Covid-19, a Salerno sinergia fra personale ospedaliero e universitario

Definizione comune di procedure gestionali ed organizzative

Redazione Irno24 27/03/2020 0

Nell'attuale momento di crisi sanitaria legato alla pandemia COVID-19, l’Azienda Ospedaliera Universitaria “San Giovanni Di Dio e Ruggi d’Aragona” esprime l'importante grado di integrazione tra personale ospedaliero e personale universitario nella definizione di procedure gestionali ed organizzative condivise nel Collegio di Direzione Aziendale.

Questa scelta si associa al ruolo quotidiano dei docenti universitari, sia come direttori di Unità Operative Complesse, sia come medici di reparto impegnati ad assistere i pazienti COVID e non COVID. I docenti del Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria “Scuola Medica Salernitana” stanno assicurando un significativo apporto in campi scientifici di specifico contrasto all'epidemia.

In particolare si evidenzia il loro contributo alla diagnostica COVID mediante: l'attività di analisi molecolare e sierologica; l’attività di management sanitario per l'ottimizzazione dei percorsi ospedalieri e l’attività di implementazione dell’igiene generale ambientale con l'adozione di attrezzature e presidi innovativi.

A tale scopo è da sottolineare che l'Azienda, grazie alle competenze scientifiche ed uniche dei docenti, è entrata tra i centri di riferimento per la sperimentazione di nuovi farmaci antivirali e coordina l'applicazione di nuovi protocolli per i pazienti COVID. In alcuni settori clinici i docenti garantiscono assistenza sanitaria a pazienti fragili ed immunodepressi mediante sistemi di telemedicina.

Per la realizzazione di queste attività, oltre al personale, il Dipartimento di Medicina dell'Ateneo ha messo a disposizione anche attrezzature mediche necessarie per l’emergenza: una cappa a flusso laminare, tre ventilatori per assistenza respiratoria, centraline per monitoraggio microclimatico e per ricambi d’aria e gradienti pressori.

Per quanto riguarda i medici in formazione (Specializzandi) afferenti alle Scuole di Specializzazione dell’Università di Salerno, continuano a svolgere attività assistenziale sotto la direzione dei loro tutor; gli Specializzandi degli altri atenei campani, presenti in rete formativa presso l'Azienda, sono stati richiamati per necessità presso loro università di appartenenza (come il caso degli specializzandi dell’Unità Operativa di Ginecologia).

Oltre alle attività assistenziali organizzative, i docenti continuano a svolgere la propria attività didattica per gli studenti dei Corsi di laurea in Medicina, Chirurgia, Odontoiatria e delle Professioni Sanitarie attraverso il sistema informatico di didattica a distanza implementato dall’Ateneo.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 04/06/2021

Salerno, cliente 'sfida' cameriera della pizzeria: "I piatti li togli quando dico io"

Un singolare quanto spiacevole episodio si è verificato presso la nota pizzeria salernitana "Re Denari", secondo quanto si apprende direttamente dalla pagina social dell'attività del quartiere Torrione.

'I piatti li togli quando dico io'. Così questo elegante 'signore' si è rivolto ad una delle nostre ragazze mentre stava svolgendo semplicemente il suo lavoro. L’accoglienza per noi è un valore fondamentale che viene prima di tutto il resto, ed è parte del nostro lavoro, che facciamo da anni cercando di mettere sempre i nostri ospiti al primo posto; ma davanti alla maleducazione non possiamo transigere.

Questi signori hanno dapprima preteso di accomodarsi in un tavolo da 8 (chiedendoci di non rispettare la legge), poi hanno iniziato ad avanzare altre richieste assurde per tutta la durata della cena, infine hanno persino aggredito verbalmente una delle nostre cameriere, che è tornata in cucina in lacrime.

Come se ciò non bastasse, nei giorni scorsi hanno creato diversi account su TripAdvisor per lasciare recensioni fasulle a nostro discapito. Le nostre porte sono aperte a tutti, ma d’ora in poi non ci sarà più spazio per certi atteggiamenti deplorevoli.

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/10/2020

Anche in provincia aumentano le positività, a Salerno 2 dei 43 nuovi casi

Nelle ultime 24 ore, fra il 30 settembre e il 1° ottobre, sono emersi 43 casi positivi al Covid nel salernitano. Lo rende noto l'Asl. Sono così distinti: 12 a Scafati, 10 a Sarno, 2 a Salerno, 2 a Camerota, 3 ad Angri, 3 a Pagani, 1 ciascuno a Cava, Altavilla, Ogliastro, Roccapiemonte, Nocera inferiore, Nocera Superiore, Sant'Arsenio, Altavilla Silentina, Vibonati, Pontecagnano e San Valentino Torio.

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/03/2021

Controllo nei pressi di un bar, 3 spacciatori arrestati a Pastena

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato tre giovani, tutti salernitani con precedenti, colti in flagranza del reato di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio e possesso di armi od oggetti atti ad offendere. Una pattuglia della sezione Volanti della Questura di Salerno, durante un servizio di pattugliamento serale, ha controllato i tre uomini in via Medaglie d’Oro, nel quartiere Pastena.

Il gruppo dei tre giovani, radunatosi nei pressi di un bar della zona, è apparso subito sospetto agli Agenti, che hanno approfondito il controllo: uno di essi nascondeva tre dosi di cocaina e 840,00 euro in contanti, in banconote di vario taglio. Il gruppo utilizzava un’autovettura risultata di proprietà di uno dei tre, che è stata perquisita e sulla quale sono state trovate tracce di stupefacente.

I poliziotti hanno effettuato, inoltre, una perquisizione domiciliare presso le rispettive abitazioni dei tre soggetti e hanno rinvenuto nell’abitazione di uno di essi, appoggiato su una mensola, un coltello a serramanico con congegno a scatto (“molletta”) della lunghezza complessiva di 27 cm (la sola lama a punta 12 cm). I tre sono stati arrestati e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria: il G.I.P., all’esito del procedimento avviato dal P.M., ha convalidato gli arresti e ha disposto per due di essi gli arresti domiciliari.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...