Al Teatro Genovesi si rivedono "I Tarli"

In scena anche lo spettacolo "Muttura" per il Festival Teatro XS

Redazione Irno24 28/02/2020 0

È il 1978 quando il gruppo di cabaret "I Tarli" irrompe sulle scene salernitane. Quarantadue anni di vita trascorsi a calcare palcoscenici di tutta Italia e collezionare partecipazioni a trasmissioni televisive nazionali, una su tutte la presenza come concorrenti a “Tutti per Uno”, il game show condotto da Mike Bongiorno e in onda su Canale 5.

Sabato 29 Febbraio, alle ore 21:15, al Teatro Genovesi di Salerno, Gianfranco Casaburi, Marino Cogliani, Giancarlo Coppola ed Enzo Tota torneranno a far sorridere proponendo i loro intramontabili sketch: da “I prestiti” a “Cappuccetto rosso”, da “L'esame di maturità” a “L'Avvocato”, giusto per citarne alcuni. Il manifesto scelto per promuovere lo spettacolo è quello utilizzato nel '78 per la prima uscita.

Domenica 1 Marzo, alle ore 19, si torna ad aprire il sipario sulle compagnie in concorso per il Festival Nazionale "Teatro XS Città di Salerno". A calcare le tavole del Genovesi sarà l’Associazione Culturale A.LI.B.I. di Tricase (LE) con lo spettacolo “Muttura” di Walter Prete (Premio Leuca 2019). Due attori in scena, un argomento e tanti punti di vista. “Muttura” parla di rifiuti interrati; è uno spettacolo di teatro civile che strizza l’occhio al sorriso, puntando dritto alla riflessione.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 22/12/2020

"Feste al Massimo", polifonie sacre e profane per celebrare il Natale

Il Concerto del Coro del Teatro dell'Opera di Salerno, diretto da Felice Cavaliere, pianista del Coro Lucrezia Benevento, inaugura il 23 Dicembre la settimana natalizia di spettacoli del Teatro Verdi di Salerno, nell'ambito della rassegna in streaming "Le Feste al Massimo".

Venerdì 25 è in programma il Concerto Sinfonico di Natale diretto da Daniel Oren, Sabato 26 andrà in scena la Vedova Allegra di Franz Lehar, sempre diretta da Oren, Domenica 27 il Galà Lirico con il Fabio Sartori ed il soprano Anna Pirozzi.

Lo spettacolo di Mercoledì 23 Dicembre, ore 20:00 (ecco i canali della diretta web), celebra il Natale fra polifonie sacre e profane, con un programma che di certo contribuirà a rendere ancora più magica l'attesa della festa più bella dell'anno.

Johann Sebastian Bach
Aria sulla IV corda dalla Suite n. 3 per orchestra
Jesus Bleibet dalla Cantata n. 147

Wolfgang Amadeus Mozart
Ave verum Corpus K 618                            

Gioachino Rossini
Ave Maria

Giuseppe Verdi
Gli arredi festivi - Nabucco
Va' pensiero - Nabucco
O Signore, dal tetto natìo - I Lombardi alla prima Crociata
Coro di zingarelle e mattatori - La Traviata
Libiamo, ne’ i lieti calici - La Traviata

Irving Berlin
White Christmas

Franz Xaver Gruber
Stille Nacht, heilige Nacht

Jay Althouse
Uma familia

Leggi tutto

Redazione Irno24 25/10/2020

Linea d'Ombra continua su piattaforma online

Linea d’Ombra Festival 2020, edizione numero venticinque, ha inaugurato sabato 24 ottobre. E nonostante le disposizioni del nuovo decreto del governo, si chiuderà sabato 31, al termine di otto giorni di cinema durante i quali saranno proiettate oltre 100 opere in concorso da 40 paesi. Il presidente di Linea d’Ombra Festival Peppe D’Antonio e il direttore artistico Boris Sollazzo lo dicono chiaramente e fermamente.

"Linea d’ombra continua. Nonostante tutto. Lo fa su un’altra piattaforma, coerentemente al modello di festival che non voleva essere d’emergenza ma un nuovo inizio, ibrido per convinzione e non per necessità. Dopo due giorni in presenza in Sala Pasolini e Sala Menna, con ottima risposta di pubblico, ci atteniamo alle nuove disposizioni e, non modificando nulla nel contenuto, nell’entusiasmo e nella professionalità, cambiamo solo il modo di fruire delle nostre proposte, in attesa di tornare a guardare in faccia i nostri spettatori molto presto. Abbiamo dimostrato un alto senso di responsabilità tutelando al massimo la sicurezza di tutti in presenza, dimostriamo lo stesso senso di responsabilità continuando il festival fino alla fine on line".

Aprire un festival in una forma e chiuderlo in un’altra è una situazione totalmente inedita, ma fa parte dell’idea stessa di Linea d’Ombra 2020, che ha scelto la crisi come linea narrativa di quest’anno. Crisi significa anche trovare le soluzioni per superarla, che sono state pensate a monte, dando all’evento una forma fluida e in continua trasformazione. Soprattutto, a disposizione di tutti, attraverso la piattaforma www.lineadombrafestival.video e i diversi canali social di Linea d’Ombra.

Leggi tutto

Redazione Irno24 18/08/2020

Lomanto torna sulle scene con "Passione" alla Tenuta dei Normanni

“Voglio cantare e si nun canto moro/ E si nun canto me sento murire/ Me sento fa’ nu nureco a lu core/ Nisciuno amante me lo po’ sciuglìre”. Sono i versi di Libero Bovio, l’autore di “Passione”, a cui ha pensato il cantante e chitarrista Carlo Lomanto per ritornare sulle scene e presentare, mercoledì 19 agosto 2020, alle ore 20.30, il suo lavoro.

La location è quella dell’anfiteatro della Tenuta dei Normanni (Giovi Bottiglieri, Salerno) per la XXIII edizione dei “Concerti d'estate di Villa Guariglia in tour” organizzati dall'Associazione CTA di Salerno - quest'anno in forma ridotta - ospitati all'interno del Festival delle Colline Mediterranee organizzato dalla Fondazione della Comunità salernitana con il patrocinio della Regione Campania e del Comune di Salerno e la direzione artistica di Eduardo Scotti.

Lomanto presenta il suo ultimo lavoro discografico “Passione”, nato tra le ombre del lockdown. “Ho cercato di far dialogare la tradizione e la modernità sia nel mio modo di cantare i brani proposti sia negli arrangiamenti, a cominciare da 'A Vucchella' del 1892 e fino ad arrivare al nostro benamato Pino Daniele con 'A me me piace o Blues', ovviamente non potevano mancare Carosone con 'Maruzzella' e Modugno con 'Io Mammeta e tu'.

Mi sono poi permesso di inserire tre brani di cui ho scritto la musica e a cui hanno messo le parole Federica Cammarota, Miriam Lattanzio e Daniela Carelli, tre grandi autrici napoletane che ringrazio per questi brani a cui sono particolarmente affezionato. Ho deciso di chiamare questo album 'Passione' per due motivi, uno perchè nel mio primo album del lontano 2000, quindi giusto vent’anni fà, c’era questa canzone e quindi 20 anni dopo ho deciso di ricantarla per l’occasione, due perchè la parola passione è quella che ha mosso tutta la mia vita e continuerà a farlo per sempre”.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...