Salerno, differenziata ignorata: in centro si rivedono pure i vecchi cassoni

Salerno Pulita tuona: "E' giunto il momento di andare oltre la multa"

Redazione Irno24 21/06/2022 0

"Ormai siamo costretti a continui interventi di bonifica straordinaria nella zona del centro città dove, ogni giorno, si registrano violazioni delle regole sulla raccolta differenziata. C'è chi, addirittura, ha rispolverato i vecchi cassoni stradali, rimossi da anni, per continuare la raccolta dei rifiuti 'old style'.

Non si tratta, purtroppo, di casi sporadici ma ci sono pezzi della città di Salerno che continuano a comportarsi come meglio gli pare. Chiaramente non abbiamo tollerato e non tollereremo questi atteggiamenti che, oltre ad essere deprecabili, sono anche oggetto di sanzioni.

E' giunto il momento, però, di andare oltre la multa, soprattutto per gli operatori del settore della ristorazione e del divertimento notturno". E' quanto si legge sulla pagina social di Salerno Pulita.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 12/05/2022

Nasce in Campania un progetto di recupero virtuoso dei rifiuti marini

Molteplici fattori stanno mettendo a repentaglio la biodiversità marina e costiera, e soprattutto il delicato equilibrio su cui regge il suo ecosistema. Uno fra questi è l’enorme quantitativo di rifiuti sversati in mare, galleggianti o ormai sedimentati nei fondali marini: purtroppo, ancora oggi si stima che oltre 731 tonnellate di plastica entrano nel Mar Mediterraneo ogni giorno. Danni enormi ma non irreversibili se si attuano strategie e pratiche sostenibili, in grado di salvaguardare e tutelare la nostra risorsa mare.

Il Progetto FIRM “Una rete da pesca per la filiera dei rifiuti marini” è nato proprio con la finalità di sperimentare e creare le basi per lo sviluppo di una innovativa filiera dei rifiuti marini nella Regione Campania. Ispirandosi ai modelli di economia circolare, il progetto si focalizza su alcune categorie specifiche di rifiuti - reti da pesca (gost fishing) e plastica (PET) - e prevede la co-progettazione di una serie di soluzioni innovative in grado di generare valore economico, sociale ed ambientale per l’intero territorio e le comunità locali, in una prospettiva di sviluppo sostenibile.

Nello svolgimento della loro attività professionale, le cooperative di pescatori saranno attivamente coinvolte nella raccolta dei rifiuti sull’intera costa campana, che va dal Litorale Domitio fino alla Costiera Cilentana, incluse le isole del Golfo di Napoli. I rifiuti marini saranno depositati e differenziati in appositi contenitori per la raccolta, in aree opportunamente predisposte dalle amministrazioni comunali che hanno aderito al progetto, per essere successivamente destinati ad un processo virtuoso di recupero e riciclo, trasformando la “scarto” in risorsa (nuovi prodotti).

Il progetto è un’iniziativa corale che coinvolge tre istituti del Consiglio Nazionale delle Ricerche, sei Organizzazioni regionali, oltre 250 cooperative di pescatori, più di 15 amministrazioni comunali, e tutte le comunità locali nella salvaguardia e rigenerazione dell’ecosistema marino. Una rete collaborativa che unisce cultura, tradizione ed innovazione, e che parte dalla Campania per aprirsi verso altre sfide nel Mediterraneo. Promotore e capofila è l’Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR- IRISS), in collaborazione con l’Istituto di Scienze dell'Alimentazione (ISA) di Avellino e l’Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali (IPCB) di Pozzuoli.

Martedì 17 maggio, ore 15,30, il progetto FIRM sarà presentato - presso la Sala Riunioni della Giunta Regionale, a Napoli - dal responsabile scientifico, Dott.ssa Marcella De Martino, insieme ad una rappresentanza delle organizzazioni dei pescatori partner del progetto. All’evento interverranno l’Assessore regionale all’Agricoltura, Dott. Nicola Caputo, ed il Direttore Generale per le Politiche Agricole, alimentari e forestali, la Dott.ssa Maria Passari.

Leggi tutto

Redazione Irno24 17/04/2021

Salerno Pulita, si riducono i tempi di attesa per il ritiro ingombranti

Sta sortendo ottimi risultati la nuova organizzazione per il ritiro gratuito degli ingombranti varata da Salerno Pulita, che si avvale anche dell’applicazione Junker. E' quanto si legge in una nota della stessa società. Dal 29 marzo scorso, giorno in cui è partito il servizio con le nuove modalità, sono pervenute 560 richieste di prenotazione: di cui ben 107 attraverso l’applicazione Junker e 453 mediante telefonata al numero 0892882036 e poi caricate sulla piattaforma.

I due terzi di queste richieste sono state già lavorate, cioè si è già proceduto ad effettuare il ritiro, mentre per la parte restante le prenotazioni sono contenute in un arco temporale di massimo 12 giorni, a fronte degli oltre 30-45 di prima. Il risultato è oltremodo significativo se si considera che assieme alle nuove prenotazioni si sta gestendo l’arretrato per il quale c’erano 884 richieste di ritiro, con prenotazioni fino al 10 maggio, di cui 494 già eseguite.

La nuova organizzazione, che ottimizza il lavoro degli addetti, concentrando gli interventi sia per zone che per tipologia di materiale, ha consentito di effettuare molti più interventi quotidiani, raggiungendo punte anche di 75 ritiri giornalieri. Molti utenti che avevano effettuato la prenotazione prima del 29 marzo sono stati richiamati e gli è stato proposto di anticipare anche di 15 giorni la data del ritiro.

Salerno Pulita conta di smaltire l’arretrato nel giro di una decina di giorni e, contemporaneamente, di programmare i nuovi ritiri con tempi di attesa che, per alcune tipologie di ingombranti, non dovrebbero superare le 72 ore. Nel caso in cui gli addetti non abbiano trovato gli ingombranti da ritirare, Salerno Pulita richiama gli utenti per capire se si è trattato di furto da parte di raccoglitori abusivi o di una dimenticanza, nel qual caso si invita a fare una nuova prenotazione.

Leggi tutto

Redazione Irno24 09/03/2022

"Voglio un mondo pulito", su spiaggia Salerno una scatoletta con scadenza 1998

I volontari dell'associazione "Voglio un mondo pulito" si sono occupati, nelle scorse ore, dell'aiuola della rotatoria di Piazza Montpellier, zona Parco Pinocchio a Salerno. Era piena di materiale da ricevitoria, per un totale di 20,1 kg di rifiuti (18,7 di indifferenziato e 1,4 di plastica). Inoltre, nella consueta attività di pulizia spiaggia, hanno recuperato una scatoletta di carne in gelatina con scadenza 1998, praticamente 24 anni in giro per l'ambiente.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...