agenti De Marco e Bandiera

Questa mattina, 26 agosto, a Salerno, in Piazza Vittime del Terrorismo, nel rispetto delle misure di contenimento previste dalla normativa Covid-19, alla presenza del Prefetto della Provincia di Salerno, dott. Francesco Russo, e del Questore della Provincia di Salerno, dott. Maurizio Ficarra, si è tenuta una breve cerimonia di deposizione di tre corone di alloro (una della Polizia di Stato, una dell’Esercito Italiano e una del Comune di Salerno), presso il monumento eretto, per ricordare il barbaro attentato terroristico che provocò, in data 26 agosto 1982, in via Parisi (ora Piazza Vittime del Terrorismo - Quartiere Torrione), la morte dell’Agente della Polizia di Stato Antonio Bandiera, dell’Agente Scelto della Polizia di Stato Mario De Marco e del Caporale dell’Esercito Italiano Antonio Palumbo.

Alla commemorazione sono intervenuti il Sindaco Napoli, il Ten. Col. Gianpiero D’Urso del reggimento Cavalleggeri Guide 19° di Salerno e rappresentanti dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato. La breve cerimonia è proseguita subito dopo con un minuto di raccoglimento - durante il quale la vedova dell’Agente De Marco ha adagiato un fascio di fiori ai piedi del monumento - e con la benedizione da parte del Cappellano Provinciale della Polizia di Stato.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...