Pellezzano, allargamento della carreggiata in Via Vittorio Emanuele

Il Comune punta a superare le criticità della circolazione

Il sindaco Morra

Redazione Irno24 26/04/2021 0

Superare l’elevato grado di criticità dal punto di vista della circolazione veicolare in Via Vittorio Emanuele nei pressi del Campanile della chiesa Parrocchia Santi Nicola e Matteo, al centro della frazione Coperchia, e nel tratto finale dell’innesto di Via Nofilo su Via G. Mazzini, nella frazione di Cologna.

Sono questi i due obiettivi strategici che l’Amministrazione Comunale di Pellezzano si è prefissata per agevolare ulteriormente la viabilità comunale e provinciale, a valle degli interventi già eseguiti ed in corso di svolgimento in questi giorni che interessano il rifacimento del manto stradale.

Per quanto concerne l’intervento in Via Vittorio Emanuele sulla SP27, al centro della frazione Coperchia, allo stato attuale al confine con il basamento del campanile della chiesa Parrocchia Santi Nicola e Matteo, la carreggiata si restringe di circa mt. 3,30, tale da obbligare gli autoveicoli alla circolazione a senso alternato per il tratto in oggetto.

L’intervento prevede: Realizzazione palificata con 12 pali di circa 6,00 mt, diametro cm 40,00; Rimozione terreno antistante la palificata e demolizione del tratto di muro esistente; Rimozione di parte del terrapieno; Realizzazione di nuovo muro di contenimento; Rivestimento in pietra del muro realizzato;

Realizzazione di piccola gradonata in prossimità del vicoletto adiacente il fabbricato prospiciente Piazza della Libertà; Ripristino del tratto di nuova carreggiata realizzata; Piantumazione di alberature sul terrapieno e realizzazione di due aiuole all’inizio ed alla fine del tratto allargato per raccordo agli edifici esistenti; Integrazione dell’impianto di pubblica illuminazione con la messa in opera di due pali stradali.

L’intervento previsto su Via Nofilo a Cologna consentirà agli autoveicoli di immettersi più agevolmente in Via G. Mazzini sulla SR88, nonché di raccordarsi al tratto finale di Via Nofilo per raggiungere le frazioni alte del Comune di Pellezzano, evitando di dover occupare in modo prolungato la carreggiata della SR88.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 21/10/2020

Studio SPES, il Comune di Pellezzano non riceve i risultati

“Un finto esercizio di democrazia partecipata”. E’ il duro commento dell’avvocato Franco Massimo Lanocita, nel momento in cui, a seguito della concessione di accesso agli atti presso la Regione relativi allo “SPES” - Studio di Esposizione nella popolazione Suscettibile - al fine di verificare la potenziale ricaduta di inquinanti nelle zone geograficamente interessate dalla presenza delle Fonderie Pisano, sono stati consegnati dagli addetti ai lavori una serie di fogli bianchi, di provenienza incerta (in quanto non firmati), con sopra evidenziati dei “trasferelli” indicanti la scritta “Studio SPES”.

E’ quanto avvenuto quest’oggi, a Salerno, al II piano del competente Ufficio Regionale, situato in via Generale Clark n. 104, dove l’avvocato Lanocita, accompagnato dal Sindaco di Pellezzano, dott. Francesco Morra, si è recato per ottenere il rilascio della documentazione richiesta a seguito dell’accettazione di accesso agli atti concessa dai competenti organismi. Con loro anche il Presidente del Comitato “Salute e Vita”, Lorenzo Forte, anch’egli infuriato per quella che è stata definita come “una presa in giro da parte della Regione Campania”.

“E’ scandaloso – afferma il Primo Cittadino Morra – Non credo che l’atteggiamento posto in essere dai competenti organismi della Regione sia da considerare meritevole di elogio. A seguito dell’accettazione di accesso agli atti, ci siamo recati a Salerno, dove non c’è stato consegnato niente, se non dei fogli bianchi relativi a una presunta relazione preliminare ascrivibile, presumibilmente all’Istituto Zoo Profilattico. Non abbiamo ricevuto alcuna utile informazione su questo importante Studio, che fotografa il grado di inquinamento nel Comune di Pellezzano, al confine con il territorio di Fratte nel Comune di Salerno dove sono collocate le Fonderie Pisano”.

