Salerno, conclusi lavori di efficientamento energetico e sicurezza al "Trani"

L’importo complessivo è di 200mila euro, finanziamento del Ministero

Redazione Irno24 17/01/2022 0

La Provincia di Salerno ha terminato i lavori di messa in sicurezza e adeguamento di spazi e aule all’I.P.I.A. ”Trani” in via Iannicelli, nell’ambito di interventi finanziati dal Ministero dell’Istruzione con fondi PON FESR 2014-2020. L’importo complessivo è di € 200.000,00.

“Nello specifico – dichiara il Presidente Michele Strianese – i lavori riguardavano prevalentemente il rifacimento del manto impermeabile di copertura e la sostituzione di gran parte degli infissi a battenti delle aule dell'edificio scolastico con infissi di tipo scorrevole.

I nuovi infissi sono dotati di cristalli resistenti agli urti e consentono, quindi, di incrementare il livello di sicurezza, nonché di utilizzare al massimo tutta la superficie disponibile delle aule, nel rispetto delle vigenti norme anti Covid. I lavori si sono conclusi entro il 2021.

Per noi è prioritaria la fruizione in sicurezza degli ambienti scolastici con l’obiettivo di tutelare il fondamentale diritto allo studio per i nostri ragazzi. E non ultimo, ogni cantiere ci consente di promuovere sviluppo e occupazione nei nostri territori”.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 08/10/2021

Salerno, Polfer arresta cubano per furto di portafogli

Nei giorni scorsi, gli agenti della Sottosezione Polfer di Salerno hanno arrestato un cubano 42enne per furto e utilizzo fraudolento di carta bancomat. I poliziotti sono stati avvicinati in stazione dalla vittima, un ragazzo napoletano, il quale ha riferito di aver subito poco prima, a bordo di un treno regionale, il furto del portafogli.

Mentre il giovane riferiva del furto, sul suo cellulare è giunta una notifica di pagamento relativo ad un acquisto avvenuto presso un esercizio commerciale ubicato a pochi metri dalla stazione ferroviaria di Salerno.

Raggiunto l’esercizio commerciale, i poliziotti hanno sorpreso all’uscita l’autore del furto del portafogli e dell’indebito utilizzo della carta. Arrestato in flagranza, l’uomo è in attesa di giudizio presso l’A.G. di Salerno.

Leggi tutto

Redazione Irno24 25/01/2022

Salerno, spacciatrice 27enne bloccata in Piazza Casalbore: finisce ai domiciliari

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno tratto in arresto una spacciatrice nel centro di Salerno. I poliziotti della Squadra Mobile, nella serata di ieri, hanno colto in flagranza di reato A.L, nata nel 1995, salernitana, con precedenti specifici, resasi responsabile della detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

La donna è stata notata nei pressi di Piazza Casalbore ed è stata controllata. Indosso alla persona indagata sono state rinvenute 11 dosi di cocaina, pronte alla vendita. Inoltre, a seguito della perquisizione domiciliare operata dalla Polizia, sono state rinvenute, in alcuni nascondigli ricavati nell’abitazione, ulteriori 26 dosi della stessa sostanza, nonché un bilancino di precisione utile per il confezionamento della droga.

La pusher è stata arrestata dagli Agenti ed è stata posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha ordinato la traduzione agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Leggi tutto

Redazione Irno24 05/04/2022

Usura e violenza privata aggravata, quattro arresti a Salerno

Nelle prime ore della mattinata, i Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno hanno dato esecuzione a un'ordinanza di misura cautelare personale emessa dal GIP a carico di 4 persone, di cui una in carcere e tre agli arresti domiciliari, per i reati di usura, violenza privata aggravata ed esercizio abusivo di attività finanziaria.

Le misure custodiali, emesse in accoglimento di richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, che ha diretto e coordinato le indagini, compendiano le risultanze di una complessa ed articolata attività investigativa condotta dai militari della Sezione Operativa del N.O.R. della Compagnia di Salerno fra il 2018 ed il 2020. Le indagini hanno consentito di contestare plurime condotte usurarie poste in essere ai danni di 12 persone.

Si è ritenuto che le vittime, molte delle quali in stato di grave bisogno, sarebbero state costrette a corrispondere quote di interesse arrivate a raggiungere un tasso del 400% su base annua rispetto ai prestiti iniziali, oscillanti tra i 100 ed i 3000 euro, elargiti nel corso di incontri durante i quali erano pattuite le modalità di concessione e di restituzione delle somme. Il giro d'affari ammonta a svariate decine di migliaia di euro.

Ai quattro destinatari della misura è contestato altresì di aver assoggettato i debitori con minacce, vessazioni e pressioni psicologiche costanti, giungendo a paventare finanche la sottrazione delle autovetture in loro possesso quale garanzia per l'indebito credito vantato. In un caso, in particolare, uno di essi sarebbe stato costretto a consegnare agli indagati il proprio Postamat, poi utilizzato da questi ultimi per prelevare allo sportello somme di denaro pretese quali interessi per i prestiti concessi.

Uno tra gli indagati, L.P., si sarebbe avvalso della complicità di due donne, anch'esse salernitane, A.P. e L.M., cui era legato sentimentalmente. Il quarto destinatario del provvedimento è G.C., gestore di un bar nel quartiere Torrione, utilizzato come centrale di riscossione. In alcuni casi, inoltre, le vittime del reato sarebbero state indotte ad omettere di riferire agli organi inquirenti il rapporto di debitore/creditore che li legava, all'evidente fine di ostacolare il lavoro degli investigatori. L.P. è stato tratto in arresto in quanto trovato in possesso di una pistola con matricola abrasa, che avrebbe più volte minacciato di utilizzare nei confronti delle vittime, al fine di rientrare degli asseriti crediti vantati.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...