Niente progressione economica ai lavoratori Asl Salerno, agitazione Uil Fpl

Amarezza e profonda delusione nella nota a firma Salvato-Falabella

Donato Salvato

Redazione Irno24 24/10/2022 0

Non attribuzione della progressione economica orizzontale ai lavoratori dell’Asl Salerno. Sul caso intervengono i vertici della Uil Fpl provinciale. "Quanto rilevato nell’incontro del 18 ottobre scorso, presso la sede dell’Asl Salerno, non può che amplificare il sentimento di amarezza e di profonda delusione.

Riconoscere di non poter attribuire ai lavoratori dell'Azienda la Progressione economica, perché il fondo da utilizzare è stato consumato per il pagamento di lavoro straordinario, attività peraltro indirizzata a rispondere alle necessità assistenziali del periodo Covid, è realmente sconcertante". Lo dichiarano Donato Salvato, segretario generale Uil Fpl Salerno, e Gennaro Falabella, segretario provinciale del comparto Sanità Uil Fpl Salerno.

"Va chiarito - proseguono - che l’attività, resa per sopperire alla carenza cronica di personale sanitario, è stata programmata e richiesta dai responsabili delle macrostrutture, utilizzandola in alternativa all’assunzione di nuove unità lavorative. Risulta, invece, paradossalmente, che, nonostante le richieste da parte dei vari direttori sanitari dell’Asl, ad effettuare lavoro straordinario, il direttore generale, sulla scorta di verifiche, comunica l’esubero.

Ma qui qualcosa non quadra. Relativamente ai fondi del comparto, come si evince dalla delibera numero 1223 del 2022 (articoli 80 e 81), che dovevano essere monitorati ed attenzionati dalla direzione strategica, con calcoli certosini nella seduta del 18 sono stati definiti carenti di circa 800mila euro e incapienti per poter attribuire la progressione economica orizzontale; ci chiediamo se l’utilizzo non concordato può far pensare alla distrazione di fondi e se è stata rappresentata, nella delibera, la somma di oltre due milioni di euro del Decreto legge 34, relativamente al disagio.

Sicuramente, questo, è il risultato che dimostra l’assenza di verifiche e di controlli da parte dell’Asl, della non considerazione del personale, che con sacrifici risponde alle varie richieste lavorative; forse si vuole evocare una sanità diversa dall’attuale, nascondendo la presenza di criticità croniche. A tal proposito, non possiamo che attendere che i vertici dell’Asl individuino le responsabilità e definiscano i necessari provvedimenti.

Nel rimanifestare l’insoddisfazione per come è stata condotta la trattativa sull'attribuzione della fascia, ed in attesa di eventuali nuove determinazioni da parte dell’Asl, per come dichiarato nel verbale del 18 ottobre, la Uil Fpl Salerno mantiene lo stato di agitazione del personale del comparto".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 07/12/2020

Shopping natalizio online, la guida sicura della Polizia Postale

E’ iniziata la corsa agli acquisti dei regali di Natale. Quale migliore occasione per fornire consigli utili ed evitare che lo shopping natalizio, finalizzato all’acquisto di doni per le persone a noi care, ci faccia incorrere in potenziali truffe, complici la ricerca di offerte a bassissimo costo ed i ristrettissimi tempi per gli acquisti online in questo momento di emergenza sanitaria.

Dall’esperienza acquisita nella tutela dai rischi di truffe online, la Polizia Postale e delle Comunicazioni mette a disposizione una serie di informazioni per garantire la sicurezza in rete, la tutela dei dati personali, la protezione da frodi e rischi negli acquisti: temi caldi e particolarmente sentiti da chi utilizza Internet in questo periodo di lockdown in cui si registra una continua crescita delle condotte fraudolente, sempre più sofisticate, sulle piattaforme di e-commerce.

Il numero delle segnalazioni e denunce ricevute sul commissariatodips.it, sommate a quelle delle persone arrestate e denunciate nel corso del 2020, ha registrato un incremento del 89.1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per questo motivo la Polizia Postale e delle Comunicazioni ha potenziato ogni utile strumento per aiutare i navigatori, occasionali o assidui, a sentirsi più confidenti in occasione del loro prossimo acquisto e a contrastare nel contempo le truffe messe in atto su Internet, anche attraverso la chiusura di spazi virtuali.

