Teatro Verdi, grande successo per la diretta web de "La Vedova Allegra"

Ottimo bilancio per la stagione estiva en plen air del Massimo Cittadino

Redazione Irno24 15/09/2020 0

E' stata un successo la diretta social de "La Vedova Allegra" del Teatro Verdi di Salerno andata in scena presso l'Anfiteatro all'aperto del Teatro Ghirelli nel Parco dell'Irno. Oltre 30mila persone hanno virtualmente assistito ad uno spettacolo colorato e frizzante grazie alla bacchetta del Maestro Daniel Oren ed alla Regia di Emenenziano Lambiase.

Una platea web che si aggiunge alle migliaia di spettatori "reali" che hanno decretato il pieno successo della stagione estiva en plein air del Massimo Cittadino sostenuta dalla Regione. Arena del Mare, Quadriportico del Duomo, Anfiteatro Ghirelli sono diventati i nuovi, emozionanti palcoscenici.

"Il successo della diretta web de La Vedova Allegra conferma quanto il Teatro Verdi sia amato ed apprezzato - afferma il sindaco Napoli - Ringrazio gli organizzatori, gli artisti, il pubblico per aver assicurato un risultato così prestigioso ad un cartellone estivo di grande qualità che bene si è inserito nella proposta culturale complessiva. Adesso siamo al lavoro per riaprire in sicurezza il Teatro per godere della programmazione autunnale ed invernale sempre molto attraente per i concittadini e gli appassionati che visitano la nostra città".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 24/08/2020

Oren dirige la Filarmonica del Verdi al Duomo nei concerti di Soltani e Repin

Dopo l’eccellente debutto con "Le più belle arie liriche e la Magia della canzone Napoletana" (evento che sarà replicato il 31 agosto), tornano gli spettacoli del Teatro Verdi di Salerno nell’incantevole scenario del Quadriportico del Duomo.

Doppio appuntamento martedì 25 e sabato 29 agosto con il maestro Daniel Oren che dirigerà l’Orchestra Filarmonica Giuseppe Verdi di Salerno in due concerti arricchiti dal sublime violoncello di Kian Soltani e dal magico violino di Vadin Repin. I biglietti per gli spettacoli (Posto Unico euro 10,00) sono in vendita sulla piattaforma VivaTicket: basta che gli utenti impostino la ricerca ATRIO DUOMO SALERNO per accedere immediatamente all’acquisto dei tagliandi.

Leggi tutto

Redazione Irno24 28/01/2020

Al Museo FRaC di Baronissi "L'oggetto immaginifico"

Ispirata alla mostra "Objets rituels. Scarpe, amuleti e viaggi per l’immaginario", curata da Massimo Bignardi e ospitata negli spazi del Museo FRaC di Baronissi, si sviluppa la pièce teatrale a cura di Sobremesa "L'oggetto immaginifico", tra parole, musica e loop station.

Un allestimento scenico che si accompagna alla visione dell'installazione museale che propone 85 oggetti creativi realizzati, dagli anni settanta al 2000, da 64 artisti italiani.

L'evento si inserisce nel cartellone a cura dell'Associazione Culturale "Tutti Suonati". Appuntamento per Domenica 2 Febbraio ore 18, ingresso libero.

Leggi tutto

Redazione Irno24 24/01/2020

Al "Giullare" la musica napoletana e poi lo spettacolo su Van Gogh

Voce, parole, note, melodie, suoni, personaggi, armonie, vibrazioni sono gli ingredienti dello spettacolo “Destinazione Napoli” che va in scena Venerdì 24 Gennaio 2020, alle ore 21, al Piccolo Teatro del Giullare di Salerno (Via Incagliati, 2). Cristina Mazzaccaro (voce) riaprirà le pagine della storia in musica di Napoli insieme a Nicola Natella, chitarrista e arrangiatore, e al percussionista Daniele Apicella.

Presente anche Pasquale Terracciano, fondatore storico di "E Zezi". La regia è di Rodolfo Fornario, disegno luci di Virna Prescenzo. “Binario Sud” è un progetto musicale che accomuna le anime di tre musicisti salernitani uniti dalla passione per la musica napoletana ed il teatro.

Sabato 25, alle ore 21, e Domenica 26, alle ore 18:30, toccherà al Teatro dei Limoni con "Vincent - vita, colori e morte di una follia", un monologo per attore solo. In scena, per 68 minuti, ci sarà Leonardo Losavio che firma anche il testo. La regia è di Roberto Galano.

Nel testo di presentazione dello spettacolo si legge che Van Gogh è "Un personaggio conosciuto, che pochi conoscono davvero. Un’icona della pittura per molti ridotta a poche misere parole: quello dei girasoli o l’artista pazzo che si è tagliato l’orecchio. Basterebbe soffermarsi sullo sguardo di uno dei suoi tanti autoritratti per capire che Vincent è molto di più. Il nostro legame è nato proprio così, con uno sguardo, e poi le prime parole, e poi la sua vita, come un fiume che sborda oltre le mille pagine che non basterebbero a contenerla. Vincent non è solo un pittore. Vincent è un uomo come pochi. Dovevo raccontarvi di lui".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...