"Qui fu Napoli... qui sarà Napoli", si chiude con "L’ultimo scugnizzo" di Viviani

Appuntamento al Teatro Nuovo di Salerno dal 29 al 31 Ottobre

Redazione Irno24 27/10/2021 0

E' il 16 dicembre del 1932 quando al Teatro Piccinni di Bari, Raffaele Viviani, attore e commediografo stabiese, porta in scena, insieme con la sorella Luisella (Viviani interpretava il ruolo di 'Ntonio e Luisella Viviani quello di 'Nnarella), la sua commedia in tre atti “L’ultimo scugnizzo”. Un lavoro che l’anno seguente riproporrà prima a Napoli al Teatro Fiorentini e, poi, a Milano.

Ora a portare in scena l’opera, che nel 1938 divenne un film diretto da Gennaro Ghirelli con lo stesso Viviani come protagonista, sarà la compagnia del Teatro Nuovo di Salerno, diretta da Ugo Piastrella, il 29, 30 (ore 21) e 31 ottobre (ore 18:30), nell’ambito della rassegna “Qui fu Napoli… qui sarà Napoli”. Si tratta dell’ultimo degli otto spettacoli della rassegna dedicata agli autori partenopei contemporanei, organizzata dal Consorzio “La città teatrale” con il finanziamento della Regione Campania ed il patrocinio del Comune di Salerno.

Protagonisti saranno Claudio Collano, Margherita Rago, Ciro Girardi, Antonella Quaranta, Antonello Cianciulli, Rodolfo Fornario, Rosaria Sellitti, Lucia Ronca, Cristina Mazzaccaro, Aldo Flauto, Roberto De Angelis, Francesco Ronca, Rosario Volpe, Alice Maggioletti, Giuseppe Bisogno e Daniela Apicella alle percussioni. Il tutto per la regia di Ugo Piastrella.

In questa commedia dominano due temi che ricorrono spesso nel teatro di Viviani: la miseria e l'emarginazione. Antonio Esposito è un giovane bisognoso che cerca lavoro a tutti i costi: la sua fidanzata Maria è incinta e lui la vuole sposare prima che nasca il figlio. 'Ntonio ha rubato una lettera di presentazione di un tale Dante Sarchiaponi e si presenta a casa dell'avvocato Razzoli in qualità di segretario. Per essere assunto fa intendere all'avvocato che è al corrente della sua relazione con Donna Palmira.

'Ntonio acquista pian piano credito nella famiglia dell'avvocato grazie al suo modo di fare. Tutti sanno del nuovo lavoro di 'Ntonio, anche gli amici di un tempo, gli scugnizzi, che ricordano con lui i tempi trascorsi. Passano i mesi, 'Ntonio in casa Razzoli è insostituibile ma è preoccupato per la nascita del figlio perché non ha ancora sposato Maria. Purtroppo il figlio appena nato è morto mentre Maria sta bene. Il sogno di 'Ntonio è infranto. L’ingresso per assistere allo spettacolo è gratuito previa prenotazione ed obbligo di mascherina e green pass o tampone negativo effettuato 48 ore prima.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 20/08/2020

Salerno, le esilaranti donne di Rosalia Porcaro all'Arena del Mare

Venerdì 21 Agosto, l’Arena del Mare di Salerno, ore 21:15, ospita l’attrice partenopea Rosalia Porcaro (ingresso euro 15 + prevendita, biglietti su www.postoriservato.it, oppure dalle 19,30 presso il botteghino) che proporrà il suo spettacolo al titolo “Donne”. Si tratta di una carrellata di figure femminili, una più esilarante dell’altra.

Dal monologo della escort che dichiara “se volete fare carriera nella vita, preoccupatevi dello studio e della cultura, perché fare le zoccole è difficilissimo”, passando per Veronica, operaia di una fabbrica di “borze”, schiava di una “datore di lavoro” di cui non capisce le vessazioni, scambiandole per attaccamento affettivo. Innamorata di Genni, ha continui scontri con la suocera, che la ritiene una pessima donna di casa perché, fra le altre manchevolezze, “non sa preparare ‘o purpe affugat’”.