“Il dato che non si può sottacere – spiega il Sindaco Morra – come indicato nella relazione preliminare di questi documenti che ci sono stati consegnati, riguarda la drammaticità cui è sottoposta l’intera area della Valle dell’Irno, fortemente contaminata da mercurio, cadmio ed altri agenti patogeniriscontrati in esami clinici eseguiti su alcuni residenti della zona, che risultano essere 5-10 volte superiori alle misure medie individuate come sopportabili dall’essere umano”.

“Tuttavia - aggiunge l’Avvocato Lanocita - nell’udienza in Camera di Consiglio dello scorso 8 settembre è emerso che lo studio si è concluso con la redazione di un elaborato finale contenente le risultanze definitive delle indagini compiute, che però non è stato depositato agli atti del procedimento”. Per tutti i motivi evidenziati, il Sindaco Morra ha conferito mandato al legale dell’Ente di insistere nel giudizio pendente dinanzi al TAR Campania Salerno (dove il Comune di Pellezzano risulta costituito), per ottenere la documentazione richiesta affinchè si possano acquisire i risultati definitivi contenuti nello SPES, allo scopo di far luce su una questione di fondamentale importanza che investe la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente in cui essi risiedono.

Leggi tutto

Redazione Irno24 07/10/2021

Pellezzano, il benvenuto del Sindaco all'associazione Tanalupa

L’Amministrazione Comunale di Pellezzano, guidata dal sindaco Morra, dà il benvenuto sul proprio territorio all'associazione Tanalupa, che ha insediato la sede operativa alla frazione Capezzano. Per l’occasione, l’Assessore alle Politiche Sociali, Annalaura Villari, si è recata a far visita ai responsabili della struttura e a portare i saluti del Primo Cittadino e dell’intera Comunità di Pellezzano.

L’Associazione nasce da anni di esperienza e di lavoro sul territorio sui temi della salute sessuale e riproduttiva, grazie all’iniziativa delle sue fondatrici Anna Radetich, educatrice perinatale, ed Emanuela Errico, ostetrica. Tanalupa è uno spazio d’incontro dove costruire reti composte da donne per rompere l'isolamento e condividere esperienze potenzianti nelle diverse fasi della vita, dall'adolescenza alla menopausa.

Gli incontri accompagnano le donne attraverso i cambiamenti per accoglierli e comprenderne le opportunità evolutive che ci offrono e promuovono la conoscenza delle pratiche di salute ed una informazione completa e satura. Vengono proposti percorsi di preparto, postparto, massaggio infantile, ciclo mestruale e menopausa, salute pelvica e sessualità, naturopatia. All'interno dell'associazione vi è uno studio ostetrico, spazio neomamme e fascioteca, naturopatia.

Leggi tutto

Redazione Irno24 31/12/2019

La storia di Coperchia nelle epistole in tempo di guerra

Nell’ambito delle celebrazioni per il Bicentenario del Comune di Pellezzano, Sabato 4 Gennaio 2020, alle ore 10:30, nel Teatro della Villa Comunale di Coperchia (Via Eroi di Nassirya), sarà presentato il volume “E così ti assicuro di me. Lettere di guerra e d’innocenza”, curato da Vincenzo Aversano, già Prof. Ordinario di Geografia all’Università di Salerno.

Trattasi di una nutrita corrispondenza amorosa e dolorosa (870 lettere), a cavallo della II Guerra Mondiale, tra Emilio e Pina, genitori di Aversano, dalla quale emerge il racconto “dal basso” della storia di Coperchia, incrociata con la “grande” storia (civile e bellica) italiana ed europea.

Dopo i saluti e le riflessioni del Sindaco, Dr. Francesco Morra, e dell’Ass. alla Cultura, Andrea Marino, della D.ssa M. Rosaria Meo (Pres. Comm. Pari Opportunità del Comune) e del Dr. Luigi Carrella (Pres. Pro loco Pellezzano), gli aspetti religiosi del libro saranno enucleati da Mons. Gerardo Pierro e da Don Biagio Napoletano, mentre i valori etico-didattici saranno affidati alla lettura di alcune missive tra Emilio e Pina, da parte di studenti dell’Ist. Comprensivo di Pellezzano, coordinati da loro docenti e introdotti dalla Dirigente Prof.ssa Giovanna Nazzaro.

A illustrare il significato sociale del voluminoso epistolario sarà il Prof. Fabio Caffarena, storico moderno dell’Università di Genova. L’evento sarà introdotto e condotto dalla Prof.ssa Silvia Siniscalchi, nota Geografa dell’Università di Salerno.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...