Sorpreso a circolare su auto sequestrata, denunciato 60enne salernitano in Irpinia

Il veicolo era stato "congelato" nel 2018 perchè sprovvisto di assicurazione

Redazione Irno24 04/02/2021 0

I Carabinieri della Compagnia di Montella (AV) hanno denunciato un 60enne salernitano, ritenuto responsabile di "violazione colposa dei doveri attinenti la custodia e sottrazione di beni sottoposti a sequestro". Durante un servizio di controllo del territorio, la pattuglia ha intimato l’Alt al conducente di un’autovettura.

Dall’interrogazione alla Banca Dati emergeva che quel veicolo dal 2018 era sottoposto a sequestro amministrativo, per aver circolato senza assicurazione. A carico dell’automobilista è dunque scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura di Avellino. L’auto è stata sottoposta a sequestro penale, finalizzato alla confisca.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 31/01/2020

Vendita abusiva di pesce, sanzionato ambulante al Corso

Nella mattinata di oggi, personale del Nucleo Annonario della Polizia Municipale di Salerno, unitamente a una pattuglia di motociclisti del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri, a seguito di alcune segnalazioni pervenute, hanno provveduto a sequestrare diversi chilogrammi di prodotti ittici ad un venditore ambulante abusivo, solito esercitare l’illecita attività nelle adiacenze del Corso Vittorio Emanuele, angolo Via Fieravecchia.

Nello specifico, il personale intervenuto ha sequestrato oltre 10 kg di alici che erano posizionate all’interno di un Apecar in uso al venditore abusivo. Oltre al sequestro amministrativo, è stata elevata la sanzione di 5mila euro. Al responsabile è stato intimato l’immediato allontanamento dalla zona.

Successivamente, il personale operante ha provveduto a depositare la merce sequestrata presso idonea cella frigo al Centro Agroalimentare del Comune, dove sarà predisposta la distruzione da parte del competente agronomo di turno.

Leggi tutto

Redazione Irno24 19/10/2021

Ai domiciliari per aver scassinato "totem" a Salerno, evade e finisce in carcere

Personale della Sezione Reati contro il Patrimonio e la PA della Squadra Mobile di Salerno ha dato esecuzione ad un'Ordinanza di Applicazione di Misura Cautelare personale in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Salerno, nei confronti di S.P., responsabile del reato di evasione dagli arresti domiciliari poiché sorpreso a circolare liberamente nelle strade del centro cittadino.

L’individuo era stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari in data 2 ottobre, a seguito delle indagini sul furto presso un deposito automatizzato per bagagli in Salerno, scassinato e derubato per ben cinque volte nel periodo tra maggio e settembre di quest’anno.

Le indagini e l’analisi dei numerosi filmati registrati dalle telecamere di sicurezza hanno permesso di ricostruire la dinamica dei fatti e di risalire all’identificazione dell’autore del reato. Il pregiudicato per reati specifici e gravato da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio è stato ripreso, infatti, mentre scassinava un “totem” dove erano contenuti i contanti, appropriandosene e dandosi alla fuga. Dopo le formalità di rito, S.P. è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Salerno.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/05/2020

CNA Salerno chiede più giorni per conferire i rifiuti speciali anti-Covid

Servono più giorni per il conferimento dei rifiuti speciali legati alle nuove disposizioni per il contenimento del Covid-19. A lanciare l’appello all’amministrazione comunale di Salerno sono stati gli acconciatori e le estetiste di Cna Salerno che, a meno di due settimane dalla riapertura, si sono trovati ad affrontare una serie di difficoltà.

Secondo l'ordinanza regionale ed in particolar modo il Protocollo sulla sicurezza, i professionisti della bellezza devono prestare grande attenzione, non solo nel disfarsi dei rifiuti di materiale protettivo anti-Covid, ma nella conservazione degli stessi in attesa del ritiro. In particolare, non è possibile schiacciare e comprimere i sacchi con le mani e smaltire il rifiuto dal proprio esercizio quotidianamente con le procedure in vigore sul territorio.

Ad acconciatori ed estetiste viene chiesto di non utilizzare i contenitori usati per tutti i rifiuti, ma di differenziare, in raccoglitori diversi, mascherine, guanti, grembiuli, tappetini (monouso) che occupano anche notevole spazio. Questo determina l’accumulo, in poco tempo, di materiale voluminoso e la raccolta differenziata, così com'è organizzata, non è sufficiente.

"Abbiamo già interloquito con gli assessori comunali incaricati, Dario Loffredo al Commercio ed Angelo Caramanno all’Ambiente - ha dichiarato Sergio Casola, Presidente Regionale di Acconciatori ed Estetiste Cna - entrambi hanno pienamente recepito e compreso il disagio della categoria ed hanno assicurato la piena disponibilità a risolvere la questione".

"Non solo riteniamo più che giustificata la richiesta partita dalla categoria degli acconciatori - ha aggiunto il presidente provinciale della Cna di Salerno, Lucio Ronca - ma riteniamo opportuno che si valuti una riorganizzazione del servizio che contempli le difficoltà di tutte le attività produttive in tutti i territori e nei comuni, non solo nel capoluogo”.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...