Montoro, scatta il divieto di bruciatura di vegetali

Il sindaco Girolamo Giaquinto ha adottato apposita ordinanza

Redazione Irno24 26/06/2022 0

E' stata adottata dall'Amministrazione Comunale di Montoro l'Ordinanza nr. 64/2022 con la quale si DISPONE IL DIVIETO ASSOLUTO di combustione dei residui vegetali agricoli e forestali nel periodo di massimo rischio per gli incendi boschivi dichiarato dalla Regione; di abbruciamento delle stoppie ed erbe infestanti, anche negli incolti; di accendere fuochi all’aperto nei boschi e fino ad una distanza di 100 m da essi, nonché nei pascoli;

di accendere fuochi d'artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo e/o mongolfiere di carta, meglio note come “lanterne volanti”, dotate di fiamme libere, nonché altri articoli pirotecnici a una distanza non inferiore a 1 km dalle superfici boscate e pascoli, salvo eventuali deroghe autorizzate con Ordinanza del Sindaco nel caso di manifestazioni pubbliche, con l’apprestamento di relative misure di prevenzione incendi.

di compiere le seguenti attività nei boschi e nei pascoli: usare motori o fornelli che producano faville o brace usare apparecchi a fiamma od elettrici per tagliare metalli; far brillare mine; fumare o compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo mediato o immediato di incendio (gettare fiammiferi o sigarette accese); sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate, fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo-pastorali nel rispetto delle norme e dei regolamenti vigenti;

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 13/04/2020

Bruciava plastica in giardino, 50enne denunciato a Montoro

I Carabinieri della Stazione Forestale di Forino hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un 50enne ritenuto responsabile di gestione di rifiuti non autorizzata. Nello specifico, a Montoro, nel corso di un servizio finalizzato alla verifica del rispetto delle disposizioni per il contenimento del Coronavirus, i Carabinieri notavano del fastidioso fumo, particolarmente denso e acre, che rendeva l’aria irrespirabile.

I militari, dopo aver individuato l’esatto punto in cui era stato appiccato il fuoco, hanno identificato il presunto responsabile che, nel giardino retrostante la sua abitazione, aveva dato fuoco a dei rifiuti di plastica. Alla luce degli elementi di colpevolezza raccolti, nei confronti del 50enne è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Leggi tutto

Redazione Irno24 05/07/2020

Montoro, completati lavori di riqualificazione presso la "Grotta di Lourdes"

Nei giorni scorsi, il Comune di Montoro, in collaborazione con la Comunità Montana Irno-Solofrana, ha eseguito opere di ripristino frana e funzionalità dello stato d'uso del sentiero sottostante al Santuario "Grotta di Lourdes". Il sito, meta di culto mariano, prende il nome dalla statua della Madonna posizionata sotto le radici di un leccio secolare.

L'opera è stata fortemente voluta dal consigliere Del Regno ed è stata interessata dal lavoro dell'ing. Cimino, che ha progettato e seguito direttamente i lavori, coadiuvato dal geom. Troisi.

L’intervento ha riguardato lavori di ripristino dell’intero sentiero che porta alla grotta con sistemazioni di ingegneria naturalistica: realizzazioni di palificate e staccionate, viabilità per i devoti, verniciatura delle strutture in legno esistenti e consolidamento del costone soggetto a frana per scivolamento, pulitura dell’intera strada che porta dalla frazione Torchiati al Santuario. Dunque ai fedeli e soprattutto ai montoresi non resta che godersi quest’eremo di tranquillità.

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/01/2021

Incendio in capannone Montoro, sindaco vieta consumo di prodotti vegetali dell'area

Premesso che nella serata del 19/01/2021 si è sviluppato un incendio di ingenti proporzioni presso un capannone artigianale, ubicato nel territorio di Montoro, in Via Provinciale SP n. 18 - frazione Banzano; su proposta dei funzionari ARPA Campania presenti in loco, il sindaco Giaquinto ordina, per un raggio di 2,5 km dalla sede dell’incendio, in via precauzionale, in attesa che gli Enti competenti svolgano tutte le necessarie ulteriori verifiche:

1. il divieto di raccolta, vendita e consumo di prodotti vegetali quali frutta e verdura, nonché tutti i prodotti di origine animale (latte e derivati) provenienti dall’area come sopra individuata; 2. il divieto, in via precauzionale, di effettuare pascoli itineranti e l’obbligo di mantenere gli animali da cortile “in stabulazione chiusa”;

3. di provvedere al lavaggio, esclusivamente con acqua, delle superfici esterne ed oggetto di accumulo di polveri, evitando getti che possano rimettere in circolo le medesime e la sostituzione/manutenzione dei filtri e il lavaggio delle condotte negli impianti di condizionamento o areazione forzata.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...