Violenze domestiche ad Ogliara, arrestato 27enne dopo colluttazione con Agenti

La compagna presentava segni di lesioni

Redazione Irno24 29/10/2020 0

Nella giornata di ieri, gli Agenti della Polizia di Salerno sono intervenuti ad Ogliara dopo una segnalazione al 112 di urla provenienti da un’abitazione, come se in quella casa si stessero compiendo violenze domestiche. Una Volante è intervenuta pochi minuti dopo sul posto ed agli Agenti si è presentata una situazione familiare complessa: una giovane coppia, 27 anni lui, 31 lei, entrambi salernitani con un figlio di pochi mesi; l’uomo, nonostante la presenza della Volante, ha continuato ad inveire contro la compagna, che presentava segni di lesioni.

Gli Agenti hanno cercato di calmare il giovane ma questi ha rifiutato ogni dialogo fino a ingaggiare con gli uomini in uniforme un “corpo a corpo” durante il quale uno dei poliziotti ha riportato leggere contusioni.

Il giovane, con precedenti per reati in materia di stupefacenti, è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ma è evidente che si sia reso responsabile anche di violenze in ambito domestico e di maltrattamenti ai danni della compagna, anche se non è stata ancora sporta denuncia in merito. La donna è al sicuro, essendosi convinta a trasferirsi volontariamente, insieme al figlio neonato, in un luogo protetto.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 27/11/2020

Crisi da Covid, incontro web fra Comune di Salerno e categorie economiche

"Crisi del Commercio, dell'Artigianato e dell'Agricoltura a causa del Covid. Di questo - scrive il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli - abbiamo discusso con l'Assessore Dario Loffredo in un incontro web con il presidente della Camera di Commercio di Salerno, Andrea Prete, e le Associazioni di categoria.

L'Amministrazione Comunale ritiene, infatti, che solo attraverso un costante confronto con i riferimenti territoriali del comparto sarà possibile elaborare proposte fattive nell'interesse degli operatori del settore. Abbiamo già fatto quanto nelle nostre possibilità, consentendo, senza costi aggiuntivi e con procedure semplificate, l'ampliamento dei dehors; mettendo a disposizione delle piccole e medie imprese 3 milioni di euro per il credito di imposta sulla Tari; attivando la piattaforma telematica Cishoppo per mettere in rete i prodotti locali.

Sono segnali concreti di attenzione verso categorie economiche che sono tra le più pregiudicate dalla pandemia. Pensiamo di aver fatto semplicemente il nostro dovere e continueremo a farlo per favorire la ripresa econonica del nostro territorio".

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/09/2020

Aggiornamento Asl 1 Settembre mattina, 6 casi Covid a Salerno

Nell'aggiornamento quotidiano riguardante l'emergenza Coronavirus, l'Asl di Salerno fa sapere che nella mattina del 1° settembre sono stati registrati 7 positivi nel salernitano, di cui 6 nel capoluogo e 1 a Baronissi. Si tratta - specifica l'azienda - di contatti singoli di casi positivi rilevati in precedenza, già isolati e monitorati.

Leggi tutto

Redazione Irno24 14/08/2020

Operazione "Patriot", torna in carcere il capo dell'organizzazione criminale

Nel pomeriggio del 14 Agosto, personale della Squadra Mobile ha dato esecuzione all’Ordinanza di Applicazione della Misura Cautelare della custodia in carcere, emessa dal Tribunale di Salerno, nei confronti di Raffaele Iavarone, salernitano classe 82.

L'uomo era già stato sottoposto alla misura della custodia in carcere presso la Casa Circondariale di Fuorni, perché arrestato nell’ambito dell’operazione “Patriot” del 16 luglio (associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti). In data 11 agosto, il Tribunale del Riesame dichiarava l’inefficacia di quest’ultima misura custodiale - scarcerandolo - per omessa notifica dell’avviso dell’udienza al codinfensore.

Trattandosi di decisione fondata su motivi formali, ritenendo ricorrenti le esigenze cautelari di eccezionale rilevanza, atteso che l’attività delittuosa accertata a carico di Iavarone è di particolare gravità per il suo ruolo di promotore, organizzatore e gestore di un’organizzazione dedita al narcotraffico (capace di smerciare grossi quantitativi di droga, di disporre di armi anche da guerra e di trovare canali di rifornimento dello stupefacente), e che la mancata adozione di una misura cautelare nei confronti dell’indagato costituisce una esposizione a pericolo per la collettività, con il provvedimento odierno è stata disposta l’adozione della massima misura detentiva. L’indagato è stato nuovamente associato alla Casa Circondariale di Salerno.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...