Salerno, ultimati lavori al sagrato di Santa Maria a Mare: sul posto Napoli e De Luca

"Abbiamo rispettato i tempi e ridato un'area molto cara alla comunità"

foto Massimo Pica

Redazione Irno24 13/11/2020 0

"Ci siamo recati stamane da Mons. Antonio Galderisi per prendere visione dei lavori svolti al sagrato della Chiesa di Santa Maria a Mare, nel quartiere Mercatello. Nonostante questo delicato momento, abbiamo rispettato i tempi e ridato alla nostra comunità un'area molto cara ai concittadini soprattutto della zona orientale". Lo scrive sui social il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli. Fra gli altri, erano presenti il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, e l'Assessore Comunale al Commercio, Dario Loffredo.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 24/04/2020

Busitalia non effettua corse il 25 Aprile e il 1° Maggio

"Si ricorda ai gentili viaggiatori - riporta una nota di Busitalia - che, a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, è in vigore la programmazione oraria ridotta, che non prevede l’espletamento del servizio nei giorni festivi. Pertanto, si comunica che nel giorno della Festa della Liberazione (25 Aprile) e della Festa del Lavoratori (1° Maggio) il servizio non si effettua". Nel salernitano, dunque, non circoleranno i mezzi del trasporto pubblico.

Leggi tutto

Redazione Irno24 03/01/2022

Salerno, chiusi Direzione Politiche Sociali e Segretariato per sanificazione

Il Comune di Salerno fa sapere che nella giornata di Lunedì 3 Gennaio 2022 la Direzione Politiche Sociali (via La Carnale, 8) e il Segretariato (via Onorato Da Craco, 3) resteranno chiusi per consentire la sanificazione dei locali. E' quanto si legge sul sito ufficiale dell'Ente.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/03/2021

Violazioni al CdS, dal 1° Aprile i ricorsi al Prefetto di Salerno si fanno via PEC

La Prefettura di Salerno, a partire dal 1° aprile 2021, non consentirà più agli utenti la presentazione a mano dei ricorsi avverso le contestazioni delle violazioni al Codice della Strada, ma gli stessi dovranno essere inviati esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata o Raccomandata con avviso di ricevimento.

Tali misure rientrano in un complessivo piano di riorganizzazione e razionalizzazione dei rapporti con l’utenza esterna, anche nell’ottica del contrasto alla diffusione dell’epidemia da Covid. Pertanto, il trasgressore dovrà trasmettere il ricorso al Prefetto con Raccomandata con avviso di ricevimento oppure – firmato digitalmente o in forma PDF – a mezzo Posta Elettronica Certificata che ha lo stesso valore legale.

Si raccomanda, inoltre, l’utenza di specificare nel campo “oggetto” della Posta Elettronica Certificata la seguente parola chiave: Ricorso CDS. L’invio tramite la Posta Elettronica Certificata dovrà avvenire, a pena di irricevibilità, esclusivamente da un indirizzo certificato (così da garantire la certezza della provenienza e dell’avvenuta ricezione) e dovrà essere diretto esclusivamente all’indirizzo depenalizzazione.prefsa@pec.interno.it.

Tale modalità di invio dei ricorsi si inserisce appieno nella definizione di un nuovo rapporto tra il cittadino e la pubblica amministrazione che sfrutta le opportunità del digitale. Lo SPID, la firma digitale e la Posta Elettronica Certificata liberano l’utente dalla necessità di doversi recare fisicamente allo sportello e di sobbarcarsi lunghe attese, fornendo le più ampie garanzie di tracciabilità dei procedimenti e rispetto dei tempi di evasione delle richieste.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...