Meteo a Salerno e Valle dell'Irno dal 15 al 18 Giugno 2020

Qualche irregolarità iniziale poi "aggiustamento" in corsa

Redazione Irno24 14/06/2020 0

Su Salerno, da Lunedì 15, cielo "sporcato" da qualche nube ma fino a metà settimana, e anche oltre, le possibilità di pioggia saranno pressochè nulle. Solo nella tarda nottata fra Lunedì e Martedì potrebbe esserci qualche blanda precipitazione. Mercoledì e Giovedì il cielo sarà per lo più soleggiato. Le temperature massime si attestano sui 22-23 gradi.

A Baronissi, qualche piovasco potrebbe manifestarsi nel pomeriggio di Martedì, alternato a schiarite. Per il resto, cielo poco nuvoloso (Lunedì) o assolutamente soleggiato (Mer-Gio). Situazione completamente diversa a Mercato San Severino, dove sia Lunedì che Martedì sono previsti scrosci, anche a carattere temporalesco. Mercoledì migliora, seppur con qualche residuo di umidità. Giovedì sole.

A Montoro, Lunedì la giornata più incerta, con pioggia nel primo pomeriggio e a tarda sera. Poi un graduale miglioramente e una tendenza al poco nuvoloso/soleggiato nelle giornate successive.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 27/06/2021

Ondate di calore, nuovo avviso della Protezione Civile Regionale

La Protezione civile della Campania ha emanato un avviso di criticità per rischio meteo da "ondata di calore". A partire dalle 8 di domani mattina, lunedì 28 giugno, e fino alle 20 di mercoledì 30 giugno, si prevedono temperature al di sopra dei valori medi stagionali di 7-8 gradi, soprattutto nella giornata di domani e un tasso di umidità che, soprattutto nelle ore serali e notturne sul settore costiero, potrà superare anche il 70-80%, in particolare nelle giornate di martedì e mercoledì e in condizioni di scarsa ventilazione.

Si raccomanda di non esporsi al sole o praticare attività sportive nelle ore più calde. Particolare attenzione devono prestare i cardiopatici, gli anziani, i bambini e i soggetti a rischio.

Leggi tutto

Redazione Irno24 05/10/2021

Nuova allerta gialla in Campania dal 6 al 7 Ottobre

E' attualmente in vigore su alcuni settori della Campania (zona 1 - Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana, 2 - Alto Volturno e Matese, 3 - Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, 5 - Tusciano e Alto Sele; 6 - Piana Sele e Alto Cilento; 8 - Basso Cilento) un'allerta meteo di colore Giallo che terminerà alle 6 di domani mattina, mercoledì 6 ottobre.

La Protezione Civile della Regione, esaminati i modelli matematici, ha emanato un nuovo avviso con un'allerta meteo che tornerà ad interessare le stesse zone a partire dalle ore 12 di domani e per le successive 24 ore. In particolare si prevedono precipitazioni locali o sparse, anche a carattere di rovescio o isolato temporale, possibili raffiche di vento nei temporali e un rischio idrogeologico localizzato.

A causa delle precipitazioni già osservate, a partire dalle prime ore di oggi, inoltre, si raccomanda la massima attenzione nei territori fragili o i cui terreni siano già saturi di acqua piovana, per il pericolo di frane o caduta massi, anche in assenza di nuovi temporali.​

Leggi tutto

Redazione Irno24 28/11/2020

Allerta meteo Gialla in Campania per Domenica 29 Novembre

La Protezione civile della Regione ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di livello Giallo sull'intero territorio. A partire dalla mezzanotte e per l'intera giornata di domani, domenica 29 novembre, si prevedono precipitazioni sparse, anche a locale carattere di rovescio o temporale, puntualmente anche intense.

Venti temporaneamente forti dai quadranti orientali, soprattutto sulle isole e sul settore costiero nella prima parte della giornata. Mare temporaneamente agitato, soprattutto lungo le coste esposte nella prima parte della giornata.

Il dissesto idrogeologico sarà localizzato con possibili fenomeni quali: ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse;

innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti); possibili cadute massi in più punti del territorio; occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, per effetto della saturazione dei suoli.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...