Salerno, arrestato l'autore dei furti sulle auto in sosta: coppia di fari ultimo colpo

Si tratta di un 36enne di Sant'Antimo

Redazione Irno24 28/05/2021 0

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato A.F., classe 1985, di Sant’Antimo (NA), autore di furti seriali aggravati ai danni di autovetture in sosta nella città di Salerno. L’uomo si è reso protagonista di 9 episodi (4 solo a Maggio) di furti di parti di ricambio. Ciò è stato accertato grazie al lavoro svolto dagli Agenti attraverso la ricerca e consultazione delle immagini di videosorveglianza che hanno inquadrato l'autore dei furti in azione.

In particolare, questa notte, alle ore 04:20, una Volante ha notato l’individuo, a piedi, che aveva tra le mani oggetti voluminosi, e, a passo svelto, si allontanava in una traversa nei pressi di Piazza Montpellier; l’uomo ha provato a far perdere le proprie tracce, salendo a bordo di un’autovettura parcheggiata nei pressi, ma è stato fermato dai poliziotti.

Subito dopo, gli Agenti hanno anche trovato la refurtiva appena trafugata dal ladro: sul marciapiede, pronti per essere caricati in auto, i fanali anteriori smontati da un Mini Suv. L’individuo è stato trovato anche in possesso di utensili per commettere i furti: una chiave a cricchetto con prolunga a snodo e bussola esagonale, chiavi stellate ed altri attrezzi per poter asportare le parti di ricambio. Gli Agenti hanno quindi tratto in arresto il ladro (disposti i domiciliari), a suo carico sono anche emersi precedenti penali e di polizia per reati analoghi.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 01/04/2021

Taglio di alberi senza protezioni, 4500 euro di multa per ditta salernitana in Irpinia

I Carabinieri della Stazione Forestale di Volturara Irpina (AV) hanno denunciato il titolare di una ditta boschiva della provincia di Salerno, ritenuto responsabile di inosservanza delle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

All’esito dell’attività, eseguita con la collaborazione dei militari della Stazione di Lacedonia e del personale del Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro dell’ASL di Avellino, è stato accertato che 5 operai, impegnati in località boschiva di Montemarano (AV), stavano effettuando operazioni di taglio di un bosco ceduo senza indossare i dispositivi di protezione individuale.

L’accesso ispettivo permetteva altresì di riscontrare la mancanza sia della prevista cartellonistica di cantiere sia del Documento di Valutazione dei Rischi. Per tali violazioni, oltre al deferimento in stato di libertà alla Procura di Avellino, a carico del titolare dell’impresa sono state elevate 3 sanzioni amministrative per un totale di circa 4.500 euro.

Leggi tutto

Redazione Irno24 15/12/2020

Morte sul lavoro a Salerno, le reazioni di Filca Cisl e Cisal Metalmeccanici

"Basta morti sui luoghi di lavoro, chiediamo dignità per tutti i lavoratori del nostro settore. Per la Filca Cisl Salerno è fondamentale inserire, in merito alla regolarità delle imprese, il discorso della patente a punti unitamente al Durc per consentire di salvaguardare le imprese virtuose, che hanno cantieri dove non si verificano infortuni, con delle premialità con cui potranno partecipare a gare ed aggiudicarsi appalti".

Così Giuseppe Vicinanza, dirigente sindacale della Filca Cisl Salerno, commenta l'ultimo incidente sul lavoro mortale nella zona industriale della città capoluogo, avvenuto nel primo pomeriggio del 14 dicembre presso il deposito ex Pennitalia. La vittima è il 47enne cavese Michele Santoriello.

"In questo modo, le imprese non in regola e che non rispettano i diritti fondamentali dei lavoratori devono essere escluse. Dobbiamo dare dignità a questo settore, non è più possibile commentare queste tragedie. Il lavoratore edile, al pari degli altri lavoratori, deve poter svolgere la sua attività in totale sicurezza. Bisogna promuovere la cultura della sicurezza e diffonderne la necessità. Al contempo vanno intensificati i controlli. I nostri enti bilaterali fanno formazione continua e inoltre sono qualificati e riconosciuti. Auspichiamo che le aziende li utilizzino sempre di più per mettere in sicurezza la vita dei lavoratori", ha concluso Vicinanza.

"L'ennesima morte sul lavoro in provincia di Salerno evidenzia che il Covid ha soltanto anestetizzato il problema, che dunque esiste ed è difficile da estirpare. Siamo vicini alla famiglia di Michele Santoriello. Come Cisal siamo pronti a fornire assistenza legale gratuita alla famiglia se ce ne sarà bisogno". Così Gigi Vicinanza, componente nazionale della segreteria della Cisal Metalmeccanici.

"Vengo deriso dagli altri sindacalisti quando fotografo operai a diversi metri d'altezza senza le opportune misure di sicurezza", ha detto. "Oggi tutti piangiamo l'ennesima morte di un padre di famiglia che non era andato in guerra ma solo a lavorare. Questo nel 2020 succede ancora ed è inaccettabile. Come sindacalista mi auguro che la magistratura accerti le responsabilità di chi doveva vigilare ma non l'ha fatto: dall'imprenditore titolare del cantiere agli Enti che si occupano di vigilare che ci sia la massima sicurezza nei posti di lavoro".

Leggi tutto

Redazione Irno24 13/12/2020

Più di 130 sanzioni nel resoconto settimanale dei controlli nel salernitano

La settimana appena trascorsa, nonostante le avverse condizioni meteo, ha visto, ancora una volta, le Forze dell’Ordine particolarmente impegnate nel far rispettare le normative finalizzate a contrastare la diffusione del Covid-19.

Come già collaudato, unità della Polizia di Stato, dell’Arma Carabinieri e della Guardia di Finanza, supportate da equipaggi dell’Esercito, della Polizia Provinciale e della Polizia Locale di Salerno, hanno assicurato i servizi i vigilanza disposti con ordinanza del Questore della Provincia di Salerno, d’intesa con i Comandanti Provinciali dell’Arma Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Il dettagliato piano d’intervento ha consentito di raggiungere i seguenti risultati:

- 5363 persone controllate
- 1488 esercizi pubblici controllati
- 120 persone sanzionate per mancato uso della mascherina
- 1 persona denunciata per inosservanza al divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora poiché in quarantena
- 13 titolari di esercizi commerciali sanzionati per mancato rispetto della normativa anti Covid
- 4 esercizi sanzionati (di cui uno sottoposto alla chiusura provvisoria di 5 giorni)

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...