Jomi al terzo turno della European Cup, superate austriache del Roomz

Le salernitane vincono anche la gara di ritorno

Laura Avram - foto da fb Pdo Salerno

Redazione Irno24 19/10/2021 0

La Jomi Salerno vince anche il match di ritorno del Round 2 di EHF European Cup e supera il turno della manifestazione europea. Capitan Napoletano e compagne, dopo la vittoria esterna con il punteggio di 31 – 18, superano ancora le austriache del Roomz Jags Wiener Neustadt con il risultato finale di 31 – 20.

La prima rete del match è delle austriache, subito però arriva il pareggio della Jomi con Manojlovic. Le salernitane allungano sino al 3 – 1, il Roomz Jags riesce però a pareggiare i conti sul 3 – 3 quando il cronometro segna il minuto otto. Sette di coach Laura Avram nuovamente avanti sul 6 – 4 al 13'. Le austriache commettono qualche errore di troppo così la formazione salernitana allunga sul 10 – 6 quando il cronometro segna il 23'. Il primo tempo si chiude con la Jomi Salerno avanti con il risultato di 13 – 7.

Ad inizio ripresa arriva un parziale di due reti a zero per le campane che allungano ancora sino al 15 – 7 dopo tre minuti di gioco. Capitan Napoletano e compagne continuano a premere il piede sull'acceleratore raggiungendo il massimo vantaggio al 7' sul 18 – 8, costringendo il tecnico della formazione austriaca a chiedere il time out. Il team allenato da coach Laura Avram non si ferma ed allunga ancora: al 11' minuto il risultato è 22 – 9.

Al 15' salernitane che allungano ancora sino al 24 – 12. Il Roomz dal canto suo prova a limitare il passivo, al 23' il punteggio recita 28 – 14 in favore sempre della Jomi Salerno. Sul finire del match coach Avram concede spazio anche al giovane estremo difensore Ciociano che ricambia la fiducia del tecnico con alcuni interventi degni di nota. Finisce 31 – 20, Jomi al terzo turno della European Cup.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 16/01/2021

Ottavi European Cup, Zagabria si aggiudica il primo round ma la Jomi non sfigura

Una coraggiosa Jomi Salerno tiene testa alla corazzata Lokomotiva Zagabria nella gara d'andata degli ottavi di finale dell'European Cup. Capitan Napoletano e compagne non hanno sfigurato nei confronti delle più quotate avversarie, arrendendosi solo nel finale con il risultato di 22-33. Zagabria parte forte e piazza subito un parziale di due reti a zero a cui però risponde subito la Jomi con Krnic (1-2).

Le due formazioni sono sempre attaccate nel punteggio: Gomez con una doppietta e Napoletano rispondono subito alle reti avversarie (3-4). La Jomi trova il pareggio (6-6) con la rete del capitano, poi la doppietta di Gavric permette allo Zagabria di portarsi nuovamente sul +2 (6-8). Dalla Costa e Gomez non mollano, la Jomi pareggia nuovamente i conti (8-8). Zagabria prova a prendere il largo, le ragazze guidate in panchina da coach Avram non sono dello stesso avviso: si viaggia sui binari della parità. Nei minuti conclusivi Zagabria allunga il passo, la prima frazione si chiude 13-17.

Nel secondo tempo arriva la doppietta di Dalla Costa a rispondere alle reti avversarie (15-20), le salernitane giocano senza alcun timore reverenziale. Manojlovic e la solita Gomez tengono attaccata la Jomi Salerno al punteggio (17-23), ma alla fine è costretta a cedere il passo alla corazzata Zagabria. Domenica 17 Gennaio, alle ore 15:00, il match di ritorno, sempre alla SD Tresnjevka di Zagabria.

Leggi tutto

Redazione Irno24 18/06/2021

Jomi, la stella cubana Gomez chiude la carriera: "A Salerno ho dato tutto"

Conserverà per sempre un posto di primissimo piano nella storia della Jomi e dello sport salernitano. Suleiky Gomez, la fuoriclasse cubana, a 37 anni ha deciso di appendere le scarpette al chiodo. Aveva cerchiato in rosso questa stagione, sapeva che sarebbe stata l'ultima di una carriera straordinaria e l'interruzione dello scorso campionato (2019/20) l’aveva ancor di più motivata e spronata.

