Inps, reddito di cittadinanza: necessario il rinnovo della DSU entro il 31 Gennaio

Dichiarazione ISEE ha validità fino al 31 Dicembre dell'anno in cui è presentata

Redazione Irno24 04/01/2021 0

Tutti i beneficiari del reddito o pensione di cittadinanza che hanno presentato la DSU nel corso del 2020 devono rinnovarla entro il 31 gennaio 2021 per non perdere la continuità nel pagamento della prestazione. Le prestazioni del mese di gennaio sono riferite ai redditi di dicembre 2020 e saranno pertanto messe in pagamento per tutti i beneficiari.

A partire dal mese di febbraio 2021, invece, il calcolo dei redditi e pensioni di cittadinanza sarà riferito alle DSU valide del mese di gennaio 2021 e sarà quindi necessario disporre di un ISEE aggiornato. In presenza dei presupposti di legge, il nucleo potrà presentare la DSU per ISEE corrente previa presentazione della DSU per ISEE ordinario.

Le dichiarazioni ISEE presentate a partire dal 1° gennaio 2021 avranno validità fino al 31 dicembre 2021. Si ricorda che il rinnovo dell’ISEE è fondamentale per continuare a percepire anche tutte le numerose prestazioni assistenziali e bonus previsti dalla normativa vigente.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 18/02/2020

Aziende a scuola di social network a Salerno

Visto il grande interesse manifestato dagli operatori delle attività commerciali di proseguire il cammino nei percorsi formativi che favoriscano la promozione territoriale, Confcommercio Campania (sede di Salerno) propone il corso gratuito di “Social Media Training e Commerce”, a partire da Martedì 3 Marzo, nella sede del Centro Sociale di Salerno (Via G. Vestuti, Pastena).

A cura di docenti esperti del settore, il corso è pensato per le aziende che desiderano formare i propri dipendenti in termini di comunicazione social, fornendo indicazioni e tips per comunicare online in modo consapevole, efficace e sicuro, sia a livello personale che in ambito professionale.

Il corso è strutturato in quattro moduli che comprendono lezioni teoriche e prove pratiche: Social Environment, 4 ore; Social Branding, (teoria), 4 ore; Social Branding (pratica), 8 ore; Social Ads 4 ore. Il seminario si svolgerà il Martedì e il Giovedì, dalle ore 14:30 alle ore 16:30, fino al 2 Aprile. Per partecipare, basta compilare il form al seguente link: https://forms.gle/dZ1zZujnQJUHVaz88.

Informazioni dettagliate alla mail salerno@confcommerciocampania.it e al numero 0892147589

Leggi tutto

Redazione Irno24 05/06/2021

Salerno, sospeso dipendente Inps: svolgeva attività extra presso patronato del figlio

Su disposizione della Procura di Salerno, la Guardia di Finanza ha eseguito un’ordinanza del Giudice per le Indagini Preliminari che dispone la misura cautelare della sospensione dal servizio di un dipendente dell’I.N.P.S., indagato per truffa ed accesso abusivo al sistema informatico. Il provvedimento è stato adottato al termine di un’indagine della 1a Compagnia di Salerno, sviluppata in stretta collaborazione con l’Ufficio provinciale dell’Istituto.

Gli approfondimenti delle Fiamme Gialle sono partiti dopo che un cittadino aveva ricevuto la richiesta di 800 euro dal patronato presso il quale aveva sbrigato una pratica amministrativa. Questa pretesa era subito apparsa anomala, sapendo che i servizi resi dai patronati vengono remunerati direttamente dal Ministero del Lavoro. Ulteriori sospetti erano sorti quando aveva casualmente incontrato uno dei due responsabili del patronato proprio nei pressi della sede provinciale dell’INPS.

Gli approfondimenti delle Fiamme Gialle di Salerno hanno confermato che M.N. (classe ‘61), a tutti gli effetti un dipendente dell’Ente di previdenza, da almeno 3 anni svolgeva anche attività “extra” presso il patronato gestito dal figlio, in totale violazione dell’obbligo di esclusività del rapporto di pubblico impiego. In particolare, con i successivi accertamenti bancari sono emersi una serie di accreditamenti anomali di somme in contanti e assegni, verosimilmente corrisposti dai clienti del patronato a fronte dei servizi ricevuti: indizi di un vero e proprio “doppio lavoro”, fonte di introiti dei quali andranno ora approfonditi i risvolti di natura fiscale.

Grazie al contributo della Direzione Provinciale dell’Istituto, sono stati ricostruiti oltre 41mila accessi alle banche dati, per ottenere informazioni utili al disbrigo delle diverse pratiche gestite dal patronato in questione (certificati di pensione, cessioni del quinto, domande di maternità, disoccupazione e bonus). Si tratta di interrogazioni chiaramente abusive, anche perché l’impiegato già da tempo non ricopriva incarichi operativi. Notificata la sospensione dal servizio per un anno, dovrà ora rispondere dell’accusa di “truffa” e “accesso abusivo a sistema informatico”, reati per i quali rischia la reclusione fino a cinque anni.

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/03/2021

Salerno, i nomi delle vittime di mafia sulla facciata di Santa Sofia

Anche quest'anno la Fondazione Polis, insieme a Libera, fa memoria delle vittime innocenti delle mafie. In considerazione della pandemia, le iniziative celebrative della XXVI Giornata Nazionale della Memoria e dell'Impegno consisteranno nella proiezione in scorrimento, con la tecnica del video mapping, dell’elenco dei nomi degli innocenti uccisi dalle mafie.

Questi i luoghi interessati, distribuiti per le 5 province del territorio regionale: Napoli, Piazza del Plebiscito; Salerno, Complesso di Santa Sofia; Caserta, Museo di Capua; Benevento, Rocca dei Rettori; Avellino, Piazza Libertà. La proiezione avverrà per tre serate consecutive, dal 19 al 21 marzo, dalle ore 19 alle ore 22.

"Memoria significa - ha dichiarato l’assessore regionale Mario Morcone - seminare coscienza civile, sensibilizzare le istituzioni e la cittadinanza sull'importanza della cultura della legalità, raccontare le storie delle vittime, perché questo serve a valorizzare l'importante impegno quotidiano che la Fondazione Polis, lontano dai riflettori, porta avanti a favore delle vittime.

Ecco perché i nomi delle vittime scorrono all'esterno di 5 importanti luoghi del territorio regionale, uno per provincia: sono uno schiaffo all'indifferenza e alla rassegnazione, un monito affinché la nostra terra, già duramente colpita dalla violenza criminale, non debba pagare ulteriori sacrifici"​.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...