Isolamento fiduciario e divieto di spostamenti per chi fa ingresso in Campania

Ai viaggiatori in arrivo alla stazione di Salerno obbligo di rilevazione della temperatura

Redazione Irno24 22/03/2020 0

Con ordinanza n. 20 del 22 Marzo 2020, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha disposto ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

"Con decorrenza dalla data odierna e fino al 3 Aprile, a tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni d’Italia o dall’estero, che faranno ingresso in Campania o vi abbiano fatto ingresso negli ultimi 14 giorni per rientrare nel territorio regionale, è fatto obbligo: di comunicare tale circostanza al Comune e al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o all’operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente;

di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali; di osservare il divieto di spostamenti e viaggi; di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza; in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione.

A tutti i viaggiatori in arrivo, anche per motivi consentiti dalle vigenti disposizioni nazionali e regionali, alle stazioni ferroviarie di Napoli, Napoli Afragola, Salerno, Caserta, Benevento nonché Battipaglia, Aversa, Sapri, Eboli, Vallo della Lucania, con treni che effettuano collegamenti interregionali, è fatto obbligo di: sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea, secondo le modalità organizzate presso le singole stazioni, in conformità a quanto previsto con il presente provvedimento; compilare l’autocertificazione, secondo il format diramato dal Ministero dell’interno e diffusamente in uso su tutto il territorio nazionale".

"Esprimo il mio vivo apprezzamento - ha dichiarato De Luca - per la tempestività e l'importanza della decisione assunta dal Governo, ed esplicitata dal decreto congiunto del Ministero della Salute e del Ministero dell'Interno, per il blocco di tutte le partenze da Nord a Sud. Questo ci aiuterà a combattere meglio la diffusione del contagio.

Ricordo tuttavia che rimane aperto un problema che a mio parere va affrontato con altrettanta tempestività e determinazione: il controllo del territorio, per il quale le forze in campo sono insufficienti. Da questo punto di vista ritengo assolutamente necessario impegnarsi in un grande sforzo collettivo, rivolto all'obiettivo essenziale e prioritario di contenere il contagio. Occorre un piano di mobilitazione mirato delle forze di polizia ma anche di tutte le Forze Armate, coerente con l'obiettivo, al netto delle attività di prevenzione antiterrorismo".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 17/10/2020

Bollettino Covid 17 Ottobre, la Campania conta altri 1410 positivi

L'unità di crisi regionale ha diffuso, come avviene quotidianamente da molti mesi a questa parte, il bollettino relativo ai contagi da Covid-19 in Campania. Il bollettino riguarda il 17 Ottobre ma il riscontro temporale, bisogna sempre ricordarlo, fa riferimento alle ore 23:59 del giorno prima (in questo caso 16 Ottobre).

Positivi del giorno: 1410 (Asintomatici: 1343 - Sintomatici: 67)
Totale positivi: 24433

Tamponi del giorno: 14704
Totale tamponi: 751931

Deceduti del giorno: 0
Totale deceduti: 499

Guariti del giorno: 74
Totale guariti: 8254

Posti letto di terapia intensiva occupati: 75
Posti di terapia intensiva disponibili: 110

Posti letto di degenza occupati: 817
Posti letto di degenza disponibili: 840

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/06/2020

Niente alcol in Campania dopo le 22, il TAR conferma l'ordinanza regionale

La decisione del TAR Campania conferma che l’unica ordinanza in vigore è quella regionale. Essa prevede: orario illimitato per pizzerie, pub e ristoranti; per i bar, dopo le 22, divieto di vendere alcolici per asporto. Dopo questo orario, gli alcolici possono essere consumati o al tavolo o al banco, secondo le norme di distanziamento.

L'Unità di Crisi ricorda che nei mesi scorsi, prima del Covid-19, al Pronto soccorso del Cardarelli sono arrivati per intossicazione alcolica o in coma etilico 37 ragazzi, 20 dei quali fra gli 11 e i 17 anni. Al Santobono si sono registrati 4 ricoveri (un bambino di 11 anni e tre ragazzine tra i 12 e i 14 anni).

E’ importante dunque riaprire progressivamente tutte le attività, ma è un atto doveroso di responsabilità evitare assembramenti e nel contempo cercare anche di tutelare la salute dei minori, in qualche caso addirittura bambini. Si fa appello alle forze dell’ordine perché sia fatta rispettare l’ordinanza e siano perseguiti coloro che somministrano superalcolici a minori.

Il TAR, nello specifico, ha pronunciato in data odierna un decreto di sospensione dell'Ordinanza Sindacale del Comune di Napoli n. 248 del 29 maggio 2020, accogliendo le richieste della Regione. In particolare, il Tribunale si è espresso sulle parti relative al prolungamento degli orari di somministrazione e vendita di alimenti e/o bevande, e di apertura dei relativi esercizi commerciali, in senso difforme, ed ampliativo, rispetto a quanto al riguardo previsto dalla ordinanza del Presidente della Regione Campania n. 53.

Leggi tutto

Redazione Irno24 08/04/2021

Un milione di dosi di vaccino somministrate in Campania

L'unità di crisi regionale comunica i dati aggiornati delle vaccinazioni alle ore 13:30, quando, in Campania, è stata raggiunta la soglia del milione di somministrazioni di dosi. Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 725.991 cittadini. Di questi, 274.367 hanno ricevuto la seconda dose. Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 1.000.358.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...