Il Circolo Canottieri Irno detta legge anche ai Campionati Master

Nel varesotto un titolo societario, tre medaglie d’oro e due d’argento

Redazione Irno24 03/07/2021 0

Gli atleti over, non solo quelli under, continuano a dare lustro al Circolo Canottieri Irno Salerno. E’ il caso dei portacolori “sempreverdi” del sodalizio biancorosso, che sono saliti - ben 4 volte - sul gradino più alto del podio in occasione dell’edizione 2021 dei Campionati Italiani Master. L’evento si è svolto nell’ultimo fine settimana di giugno, sulle acque del lago di Comabbio.

Nel campo di regata, in provincia di Varese, allestito dagli organizzatori e padroni di casa della Canottieri Corgeno, si sono susseguite, nell’arco di due giornate, 84 gare, che hanno registrato la presenza di 844 iscritti in rappresentanza di 93 società provenienti da tutta la Penisola. Numeri che la dicono lunga sulla competitività della manifestazione e che accrescono ulteriormente i meriti degli atleti salernitani, di età compresa tra i 55 e i 65 anni, che hanno fatto incetta di medaglie.

Il risultato più prestigioso è costituito dal titolo di campione d’Italia conquistato dall’equipaggio societario, composto da Enrico Di Cola e Piergiorgio Esposito, che si è imposto nella categoria due senza Master F. Oro anche per Alfonso Sanseverino, che ha dato il suo apporto nel quattro con misto Master E, dove è stato inserito nell’imbarcazione allestita dalla Canottieri Coraggio. La società ospitante si è avvalsa anche del contributo di Gigi Galizia per portare a casa un altro successo prestigioso nel quattro senza misto Master E.

Il poker di medaglie preziose del Circolo Canottieri Irno Salerno si è completato con il trionfo nell’otto Master F dell’equipaggio misto (con la Canottieri Firenze), dove erano presenti i “vecchietti d’oro” del canottaggio cittadino Galizia e Sanseverino, capaci di mettere insieme complessivamente 17 titoli italiani dal 2013.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 25/05/2021

Salerno sogna un'altra promozione in A con la canoa polo dei Canottieri Irno

Il sogno promozione può continuare ad essere cullato. Anche gli ultimi impegni del girone d’andata hanno confermato le potenzialità e la coesione della squadra di canoa polo del Circolo Canottieri Irno di Salerno. Il salto di categoria resta sempre nel mirino di Di Martino e compagni, che hanno compiuto un percorso quasi senza macchia nella prima parte del campionato di A1: ben sei vittorie, appena un pareggio e una sola sconfitta nelle otto gare finora disputate nel raggruppamento meridionale.

La classifica attesta che la squadra biancorossa è seconda con 19 punti complessivi, alle spalle della capolista Ortigia Siracusa (che vanta soltanto due lunghezze di vantaggio) e davanti al Marton di Bari. Anche nello scorso fine settimana, nella tappa che si è disputata a Cefalù, il team del presidente Giovanni Ricco si è fatto rispettare in acqua.

Percorso netto nelle prime tre gare: battuto il Marton 4-2, superato in scioltezza (con il punteggio tennistico di 6-1) il GR Canoe Roma, e successo (3-1) mai in discussione contro lo Snap, sempre di Roma. Un biglietto da visita migliore non poteva essere presentato, insomma, alla vigilia dello scontro diretto tra le prime due della classe. Ma proprio nel match più importante di questa prima parte dell’anno, quello contro Ortigia (che aveva appena subito l’unica battuta d’arresto stagionale da parte di Palermo), i salernitani hanno dovuto pagare dazio, innanzitutto, alla sorte.

Il giovane e promettente De Simone è rimasto fuori dalla contesa per aver cumulato in precedenza tre gialli, mentre l’esperto De Matteo ha dovuto dare forfait, dopo neppure un minuto di gioco, a causa di un infortunio (la cui entità verrà valutata esattamente nei prossimi giorni): la partita è diventata subito in salita e Ortigia ne ha approfittato per condurla in porto senza particolari patemi d’animo, con il risultato finale di 5-1 oltremodo penalizzante per l’Irno e poco rispondente ai reali valori della due compagini in acqua.

Nulla comunque è perduto: la classifica resta molto fluida e nel girone di ritorno Montefusco, Serra e, soprattutto, il pluridecorato Di Martino (che con il Posillipo ha conquistato scudetti e Champions League), insieme agli altri compagni di squadra, proveranno a giocarsi le loro chance di promozione fino alla fine. Magari confidando anche nella vena realizzativa del bomber Avitabile, già a bersaglio 14 volte, che punta a vincere il titolo dei cannonieri del girone Sud di serie A1. Il prossimo appuntamento è in calendario a Taranto nel week end del 19 e 20 giugno.

