Brutta sconfitta per la Salernitana a Monza, finisce male il 2022

Grossi errori difensivi spianano la strada alla squadra allenata da Palladino

foto da pagina facebook della Salernitana

Redazione Irno24 13/11/2022 0

Si chiude nel peggiore dei modi, per la Salernitana, la prima fase dell'anomala stagione 22/23, da stasera in pausa mondiale fino ai primi di Gennaio. Il Monza vince 3-0, mettendo ulteriormente a nudo le pecche difensive di una squadra cui la sosta potrà fare soltanto bene. Nelle ultime tre partite, infatti, il magrissimo bottino di un pari e due sconfitte di fila. E, tra Fiorentina e Monza, un solo tiro nello specchio della porta, cioè il gol di Dia al Franchi.

Certo, la soglia di +10 sulla zona retrocessione è un autentico capitale, soprattutto se rapportato agli stenti dello scorso anno, ma in parte il "merito" è anche dell'andamento lento, anzi lentissimo, di Cremonese, Samp e Verona, anch'esse ancora sconfitte e, di conseguenza, piuttosto defilate rispetto al treno salvezza.

In Brianza, granata mai in partita, come nel primo tempo di Firenze. Al 24° e al 35°, Carlos Augusto e Dany Mota indirizzano chiaramente il match, approfittando delle sbandate colossali della retroguardia di Nicola, troppo superficiale e disattenta su entrambi i gol. Al 74° il 3-0 su rigore di Pessina, atterrato dal neoentrato Candreva: l'ex Samp viene espulso per doppia ammonizione, dopo che al 44° aveva rimediato il primo giallo per proteste, quando era ancora in panchina. A tempo scaduto, Sepe evita il poker della disfatta.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 15/01/2022

Ancora Covid nella Salernitana con 3 casi, ma con la Lazio si dovrebbe giocare

E' ancora incubo Coronavirus nelle file della Salernitana. Attraverso il sito ufficiale, infatti, la società del nuovo patron Iervolino ha comunicato che, a seguito di ulteriori controlli, altri tre calciatori sono risultati positivi. Appena ieri, era stata data notizia di altre due positività fra gli atleti della squadra allenata da Colantuono.

Con la Lazio oggi, però, si dovrebbe giocare (ore 18 all'Arechi) perchè lo stop, secondo il nuovo protocollo, è previsto se la rosa ha il 35% dei positivi e al momento non è questo il caso della Salernitana.

Leggi tutto

Redazione Irno24 09/10/2022

La Salernitana urla di gioia con Dia, il Verona è battuto negli ultimi minuti

La Salernitana rialza la testa, dopo il pesante ko di Sassuolo, e torna alla vittoria battendo in modo rocambolesco il Verona. All'Arechi finisce 2-1 per la squadra granata, con la panchina di Cioffi sempre più in bilico. Primo tempo equilibrato, la paura di sbagliare frena entrambe le compagini.

La Salernitana cerca il palleggio per trovare spazi, Coulibaly è un gigante a centrocampo; il Verona si affida all'inventiva dell'ex Verdi, temibile nel suo "galleggiare" fra le linee. Depaoli spaventa Sepe al 13°, ma è Piatek a sbloccare il risultato al 18°: dialoga col partner d'attacco Bonazzoli, avanza in area e batte Montipò con un tocco "sporco".

Nella ripresa, i padroni di casa arretrano pericolosamente, il Verona ne approfitta. Al 56°, cross di Doig deviato da Candreva, Pirola manca il tempo della chiusura, Sepe tarda nell'uscita e Depaoli scaraventa in rete di testa. L'inerzia del match cambia completamente: il Verona tiene banco, sfruttando l'imprevedibilità di Doig nelle sue sortite mancine.

Al 68° l'Arechi trema, ma il tocco di mano di Radovanovic, inizialmente punito col rigore, non viene ritenuto falloso attraverso il Var. Al 77° Verdi calcia di sinistro dal limite e centra il palo. All'84°, Mazzocchi va in percussione, calcia nello specchio ma Candreva devia fuori, involontariamente, la conclusione.

Al 94° la perla firmata dal neoentrato Dia, che si avventa sullo splendido assist di Botheim, anch'egli da poco in campo, e trova l'angolo con un potente tiro a giro di sinistro. Parapiglia fra le due panchine, rosso a Ceccherini e Radovanovic. Tre punti d'oro per la Salernitana, attesa ora dalla durissima sfida di Milano contro l'Inter.

Leggi tutto

Redazione Irno24 17/10/2020

La Salernitana sorride, 4-1 al Pisa con Tutino mattatore

Con un sonoro 4-1 la Salernitana fa suo il confronto col Pisa e conquista la seconda vittoria di fila, portandosi in vetta alla classifica insieme al Cittadella. Grande protagonista dell'incontro è stato Gennaro Tutino, autore di una doppietta (al pari del compagno di squadra Kupisz) e di numerose pregevoli giocate.

Nel complesso, la squadra ha mostrato buoni progressi: molto bene anche il portiere Belec, non impeccabile nelle prime esibizioni ed oggi invece provvidenziale nelle sortite offensive dei toscani, che pure hanno costruito diverse occasioni. I granata, compatti ed equilibrati sul terreno di gioco, hanno saputo monetizzare le opportunità in attacco, dote spesso mancata nel torneo scorso.

I gol: al 27° segna Tutino, che raccoglie un lancio dalle retrovie ed infila di precisione; al 57° lo stesso Tutino semina scompiglio fra i nerazzurri, viene "murato" ma l'accorrente Kupisz scarica in rete; al 63° Tutino completa la sua giornata d'oro infilando Perilli in diagonale; al 71° anche Kupisz arricchisce caparbiamente il bottino in mischia. All'81° il gol della bandiera per il Pisa, con Marconi che trasforma un rigore concesso per fallo di Gyomber.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...