Salerno, esercitazione di "difesa civile" con scenario terroristico

Coinvolti Carabinieri, Polizia, Vigili del Fuoco, Comune di Salerno e Asl

Redazione Irno24 28/04/2021 0

Si è svolta nella mattinata odierna, presso la sede del palazzo del Governo di Salerno, l’esercitazione di difesa civile “Salernum 2021”, organizzata dal Ministero dell’Interno in collaborazione con la Prefettura di Salerno.

Si è trattato di una esercitazione-pilota che, oltre ad essere caratterizzata da uno scenario “a sorpresa”, reso noto dal Ministero soltanto sul momento, si è svolta per la prima volta, in via sperimentale, nell’attuale situazione di emergenza da Covid-19, con una modalità “mista”: i componenti del Comitato di Difesa Civile si sono riuniti in presenza presso la sala della protezione civile della Prefettura e gli altri attori coinvolti hanno partecipato collegandosi “da remoto”.

L’evento ha riguardato uno scenario multiplo con una serie di accadimenti che si sono susseguiti in un breve lasso temporale, riconducibili inizialmente ad un conflitto a fuoco – poi rivelatosi di origine terroristica – a cui si è aggiunto l’utilizzo di armi chimiche (nervino), che ha interessato più punti della città, dall’area della Stazione Ferroviaria ad alcune piazze cittadine, con il ferimento di alcune decine persone.

All’iniziativa hanno preso parte la Questura di Salerno, l’Arma dei Carabinieri e le specialità della Polizia di Stato, il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco con le squadre NBCR, il Comune di Salerno, l’ASL, tutti impegnati nella gestione dell’evento al fine di pianificare e predisporre le più adeguate misure per fronteggiare i diversi scenari e soccorrere la popolazione. Oltre alle attività di protezione civile, è stato attivato anche un “punto stampa”, allo scopo di diffondere notizie alla cittadinanza sull’evolversi degli eventi e fornire indicazioni sulle condotte da osservare a tutela della pubblica e privata incolumità.

L’esercitazione è stata preceduta, inoltre, da un’attività di formazione “da remoto” sui temi della difesa civile e della comunicazione in emergenza. Il Prefetto Russo, al termine della “due giorni”, ha espresso grande apprezzamento per il lavoro svolto e per la collaborazione di tutti gli enti coinvolti, che hanno partecipato con professionalità ed entusiasmo.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 07/06/2020

Furto in profumeria di un centro commerciale, Volanti arrestano 30enne a Salerno

Nella serata del 6 giugno, a Salerno, gli agenti delle Volanti hanno tratto in arresto un georgiano di anni 30, pregiudicato per reati contro il patrimonio, irregolare sul territorio dello stato, in quanto con alcuni complici in corso di identificazione si era reso responsabile di furto aggravato di alcuni prodotti di profumeria, per un valore complessivo di circa 200 euro, ai danni di un esercizio situato in un centro commerciale molto frequentato dai salernitani, soprattutto nel fine settimana.

L’uomo, nonostante il tentativo di sottrarsi al controllo, veniva prontamente bloccato dagli agenti e condotto in Questura per essere sottoposto ai rilievi segnaletici da parte della Polizia Scientifica. Successivamente veniva tratto in arresto e trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida e del contestuale rito direttissimo.

Leggi tutto

Redazione Irno24 04/03/2020

"Archi dei diavoli", convenzione tra Comune Salerno, Soprintendenza e Università

Questa mattina la Giunta Comunale di Salerno ha approvato una convenzione che sarà sottoscritta tra Comune, Soprintendenza e Università di Salerno finalizzata ad elaborare un approfondito studio di valorizzazione dell'acquedotto medievale noto come "Archi dei diavoli". Tale risultato è il frutto delle interlocuzioni avviate da tempo dagli assessori Domenico De Maio (Urbanistica e Mobilità) e Antonia Willburger (Cultura) e consentirà sinergicamente di reperire risorse per il definitivo restauro di uno dei monumenti simbolo della città di Salerno. In attesa dell'elaborazione di tale studio, l'Amministrazione Comunale provvederà con proprie risorse di bilancio alla messa in sicurezza del sito. L'accordo tra i vari soggetti sarà formalizzato la prossima settimana.

Leggi tutto

Redazione Irno24 17/11/2021

"Lifting chilometrico", 6 denunce nel salernitano: indagini anche nel capoluogo

Dal mese di Ottobre 2021, il Comando Provinciale di Salerno ha disposto una fitta serie di servizi mirati alla prevenzione e alla repressione del cosiddetto “lifting chilometrico” su auto usate messe in vendita negli autosaloni della provincia.

Nel corso della complessa e articolata attività investigativa, che ha interessato i Comuni di Salerno, Sapri, Agropoli, Vallo della Lucania, Sala Consilina, Eboli, Battipaglia, Mercato San Severino, Nocera Inferiore e Amalfi, i militari hanno controllato oltre 100 rivendite, ai titolari di alcune delle quali è stato contestato il reato di frode in commercio.

Il meccanismo delittuoso utilizzato consisteva nel sottoporre il mezzo ad una revisione anticipata anche di un anno rispetto al periodo previsto, andando però prima a ridurre i chilometri percorsi che apparivano sul display della vettura, al fine di venderla ad un prezzo maggiorato del suo reale valore.

La frode è stata scoperta comparando i dati storici delle revisioni effettuate sulle vetture, estrapolati dalla Banca dati della Motorizzazione Civile, con il chilometraggio riportato sull’ultima revisione, nonché su quello del display del mezzo oggetto di verifica: in tal modo i chilometri erano del tutto incoerenti con quelli, molto più alti, della penultima revisione e quelli “ridotti” dell’ultima.

Al termine delle verifiche effettuate sono state denunciati alle competenti Autorità giudiziarie 6 soggetti operanti nei Comuni di Cava de Tirreni, Castelnuovo Cilento, Tramonti, Olevano Sul Tusciano, tutti titolari di rivendite di autovetture. Inoltre, sono stati sequestrati 3 veicoli.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...