Magistrale di Salerno, rappresentante genitori chiede messa in sicurezza

L'appello al Sindaco e al Presidente della Provincia

Redazione Irno24 13/01/2021 0

Il ritorno in aula potrebbe essere ancora lontano per i ragazzi del "Regina Margherita" di Salerno. Pochi gli spazi a disposizione e senza una via di fuga all'esterno: "una" l'entrata che funziona anche come uscita per i 1300 studenti. Sulla questione si registra anche l'intervento di Michele Faiella, genitore e rappresentante negli organi collegiali della scuola.

"L'Istituto non è nelle condizioni di accogliere tutti, anzi esistono ancora problemi di sicurezza soprattutto per quanto riguarda un esodo d'emergenza - sottolinea Faiella - Si potrebbero, da subito, utilizzare i locali lasciati liberi dal tribunale (lato ex piazza Malta) con l'acquisizione di ulteriori vie d'ingresso e uscita.

Tutto questo però ancora non è nelle disponibilità dell'Istituto, nonostante il trasferimento, da tempo, del Tribunale nella nuova cittadella giudiziaria. L'appello di Michele Faiella ovviamente va al Sindaco e al presidente della Provincia di Salerno, ognuno per quanto di competenza risolva le problematiche della comunità scolastica dello storico magistrale".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 30/03/2020

Sostegno attività danneggiate, Comune di Salerno delinea misure ad hoc

Il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, e l’Assessore al Commercio, Dario Loffredo, hanno convocato e svolto una riunione per delineare un pacchetto d’interventi a sostegno delle categorie economiche danneggiate dalle restrizioni inerenti il Coronavirus, con particolare riguardo per le filiere del commercio, dell’artigianato e dei servizi, della ristorazione e del tempo libero.

Il Comune di Salerno varerà, nei prossimi giorni, tale pacchetto d’aiuti che prevede anche, a titolo esemplificativo, misure inerenti tributi comunali come la TOSAP. Tale pacchetto, al quale sta lavorando l’amministrazione comunale, terrà conto delle linee guida e degli interventi che saranno adottati e messi in campo dal Governo e dalla Regione.

A tale riguardo, il Comune di Salerno ha attivato una cabina di regia per coordinare iniziative ed interventi. Il gruppo di lavoro ha già fissato una serie di proposte concrete inviate, come richiesto, al Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, per la predisposizione di opportuni piani di aiuto e sostegno.

Leggi tutto

Redazione Irno24 15/09/2020

Ordine e sicurezza pubblica, fioccano i provvedimenti del Questore di Salerno

Continua il contrasto ai fenomeni di maggiore pericolo e turbamento per l’ordine e la sicurezza pubblica attraverso l’adozione di provvedimenti del Questore di Salerno. In particolare, è stato emesso un provvedimento di Divieto di Ritorno nei confronti di una persona pluripregiudicata che, fuori dal luogo di residenza, ha posto in essere truffe o tentativi di truffa nei confronti di anziani, approfittando della loro vulnerabilità acuitasi con l’emergenza Covid.

Inoltre, sono stati emessi 5 provvedimenti di Avviso Orale nei confronti di pregiudicati responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e due proposte per l’applicazione della sorveglianza speciale, qualificata dall’obbligo di soggiorno nel comune di residenza o dimora abituale per la durata di 3 anni, nei confronti di pluripregiudicati per reati inerenti gli stupefacenti e per reati contro la persona ed il patrimonio.

Emesse, infine, due proposte per l’aggravamento della sorveglianza speciale per la sussistenza di gravi esigenze di ordine e sicurezza pubblica per la ripetuta inosservanza di prescrizioni ed obblighi pregressi.

Leggi tutto

Redazione Irno24 16/11/2020

Salerno, Polichetti chiede la riapertura degli ambulatori per le prestazioni urgenti

Riapertura dell’attività ambulatoriale e intramoenia per i casi urgenti, come visite ostetriche e pazienti oncologici. La richiesta arriva da Mario Polichetti, ginecologo del Ruggi e responsabile aziendale Fials Medici, con una lettera alla direzione sanitaria:

"Dopo le istanze di numerosi colleghi mi permetto di chiedere la riapertura degli ambulatori ospedalieri e dell’attività libero-professionale in regime di intramoenia allargata limitatamente alle prestazioni urgenti in tutte le discipline, nel rispetto delle normative anti-Covid già osservate prima di questo ulteriore blocco.

Questa richiesta è motivata dalla necessità di venire incontro all’utenza nei casi di urgenza e indifferibilità della prestazione onde evitare che la stessa vada ad ingolfare i già saturi Pronto Soccorso, sottraendo risorse per la lotta al Covid 19, oppure si rivolga a strutture private, dirette concorrenti del sistema sanitario pubblico. Un’istanza, conclude Polichetti, a nome di colleghi in regime di intramoenia che, persistendo il divieto a svolgere la professione privata, si vedono frustrati dal punto di vista sia professionale che economico".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...