LA GUIDA SICURA PER GLI ACQUISTI ONLINE

Leggi tutto

Redazione Irno24 15/10/2021

Green Pass per i lavoratori, si parte: il Governo aggiorna le FAQ

Nei giorni scorsi, come si legge sul sito del Governo, il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, del Ministro della Salute, Roberto Speranza, e del Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, Vittorio Colao, ha firmato il DPCM con le modalità di verifica del possesso delle certificazioni verdi Covid-19 in ambito lavorativo.

Il decreto - che scatta oggi, 15 Ottobre 2021 - interviene per fornire ai datori di lavoro pubblici e privati gli strumenti informatici che consentiranno una verifica quotidiana e automatizzata del possesso delle certificazioni. Sul medesimo portale istituzionale, sono state pubblicate le risposte alle domande più frequenti (FAQ), con infografiche riassuntive per individuare velocemente i punti chiave del Decreto.

Leggi tutto

Redazione Irno24 31/07/2021

Nuova ordinanza regionale, De Luca conferma tutte le misure anti Covid già adottate

E' in corso di pubblicazione l'ordinanza regionale n. 21 del 31 luglio 2021, a firma del Presidente Vincenzo De Luca, che proroga le misure in scadenza e aggiorna alle direttive, che scatteranno dal 6 agosto sul territorio nazionale, le disposizioni relative agli spettacoli e ai controlli all'aeroporto di Capodichino.

1.1. Dalle ore 22,00 e fino alle ore 6,00: a) è fatto divieto di vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, da parte di qualsiasi esercizio commerciale (compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici; b) è fatto divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali;

c) ai bar, “baretti”, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi ed esercizi di somministrazione ambulante nonché agli altri esercizi di ristorazione la vendita di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, è consentita esclusivamente al banco o ai tavoli; d) sono comunque vietati affollamenti o assembramenti per il consumo di qualsiasi genere alimentare in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

1.2. E’ fatta raccomandazione ai Comuni e alle altre Autorità competenti di intensificare la vigilanza e i controlli sul rispetto del divieto di assembramenti, in particolare nelle zone ed orari della “movida”.

1.3. In conformità a quanto previsto dall’Ordinanza del Ministro della Salute del 22 giugno 2021, l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, anche all’esterno, resta fermo, tra l’altro, in ogni situazione in cui non possa essere garantito il distanziamento interpersonale o quando si configurino assembramenti o affollamenti.

L’utilizzo dei dispositivi resta pertanto obbligatorio, sul territorio regionale, in ogni luogo non isolato - ad es. nei centri urbani, nelle piazze, sui lungomari nelle ore e situazioni di affollamento - nonché nelle file, code, mercati o fiere ed altri eventi, anche all’aperto, nonché nei contesti di trasporto pubblico all'aperto quali traghetti, battelli, navi.

2. Lo svolgimento, sul territorio regionale, di spettacoli, concerti ed eventi pubblici ed aperti al pubblico è subordinato alla definizione ed adozione, da parte delle competenti Autorità, delle misure e specifìche prescrizioni, da individualizzare sulla base delle concrete caratteristiche dei luoghi e dei singoli eventi, idonee a scongiurare assembramenti ed altre situazioni di rischio sanitario anche nelle aree limitrofe al luogo di svolgimento e ad assicurare i relativi controlli.

3. A modifica ed aggiornamento dell’Ordinanza regionale n. 20 del 22 luglio 2021: è fatto obbligo a tutti i passeggeri in arrivo all’Aeroporto Internazionale di Napoli attraverso voli, diretti o di transito, dai Paesi per i quali l’Ordinanza del Ministro della Salute 29 luglio 2021 non preveda l’obbligo di isolamento fiduciario all’arrivo, di sottoporsi ai controlli, anche a campione, organizzati dall’USMAF in raccordo con l’Unità di Crisi regionale, la GESAC, e la Protezione Civile regionale e con il supporto dell’ASL NA 1, secondo le modalità già definite con Ordinanza n. 20/2021.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...