Sorpreso a circolare su auto sequestrata, denunciato 60enne salernitano in Irpinia

Il veicolo era stato "congelato" nel 2018 perchè sprovvisto di assicurazione

Redazione Irno24 04/02/2021 0

I Carabinieri della Compagnia di Montella (AV) hanno denunciato un 60enne salernitano, ritenuto responsabile di "violazione colposa dei doveri attinenti la custodia e sottrazione di beni sottoposti a sequestro". Durante un servizio di controllo del territorio, la pattuglia ha intimato l’Alt al conducente di un’autovettura.

Dall’interrogazione alla Banca Dati emergeva che quel veicolo dal 2018 era sottoposto a sequestro amministrativo, per aver circolato senza assicurazione. A carico dell’automobilista è dunque scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura di Avellino. L’auto è stata sottoposta a sequestro penale, finalizzato alla confisca.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 17/11/2021

Chiede soldi per finta raccolta fondi, denunciata ad Atripalda 40enne del salernitano

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno denunciato una donna della provincia di Salerno, ritenuta responsabile del reato di “esercizio molesto dell’accattonaggio”. Si tratta di una 40enne, già nota alle Forze dell’Ordine, sorpresa dai Carabinieri nei pressi di un noto supermercato con del materiale di una fittizia associazione di volontariato.

La donna, cercando di carpire la fiducia dei passanti, chiedeva denaro per sostenere la ricerca per la cura delle malattie infantili rare. La 40enne è stata deferita in stato di libertà alla Procura di Avellino ed il materiale in suo possesso è stato sequestrato.

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/03/2020

Confcommercio Salerno chiede intervento del Prefetto per furti nei negozi

Negli interventi da attuare a sostegno degli associati, Confcommercio Campania - sede di Salerno segnala che l’immediata sospensione delle attività commerciali, a seguito del Decreto legge emanato l’11 Marzo scorso, non ha consentito, alla maggior parte degli operatori, di avere il tempo necessario per poter svuotare o mettere in sicurezza la merce in negozio, prima di chiudere i battenti.

A questo si aggiunge che, dopo il divieto di circolazione delle persone, molte aree della città restano completamente deserte per l’intera giornata, favorendo, purtroppo, il perpetrarsi di furti ai danni degli esercizi.

"Da numerosi commercianti della città, ci giungono forti segnali di preoccupazione per l’eventualità di furti nei negozi, è nostro compito intervenire", spiega Giuseppe Gagliano, Presidente Confcommercio Campania mandamento di Salerno.

"Consapevoli dell'enorme attività di controllo a tappeto già esercitata dalle forze di Polizia, per una maggiore tutela del sistema distributivo cittadino, pertanto, è stata fatta richiesta al Prefetto di Salerno di voler intensificare il presidio su tutto il territorio, attraverso pattugliamenti costanti, con particolare riferimento a quelle aree ad alta densità commerciale, quali le zone della ZTL, insieme a tutte le altre meno frequentate per via dell’assenza di esercizi aperti, ai fini della vendita dei beni di prima necessità".

Leggi tutto

Redazione Irno24 24/10/2020

Strianese: "Fatti di Napoli organizzati da persone che si infiltrano nel malcontento"

"Quanto accaduto ieri sera a Napoli - stigmatizza il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese - va assolutamente condannato. Non si tratta di una protesta pensata da padri di famiglia che con il protrarsi dell’emergenza epidemiologica sono in affanno economico e che, con il nuovo lockdown, non potrebbero vivere. Abbiamo assistito a una vera guerriglia urbana organizzata evidentemente da persone che sanno infiltrarsi nel malcontento popolare, strumentalizzandolo.

Esprimo la mia piena solidarietà al Presidente De Luca e alle Forze dell'Ordine, oltre che ai giornalisti aggrediti, per il violento attacco subito mentre si cerca di trovare soluzioni per salvare vite umane e bloccare la diffusione del contagio. Nello stesso tempo, comunque, il mio pensiero e la mia solidarietà vanno ai tanti commercianti, ai ristoratori, agli imprenditori, ai lavoratori tutti e ai cittadini italiani che cercano comprensione per il forte disagio che stanno vivendo, timorosi delle conseguenze economiche ancora più schiaccianti in caso di nuovo lockdown. Sono vicino a tutti, alle donne e agli uomini, ai nostri giovani, a tutti coloro che oggi sono preoccupati per il futuro.

Mi auguro quindi si possa trovare un giusto equilibrio tra misure di contenimento sanitario e sostegno economico per chi sarà costretto alla chiusura. Penso sia importante intaccare il meno possibile un tessuto economico e sociale italiano, già molto provato. Auspicabile quindi evitare la chiusura di cantieri, industrie, commercio, luoghi della cultura, ma ovviamente è una sfida difficile da coniugare al necessario contenimento di un virus per ora inarrestabile. Sono fiducioso che verrà trovata la strada giusta per tutelare la salute pubblica, favorire l'economia e la serenità delle nostre famiglie. Noi come istituzioni ci siamo e faremo la nostra parte".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...