Strianese: "Eliminare la violenza contro le donne una battaglia culturale prioritaria"

Così il Presidente della Provincia di Salerno in occasione del 25 Novembre

Redazione Irno24 25/11/2020 0

Sono 91 le donne uccise nei primi dieci mesi del 2020, sostanzialmente una ogni tre giorni. Sono i dati del VII Rapporto Eures sul femminicidio in Italia. Rispetto al 2019 sembra ci sia un miglioramento visto che lo scorso anno erano 99 le vittime. Ma in realtà sono significativamente diminuite soltanto le vittime femminili della criminalità comune (da 14 a 3 nel periodo gennaio-ottobre 2020).

"È assurdo notare come il Covid-19 abbia ucciso con modalità diverse - dichiara il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese - infatti, purtroppo, il lockdown ha inciso sulla violenza familiare perché la convivenza forzata è diventata un 'acceleratore' del femminicidio. Nel trimestre del DPCM 'Chiudi Italia', cioè tra marzo e giugno, ben 21 delle 26 vittime di femminicidio in famiglia convivevano con il proprio assassino.

In sostanza nei primi dieci mesi del 2020, rispetto allo stesso periodo 2019, il numero dei femminicidi familiari con vittime conviventi sale a 54, contro i 49 dell’anno precedente (+10,2%), mentre scende da 36 a 26 quello delle vittime non conviventi nel 2020 (-27,8%). In pratica, durante il lockdown in 4 casi su 5 il killer è il convivente.

Oggi, 25 novembre, è la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall'Onu con la risoluzione 54/134 del 17 dicembre 1999. Adottata dall'Assemblea Generale, parla di violenza contro le donne come di 'uno dei meccanismi sociali cruciali per mezzo dei quali le donne sono costrette in una posizione subordinata rispetto agli uomini'. Mi colpisce leggere che tutta la violenza di genere in Italia non accenna a diminuire. Quindi non solo femminicidi, ma anche stalking, violenze sessuali, abusi, maltrattamenti, reati spesso commessi in ambito familiare, prevalentemente all'interno di una relazione di coppia.

La violenza nasce in ambito domestico. Chi compie questi reati sono uomini compagni o ex, padri, fratelli, all’interno quindi di un nucleo familiare che non è in grado di rispettare e tutelare la figura femminile. Violenza e patriarcato oggi sono inaccettabili. È necessaria una rivoluzione culturale che promuova ovunque relazioni non discriminatorie e rispetto delle differenze di genere.

Sono profondamente convinto - conclude Strianese - che azzerare la violenza contro le donne sia una battaglia culturale prioritaria per tutti noi. La salvaguardia di pari diritti umani e civili e quindi dell’autodeterminazione femminile, la tutela della sicurezza e della serenità di tutte le donne, deve essere un baluardo di civiltà imprescindibile. Noi che abbiamo incarichi politici, ancora di più abbiamo la responsabilità di costruire nuovi modelli culturali, di fare scelte che orientino il cambiamento, con urgenza. Se non partiamo da questo non potremo mai considerarci civili".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 24/02/2021

Positività al "Virtuoso" di Salerno, stop attività in presenza per 14 giorni

"A seguito della notizia, ricevuta nel tardo pomeriggio di oggi, della positività al Covid di alcuni alunni dell'Istituto Professionale Virtuoso, anche in considerazione dell'obbligo di quarantena cui sono sottoposti diversi altri studenti e numerosi docenti, sentita l'Asl ho ordinato la sospensione delle attività didattiche in presenza del medesimo istituto scolastico da domani, giovedì 25 febbraio, e per i successivi 14 giorni (fino al 10 marzo)". Lo rende noto il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli.

Leggi tutto

Redazione Irno24 09/05/2020

Rinviata al 18 Maggio la riapertura dei mercati su richiesta dell'ANVA Salerno

Il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, la Giunta municipale e l'assessore al Commercio Dario Loffredo, recependo le direttive regionali del presidente Vincenzo De Luca, avevano già predisposto sia lo sgombero delle aree dai veicoli sia la sanificazione delle stesse, per la riapertura dei mercati rionali prevista lunedì prossimo.

Il presidente provinciale Anva (Associazione Nazionale Venditori Ambulanti), Aniello Ciro Pietrofesa, però, facendosi portavoce dei suoi iscritti e ringraziando il primo cittadino e l'assessore Loffredo per la vicinanza ricevuta in questi mesi, ha chiesto un rinvio a partire dal 18 maggio.

La scelta è dettata da motivi organizzativi della stessa categoria. Gli operatori ambulanti del settore alimentare, ortofrutta ed ittico dei mercati di piazza Cavaliere Vittorio Veneto, Robertelli e De Crescenzo, si legge nella nota, hanno infatti sottoscritto la richiesta di riaprire dal 18 maggio, insieme alla probabile apertura del settore non alimentare, anche per solidarietà con lo stesso settore non alimentare. L'amministrazione comunale resta a disposizione per seguire e accompagnare il rilancio del comparto costretto alla chiusura da circa 60 giorni.

Leggi tutto

Redazione Irno24 06/06/2020

Rapina in casa di anziana a Salerno, la badante si contraddice: finisce in carcere

Ieri, 5 giugno, alle ore 07.00 circa, in Via san Leonardo a Salerno, tre persone col volto coperto si introducevano nell'abitazione una 84enne, dopo aver immobilizzato la badante ucraina 58enne, e rovistavano ovunque alla presumibile ricerca di oggetti di valore, dandosi poi alla fuga.

I Carabinieri della Stazione di Mercatello ascoltavano l’anziana e la badante, più altre fonti testimoniali. Sono emerse notevoli contraddizioni relativamente a quanto riferito proprio dalla straniera, facendo emergere elementi che fanno presupporre un suo coinvolgimento nell’evento. Determinante è stata la testimonianza dell’anziana che forniva elementi utili e al tempo stesso discordanti da quanto riferito dalla badante.

Risultava quindi evidente che quest’ultima cercava di nascondere importanti dettagli. Pertanto nella tarda serata di ieri si procedeva al fermo di iniziativa di Polizia Giudiziaria nei confronti della badante che veniva associata alla casa circondariale. L’attività di indagine prosegue per addivenire all’identificazione dei tre soggetti fuggiti.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...