Salerno, chiusi Direzione Politiche Sociali e Segretariato per sanificazione

La comunicazione dell'Ente sul portale istituzionale

Redazione Irno24 03/01/2022 0

Il Comune di Salerno fa sapere che nella giornata di Lunedì 3 Gennaio 2022 la Direzione Politiche Sociali (via La Carnale, 8) e il Segretariato (via Onorato Da Craco, 3) resteranno chiusi per consentire la sanificazione dei locali. E' quanto si legge sul sito ufficiale dell'Ente.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 20/12/2021

Salerno, in Cattedrale la presentazione di "Slidedoor"

Il Comune di Salerno, con il sostegno della Presidenza della Regione Campania e di Scabec, con la straordinaria collaborazione di Ellis and Statue of Liberty Island Foundation, il Consolato Generale di Italia a New York e Slideworld, inaugurano il progetto "SLIDEDOOR: Il Mondo ha bisogno di una porta".

A partire dal 21 Dicembre 2021 e fino al 21 Giugno 2022, SLIDEDOOR sarà una “porta aperta” tra l’antica Cattedrale di San Matteo a Salerno ed il Museo dell’immigrazione di Ellis Island negli Stati Uniti. Domani, martedì 21 dicembre, in contemporanea alle ore 15.00 (italiane) presso la Cattedrale di San Matteo a Salerno e alle ore 9.00 (americane) presso il Museo dell’immigrazione a Ellis Island, si inaugurerà “La porta”.

Tra Italia e America, sono previsti i seguenti interventi: Vincenzo Napoli - Sindaco di Salerno; Jesse Brackenbury - president Statue of Liberty and Ellis Island Foundation; Stephen Briganti - past president e fondatore di Statue of Liberty and Ellis Island Foundation; Mary Avery - Console Generale USA a Napoli; Paolo M. Chiarolanza e Carlo M. Martirani - Direttore e CEO SlideWorld Ltd; Fabrizio Di Michele - Console Generale Italia a New York.

A conclusione della cerimonia, si apporrà una targa dedicata a Philip Moore (il primo bambino arrivato ad Ellis Island nel 1892) e all’illustre Joe Petrosino, figlio di Salerno, pioniere di un modello di sicurezza.

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/07/2022

Adiconsum Salerno boccia aumento tariffe mensa e trasporto scolastico

“Le decisioni della giunta comunale di Salerno di aumentare le tariffe dei servizi di refezione e di trasporto scolastico costituiscono un grave attacco al diritto allo studio per gli studenti appartenenti alle famiglie con maggiore disagio economico o comunque meno abbienti. Si tratta mediamente di un euro in più al giorno per il pasto, con un aggravio di spesa mensile, rispetto all'anno precedente, di circa 20 euro, ammontanti a circa 200 euro su base annua per ciascun figlio iscritto alla scuola dell'obbligo.

Per il trasporto scolastico si passa dalla precedente gratuità ad importi mensili che variano da 15 a 38 euro: quindi, in totale, su base annua, da un minimo di 150 ad un massimo di 380 euro per figlio. Si determina, così, una maggiore spesa per figlio, su base annua, per la fruizione dei due servizi, di un minimo di circa 350 euro”.

Così Ciro Romaniello, presidente dell’Adiconsum Cisl provinciale, commenta gli aumenti delle tariffe dei servizi di refezione e di trasporto scolastico determinati dal Comune di Salerno. “Mentre la stessa Regione assicurava negli anni scorsi il trasporto gratuito anche per gli studenti delle superiori, mentre il Governo nazionale, d’intesa con le organizzazioni sindacali e sulla base delle richieste delle associazioni dei consumatori, decide sgravi sul costo dell'energia e dei carburanti per alleviare le difficoltà delle famiglie, al contrario gli Amministratori del Comune di Salerno scaricano sui cittadini più indifesi il risanamento di un debito mostruoso che certamente non è stato prodotto dai salernitani, ma da chi negli anni ha governato la città e che, pertanto, dovrebbe essere l'unico chiamato a risponderne.

L’Adiconsum Salerno invita le altre associazioni dei consumatori e degli utenti, le organizzazioni sindacali, le associazioni studentesche, i comitati dei genitori e dei cittadini ad esprimere il loro dissenso ed a chiedere la revoca immediata dei provvedimenti contenenti i suddetti aumenti, che vogliono farci tornare alla scuola di classe per i soli figli dei ricchi e, nel caso di conferma degli stessi, auspica una forte mobilitazione unitaria, di massa e permanente in città, a difesa del diritto allo studio e quindi di un avvenire migliore per tante ragazze e tanti ragazzi meno fortunati”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/03/2022

Salerno, bloccato falsario tunisino al porto: su di lui mandato d'arresto europeo

Nella mattinata di lunedì 28 marzo, presso il Porto Commerciale di Salerno, la Polizia di Frontiera ha eseguito un mandato d’arresto europeo emesso nell’anno 2016, per reati di natura economica e finanziaria, a carico di un cittadino di nazionalità tunisina, O.A.R. di anni 54, che sbarcava dalla Motonave “Cruise Bonaria” proveniente da Tunisi.

Durante le operazioni di sbarco, gli operatori di Polizia notavano il cittadino tunisino che, con fare sospetto, cercava di eludere i controlli di frontiera, celandosi tra i passeggeri sbarcanti, attendendo la fine dei controlli con la convinzione di passare inosservato.

Gli operatori riconoscevano il tunisino tramite foto segnaletiche diramate in precedenza, come persona da ricercare poiché a carico dello stesso pendeva un mandato di cattura europeo; il tutto veniva confermato dagli accertamenti espletati tramite le banche dati di Polizia, dalle quali emergeva che lo stesso era gravato da un mandato d’Arresto Europeo, con segnalazione all’Interpol, per “falsificazione di monete, spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate”, emesso nel 2016 dalla Francia. Il soggetto veniva condotto presso gli Uffici di Polizia per essere sottoposto ai rilievi foto/dattiloscopici e perquisizione personale, dalla quale emergeva che lo stesso era in possesso di una ingente somma di danaro.

Il tunisino, con regolare permesso di soggiorno, rilasciato dalla Questura di Caserta in data 24/02/2012, dichiarava di essere venuto in Italia per rottamare la propria auto e di essere residente nel comune di Mondragone (CE), dove svolge l’attività di venditore ambulante, ma non forniva alcuna giustificazione plausibile al possesso dell’ingente quantità di danaro. Gli Agenti di Polizia, dopo aver espletate le formalità di rito, lo traevano in arresto conducendolo presso la Casa Circondariale di Salerno, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...