Sanificazione di Biblioteca, Musei provinciali e locali della Provincia

Le operazioni si svolgeranno in orario di chiusura al pubblico

Redazione Irno24 28/02/2020 0

In attuazione della Circolare del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Direzione Centrale Sanità, la Provincia di Salerno ha predisposto interventi di disinfezione straordinaria di tutti gli immobili adibiti a luoghi di lavoro e in particolare di tutti i Musei e della Biblioteca provinciale.

"Tale intervento - dichiara il Presidente Michele Strianese - è una misura precauzionale di prevenzione e protezione per tutti gli utenti delle nostre strutture, a iniziare da Musei e Biblioteca, ma anche del nostro personale al fine di contrastare l’eventuale diffusione del Coronavirus.

Le operazioni di sanificazione ambientale si svolgeranno in orario di chiusura al pubblico, garantendo la regolare apertura di tutte le strutture, ad eccezione del Museo della Ceramica di Villa Guariglia, per il quale in data odierna è stata predisposta la chiusura anticipata alle ore 13:30".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 28/11/2021

Allerta meteo prorogata, domani scuole chiuse a Salerno

A causa del perdurare dell'allerta meteo Arancione sulla Campania, fino alle 18:00 di domani, lunedì 29 novembre, il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli ha disposto per la giornata di domani la sospensione delle attività didattiche di tutti gli istituti scolastici e di tutti i servizi educativi all'infanzia, oltre alla chiusura di parchi, ville, giardini comunali, impianti sportivi e del cimitero comunale.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/05/2020

CNA Salerno chiede più giorni per conferire i rifiuti speciali anti-Covid

Servono più giorni per il conferimento dei rifiuti speciali legati alle nuove disposizioni per il contenimento del Covid-19. A lanciare l’appello all’amministrazione comunale di Salerno sono stati gli acconciatori e le estetiste di Cna Salerno che, a meno di due settimane dalla riapertura, si sono trovati ad affrontare una serie di difficoltà.

Secondo l'ordinanza regionale ed in particolar modo il Protocollo sulla sicurezza, i professionisti della bellezza devono prestare grande attenzione, non solo nel disfarsi dei rifiuti di materiale protettivo anti-Covid, ma nella conservazione degli stessi in attesa del ritiro. In particolare, non è possibile schiacciare e comprimere i sacchi con le mani e smaltire il rifiuto dal proprio esercizio quotidianamente con le procedure in vigore sul territorio.

Ad acconciatori ed estetiste viene chiesto di non utilizzare i contenitori usati per tutti i rifiuti, ma di differenziare, in raccoglitori diversi, mascherine, guanti, grembiuli, tappetini (monouso) che occupano anche notevole spazio. Questo determina l’accumulo, in poco tempo, di materiale voluminoso e la raccolta differenziata, così com'è organizzata, non è sufficiente.

"Abbiamo già interloquito con gli assessori comunali incaricati, Dario Loffredo al Commercio ed Angelo Caramanno all’Ambiente - ha dichiarato Sergio Casola, Presidente Regionale di Acconciatori ed Estetiste Cna - entrambi hanno pienamente recepito e compreso il disagio della categoria ed hanno assicurato la piena disponibilità a risolvere la questione".

"Non solo riteniamo più che giustificata la richiesta partita dalla categoria degli acconciatori - ha aggiunto il presidente provinciale della Cna di Salerno, Lucio Ronca - ma riteniamo opportuno che si valuti una riorganizzazione del servizio che contempli le difficoltà di tutte le attività produttive in tutti i territori e nei comuni, non solo nel capoluogo”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/07/2021

Attivazione illecita di contratto luce/gas a Bagnoli Irpino, salernitano nei guai

I Carabinieri della Stazione di Bagnoli Irpino (AV), prendendo spunto dalle denunce presentate da persone del posto, hanno deferito in stato di libertà un 35enne della provincia di Napoli ed un 40enne del salernitano, ritenuti responsabili dei reati di “Falsità materiale commessa dal privato” e “Trattamento illecito dei dati personali”.

All’esito dell’attività eseguita dai Carabinieri, sono emersi inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti dei due che, venuti in possesso dei dati personali delle persone offese, attivavano contratti per la fornitura di energia elettrica/gas.

E quando le ignare vittime ne sono venute a conoscenza, non hanno esitato a sporgere denuncia, facendo così scattare le indagini dei Carabinieri che hanno portato alla denuncia dei due soggetti alla competente Autorità Giudiziaria.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...