Conquistato a maggio l'ennesimo scudetto (il quarto consecutivo) della sua dorata esperienza salernitana, Gomez ha deciso di chiudere con la pallamano giocata nonostante le richieste fioccassero. “C’è un tempo per tutto – sottolinea – il mio tempo da giocatrice è terminato, ora comincia una nuova fase della mia vita”.

Giunta a Salerno, da Nuoro, nell'estate del 2016, la 37enne cubana, stella di prima grandezza dello sport del suo paese, ha fatto incetta di titoli e riconoscimenti personali. Per anni è stata un indiscusso punto di riferimento della Jomi e del Movimento nazionale. “A Salerno ho dato tutto ed ho ricevuto tutto. Sono stati cinque anni fantastici, cinque anni in cui abbiamo vinto tutto quello che c'era da vincere, cinque anni durante i quali ho avuto la fortuna e l'onore di dividere tante gioie, e qualche amarezza, con una società splendida, allenatori fantastici e straordinarie compagne di squadra.

Poi il rapporto con la città, con i nostri tifosi, con la gente di Salerno. Ringrazio Dio per avermi dato la fortuna cinque anni fa di incontrare sulla mia strada questo tesoro. Per questo – aggiunge – non avrei mai preso in considerazione il trasferimento in un altro club. Salerno è ormai la città mia e della mia famiglia. Qui ho messo radici e qui trascorrerò la mia vita”.

Realizzatrice straordinaria, giocatrice di classe sopraffina, leader silenziosa e mai ingombrante, Gomez ha le idee molto chiare circa il suo futuro. “Ho cominciato da tempo a programmare il dopo carriera. Ho conseguito il diploma di preparatore atletico, a breve otterrò il riconoscimento di allenatore di primo livello e completerò gli studi per il diploma in Marketing e Finanza. A settembre, poi, avvierò il mio percorso di laurea in Scienze Motorie già intrapreso a Cuba. Con il Club stiamo già immaginando un percorso tecnico, rimarrò nella famiglia della PDO e a breve stabiliremo con precisione ruolo e incarichi.

Come sempre sono aperta a tutte le soluzioni, lo sono sempre stata, né – aggiunge – mi spaventano le nuove sfide. Quando decisi di lasciare Cuba non avevo certezze sul mio futuro, ma avevo solo tanta fiducia nelle mie capacità e tanta fede. A distanza di anni posso dire di aver realizzato i miei sogni. Ora trascorrerò un'estate in relax con mia figlia, ricaricherò le batterie e mi preparerò ad una nuova sfida. E’ terminata solo una parte del mio percorso e non vedo l'ora di ripartire”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 07/04/2021

Pari prezioso per la Jomi nel recupero di Oderzo

Finisce in parità la sfida di cartello tra Mechanic System Oderzo e Jomi Salerno, recupero della 18a giornata disputato in casa delle trevigiane. Il match fu rinviato lo scorso 6 febbraio a causa della positività al Covid di alcune tesserate della formazione salernitana.

Un pareggio che aiuta capitan Napoletano e compagne a mantenere invariato il divario proprio sulle inseguitrici venete. I punti restano tre, il che significa, con altrettante partite da giocare per ciascuna squadra, prima posizione servita sul piatto d'argento per la squadra di Laura Avram. Nel corso della gara la formazione salernitana è stata brava a tenere a lungo in mano il pallino del gioco ed a portare a casa un punto prezioso.

Parte subito forte la compagine salernitana che concede davvero poco alle avversarie, chiudendo così la prima frazione di gioco avanti con il risultato di 13-9. Nella ripresa accade tutto ed il contrario di tutto. Al 26' la Jomi Salerno è avanti di due reti (23-21) grazie al sette metri realizzato da Gomez. Oderzo trova il pareggio con la rete di Colloredo a tempo oramai scaduto.

La Jomi si affida al capitano Napoletano (sei reti a referto) ed alle solite Dalla Costa e Gomez (5 reti a referto per loro) per costruire nella prima metà di gara un tesoretto consistente. Oderzo non ci sta, rovina la festa alle salernitane, ed alla fine trova il pareggio a tempo ormai scaduto.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...