Bazar dell'illegalità a Mercatello: droga, denaro ed esplosivi in casa di 2 fratelli

Sequestro record di 6 kg di hashish e 300 di cocaina

Redazione Irno24 19/09/2021 0

Proseguono le attività di controllo del territorio dei Carabinieri della Compagnia di Salerno, unitamente all’attività informativa seguente alla recentissima operazione “Porta a Porta” che ha inflitto un duro colpo allo spaccio di stupefacenti nel capoluogo e non solo.

Diversi elementi info operativi sul terreno hanno condotto i militari della Stazione di Salerno Mercatello verso un’abitazione situata a soli 500 metri dal Comando Provinciale, un’abitazione come tante all’interno di un contesto di condomini densamente popolati.

Nella mattina di ieri è stato pertanto organizzato apposito servizio dalla Stazione Salerno Mercatello, assieme alla Sezione Radiomobile di Compagnia, facendo giungere per l’occasione anche due unità cinofile del Nucleo di Tito (PZ): il cane antidroga “Neri” è quello antiesplosivi “Warrior”. Il dispositivo ha effettuato l’accesso alle ore 9 circa, trovando in casa i fratelli salernitani P.M., di 39 anni, e P.S., di 36.

Le unità cinofile hanno da subito segnalato che nell’abitazione era presente materiale illecito, indicando numerosi punti di ricerca; i militari si sono pertanto divisi in varie zone dell’appartamento rinvenendo: nella stanza di P.M., 7 panetti di hashish per oltre mezzo chilo, vari pezzetti del medesimo stupefacente per altri 30 grammi, bilancino e 82 ordigni pirico-esplosivi artigianali per oltre 3,5 kg di peso; in una cassapanca, altri 20 grammi di hashish;

una cassaforte all’interno della cucina di cui i fratelli avevano tentato di disfarsi lanciandola dal balcone (venendo però prontamente bloccati dai militari), al cui interno si celavano 53 panetti di hashish per circa 5,2 kg, oltre a 325 grammi di cocaina all’interno di involucri termosaldati; un’ulteriore cassaforte occultata in una busta della spesa collocata all’interno della lavatrice del bagno di servizio;

tale cassaforte, aperta dai fratelli come la precedente, ha rivelato un contenuto di circa 120000 (centoventimila/00) euro in contanti; all’interno del bagno padronale, nel contenitore “panni da lavare”, materiale per taglio e confezionamento dello stupefacente, fra cui un centinaio di bustine con chiusura a pressione. Un sequestro record per complessivi quasi 6 kg di hashish, oltre 300 di cocaina, 3,5 kg di materiale esplodente e circa 120mila euro in contanti.

È stato subito richiesto l’intervento degli Artificieri Antisabotaggio del Comando Provinciale Carabinieri di Salerno per la messa in sicurezza dell’esplosivo, che sarà successivamente campionato e analizzato. Per i due fratelli, prima di oggi solo relativamente noti alle Forze Dell’ordine, si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Fuorni.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 05/12/2020

Salerno, ruba al supermarket ed esibisce documenti falsi: arrestato 26enne

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato l’autore di un furto in un supermarket, in possesso di documenti falsi. Il giovane, dopo aver fatto incetta di merce, ha tentato di superare le casse di un supermercato del centro a Salerno, ma i dispositivi antitaccheggio hanno azionato l’allarme.

I poliziotti della Sezione Volanti hanno fermato il giovane, trovandolo in possesso di generi alimentari vari ed alcolici, nascosti negli indumenti ed in un marsupio portato in spalla. Quando gli è stato chiesto un documento che ne provasse le generalità, il ladro ha consegnato ai poliziotti una carta d’identità falsa. E falsa è risultata anche la tessera sanitaria che il giovane portava al seguito.

Le impronte digitali hanno permesso di identificare con certezza il giovane nel 26enne O.H., nato in Ucraina ma cittadino italiano, abitante a Battipaglia. Per lui sono scattate le manette e gli agenti lo hanno arrestato per possesso di documenti falsi e furto aggravato.

Leggi tutto

Redazione Irno24 18/09/2021

Salerno, spacciava sotto casa al centro storico: arrestato dai Falchi

Durante i controlli in strada, gli agenti della Squadra Mobile di Salerno hanno arrestato P.V., classe 1979, per detenzione di sostanze stupefacenti al fine di spaccio. In particolare, i poliziotti della Sezione “Falchi” hanno notato alcuni movimenti sospetti del giovane nel centro storico di Salerno, dove era probabilmente intento a spacciare non lontano dalla sua abitazione e lo hanno controllato.

A seguito della perquisizione domiciliare, il giovane, infatti, è stato trovato in possesso di cocaina per un peso complessivo di 72 grammi, in parte già suddivisa in numerose singole dosi confezionate e pronte per la vendita.

Per quanto accertato, P.V. è stato dichiarato in arresto ed è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto la traduzione agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/04/2020

Addio al regista teatrale Gino Esposito, il cordoglio del Sindaco Napoli

Una brutta malattia ha sconfitto Luigi Esposito, meglio noto come Gino, esponente di spicco del teatro salernitano. Sarnese di nascita ma salernitano d'adozione, Esposito aveva fondato il "Gruppo Umoristico Salernitano" a metà anni 70 - protagonista di tanti spettacoli della commedia napoletana al "Ridotto" di Salerno - e attualmente ricopriva il ruolo di direttore artistico del Teatro Arbostella.

Qui Esposito aveva abbinato al talento nella regia l'attitudine all'organizzazione e al coordinamento, con cartelloni sempre interessanti e corsi di formazione per nuove leve. Al suo attivo anche tournèe nazionali e rassegne locali.

"Esposito - ha commentato il Sindaco Napoli - è stato un geniale operatore culturale, tra i più apprezzati della nostra comunità. Passione, gentilezza, tenacia hanno contraddistinto ogni sua iniziativa fino all'ultima il Teatro Arbostella nella quale Egli valorizzava generi e talenti. Con Gino Esposito, Salerno perde un prezioso punto di riferimento artistico che ha ispirato diverse generazioni di artisti ed autori. Sapremo perpetuare la sua eredità".

"Il Teatro salernitano piange una persona che da oltre quarant'anni - regista e fondatore prima del teatro Ridotto e poi dell'Arbostella - ha saputo con umiltà e professionalità essere un riferimento importante per la città di Salerno. Io perdo un fratello dolce ed affettuoso ed un amico generoso nella collaborazione, iniziata nel lontano 1974. Ciao Gino, mi mancherai tanto". Lo ha scritto il collega regista Ugo Piastrella del Teatro Nuovo.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...