Ovviamente tutte loro sono Rosalia – grande mattatrice dello spettacolo – che per la gioia del pubblico vestirà anche i panni della suocera, che incattivita dalla vecchiaia continua a lodare spropositatamente i figli e a inveire contro il resto del mondo, compreso il marito disoccupato. Ci sarà poi Natasha e le nuove gag scritte durante il periodo del lockdown.

Allora il pubblico ascolterà le donne della Porcaro scambiarsi confidenze sui virologi, sui politici, sui giornalisti, faranno previsioni e si porranno domande importanti come “E’ meglio il Covid 19 e il Plasma, o il Conad 19 e Plasmon?”. Domande alle quali sarà chiamato a rispondere anche il pubblico presente in sala, che come spesso accade negli spettacoli della Porcaro, sarà coinvolto attivamente durante la serata.

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/10/2021

"Qui fu Napoli... qui sarà Napoli", al Ridotto di Salerno "Eduardo artefice magico"

Sesto appuntamento, domani 22 ottobre (ore 21) e venerdì 23 ottobre (ore 21), con la rassegna promossa dall’Associazione Consorzio “La Città Teatrale” di Salerno, “Qui fu Napoli… Qui sarà Napoli”. Questa volta l’appuntamento è al Teatro Ridotto di Salerno, dove la Compagnia Dell’Arte, diretta da Antonello Ronga, metterà in scena, con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, “Eduardo artefice magico”.

Sempre più spesso si vedono in giro persone che accumulano cose, oggetti come se fossero un'ancora di salvezza verso un passato che è stato, o una possibile strada verso il futuro, un futuro che si spera migliore; mania sempre più diffusa sindrome dell’accumulo compulsivo… e se invece di accumulare oggetti si accumulassero parole, e meglio ancora, le parole di un grande drammaturgo, parole che sono diventate letteratura, e perché no, anche leggenda? Se gli esuli della società di oggi accumulassero questo sapere, per cercare nel passato un futuro migliore?

La Compagnia dell'Arte porta in scena uno spettacolo in cui cinque anime sono legate da un unico destino: trovare la salvezza. Salvezza che forse solo le parole possono dare. "Il viaggio universale dei corpi, sempre più umanamente profughi, in questa società di anime di ogni tempo". Un viaggio nell'universo "eduardiano" quello intessuto dal regista Antonello Ronga che, ancora una volta, rielabora un testo facendolo proprio, dando vita cosi ad uno spettacolo unico nel suo genere. In scena Valentina Tortora, Mauro Collina, Teresa Di Florio, Fortuna Capasso e Vincenzo Triggiano.

Leggi tutto

Redazione Irno24 05/11/2021

"Salerno in CORTOcircuito", via alle iscrizioni per l'edizione 2021

Sono aperte le iscrizioni alla XII edizione del Festival “Salerno in CORTOcircuito – Sguardi sulla società”, il Festival salernitano del cortometraggio e del documentario organizzato dalla Rete dei Giovani per Salerno, in collaborazione con diverse Realtà territoriali, nei giorni 10-11-12 dicembre dalle ore 20 presso la sala del Teatro Santa Margherita in via F. D’Allora (Quartiere Europa).

Da quest’edizione è prevista in concorso anche una sezione specifica dedicata ai Documentari e come sempre è prevista anche la partecipazione di mediometraggi e lungometraggi per la sezione fuori concorso.

Sarà dato spazio, come sempre, agli autori cineasti salernitani ma non solo. Altra novità di quest’anno è la sezione fuori concorso, a cura dell’Associazione Impronte poetiche, per la partecipazione di podcast di poesia sociale con immagine statica evocativa.

TUTTE LE INFORMAZIONI PER PARTECIPARE

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...