Leggi tutto

Redazione Irno24 11/07/2021

Gaia Colasante regala il bronzo iridato ai Canottieri Irno

Gaia Colsante ha portato Salerno e il Circolo Canottieri Irno sul terzo gradino del podio iridato. Con il body azzurro della Nazionale italiana, di cui ha fatto parte sin dall’inizio del raduno, nella prima giornata di finali ai Campionati Mondiali di canottaggio Under 23, in corso di svolgimento a Racice, nella Repubblica Ceca, la ventiduenne atleta in forza al sodalizio biancorosso, ha conquistato la medaglia di bronzo nel quattro di coppia.

Insieme a Sara Borghi, Lucrezia Baudino e Vittoria Tonoli ha contribuito a uno straordinario risultato dell’Italremo femminile. L’equipaggio italiano si è classificato subito dopo quelli di Svizzera e Germania. Dopo aver concluso con il secondo tempo la propria semifinale, nell’atto conclusivo della competizione mondiale, il quattro di coppia azzurro si è staccato dai blocchi di partenza e ha iniziato un testa a testa con la Germania. Ai 500 metri davanti è passata l’imbarcazione svizzera, inseguita da quelle tedesca e tricolore.

A metà gara è risultato ancora al comando l’equipaggio elvetico, tallonato sempre da Germania e Italia. Ma al passaggio dell'ultima frazione le azzurre hanno allungato, portandosi in seconda posizione, seppure staccate dalla Svizzera. Negli ultimi metri, però, la Germania ha reagito e in volata ha superato la barca italiana, che non ha potuto fare altro che garantirsi il terzo gradino del podio, con il ragguardevole tempo finale di 6.35.65.

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/09/2021

Triathlon, settembre ricco di soddisfazioni per il Circolo Canottieri Irno

E’ stato un mese di settembre ricco di soddisfazioni e di risultati prestigiosi per la squadra di Triathlon del Circolo Canottieri Irno di Salerno. Il team biancorosso è riuscito a raccogliere in gara i frutti di un lavoro mirato che è stato fatto nel corso degli allenamenti, sotto la guida del tecnico Paolo Cammarota e la supervisione del responsabile della sezione Pietro Lalia.

In evidenza, innanzitutto, le giovani leve. Una citazione particolare la merita Cristiana Rescigno: la 17enne salernitana, in questo suo primo anno nella triplice, nel corso del Super Sprint a Trani, si è classificata prima nella sua categoria e quarta in quella assoluta. Grazie anche a questo risultato è stata convocata come riserva nella rappresentativa della Campania, in occasione della Coppa delle Regioni a Sanremo: nella gara individuale (seppur non in perfette condizioni fisiche) ha concluso la sua prova di categoria al 25esimo posto.

Marco Sbozza, invece, componente come titolare della squadra campana, sempre nella stessa competizione, si è classificato 52esimo nella gara individuale.

Notevole è stato, come al solito, il contributo degli atleti Master del Circolo Canottieri, a cominciare dagli Ironman: Michele Petrone, ad esempio, lo scorso 10 settembre al Blacklake Xtreme Triathlon Montenegro (3.8km di nuoto – 180 km e 3.400 metri di dislivello in bici – 42 km e 1.400m di dislivello di corsa) si è classificato primo nella sua categoria, settimo assoluto, ma soprattutto è risultato il migliore degli italiani. L’esponente del team biancorosso ha avuto l’ulteriore merito di completare la sua gara nonostante una clavicola rotta a casa di una caduta in bici avvenuta al km 30.

Antonio Marchesano si è fatto onore all’appuntamento di Cervia (che si è tenuto lo scorso 19 settembre) tornando in gara sulla distanza del Mezzo Ironman: dopo aver nuotato per 1.9 km, pedalato per 90 km e corso per 21 km, si è classificato 83esimo assoluto e all’ottavo posto nella sua categoria. Giacomo Pellegrino, invece, ha partecipato al Campionato Europeo Xterra Full Dintence (che si è disputato a Molveno il 26 settembre) portando a termine una gara durissima e classificandosi 182esimo assoluto e 20esimo di categoria.

I Master dei Canottieri Irno si sono distinti anche sulle distanze Sprint e Olimpico. Sugli scudi, in particolare, Bruno Napoli, che si è fregiato del titolo di campione regionale di Triathlon Sprint al Campionato tenutosi a Ischia: primo nella categoria M3 e 14esimo assoluto. Nel suo bilancio personale vanno annoverati anche il secondo posto di categoria allo Sprint di Terni e il primo di categoria (e decimo assoluto) all’Olimpico di Termoli.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...