Vendita illegale, dieci sequestri sul Corso di Salerno

Intervento del personale della Polizia Municipale, contestata occupazione abusiva suolo pubblico

Redazione Irno24 29/10/2022 0

Stamani, personale della Polizia Municipale di Salerno è intervenuto in Corso Vittorio Emanuele, dove ha provveduto ad effettuare circa 10 sequestri di merce per occupazione abusiva del suolo pubblico e mancata autorizzazione alla vendita. Sono stati disposti i relativi sequestri, ai sensi della vigente normativa annonaria e verbali.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 14/08/2021

Salerno, pulizia più approfondita degli arenili con un nuovo mezzo

Questa mattina sulla Spiaggia di Santa Teresa è entrato in azione un nuovo mezzo per pulire più in profondità la sabbia. Questo macchinario consentirà di tenere ancor più puliti tutti gli arenili pubblici ed in particolare le spiagge nuove del ripascimento. Lo scrive il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, sui social.

Leggi tutto

Redazione Irno24 04/04/2020

Salerno Energia Vendite rinvia il pagamento delle bollette

Salerno Energia Vendite ricorda che sono state sospese le interruzioni di fornitura per morosità; inoltre, sempre per essere vicini alle attuali difficoltà economiche delle famiglie, viene garantita la possibilità di rinviare il pagamento delle bollette di 30 giorni oppure di rateizzare l’importo in tre rate.

Si segnala, infine, che sugli stessi documenti di fatturazione non saranno applicati interessi passivi per il ritardato pagamento. Il rinvio della scadenza di pagamento o la rateizzazione potranno essere richiesti direttamente al Servizio Clienti, utilizzando i canali di contatto messi a disposizione da SEV.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/03/2022

Danno erariale a Provincia di Salerno, sequestrati 6 mln a dirigente e funzionari

Su disposizione della Procura Regionale per la Campania della Corte dei Conti, la GdF di Salerno ha eseguito un provvedimento di sequestro conservativo per complessivi 6.362.000 euro a carico di tre persone fisiche che, all’epoca dei fatti contestati, ricoprivano il ruolo di dirigente e di funzionari del servizio di bilancio e del settore finanziario della Provincia di Salerno.

ll provvedimento ha riguardato somme di denaro e beni immobili nella disponibilità dei responsabili del danno erariale. Gli accertamenti contabili, svolti dal Nucleo PEF della Guardia di Finanza di Salerno, sono originati da precedenti indagini di polizia giudiziaria, nel cui ambito erano state accertate ipotesi delittuose afferenti ad un'appropriazione indebita di fondi di pertinenza della Provincia, posta in essere tramite la duplicazione di mandati di pagamento relativi a lavori appaltati, conclusi e già pagati, ovvero attraverso la produzione di mandati di pagamento facenti riferimento a causali giustificative per l’esecuzione di lavori pubblici totalmente inesistenti.

Tali importi furono costretti a liquidati, in denaro contante, da due dipendenti dell’istituto di credito incaricato - in quel periodo - dell’attività di tesoreria dell’ente provinciale, a favore di un imprenditore, il quale, a sua volta, procedeva ad una successiva suddivisione dei proventi illeciti tra i compartecipi all’accordo delittuoso.

Sulla base delle due evidenze investigative, oltre alle responsabilità a carico dei pubblici ufficiali, specifici addebiti sono stati mossi alla banca tesoriere, in considerazione anche del ruolo dei soggetti della propria organizzazione, i quali hanno, con lampante coscienza e volontà, reso possibile l'esborso di denaro. Pertanto, l’istituto di credito coinvolto sarà chiamato a rispondere in via sussidiaria anche dell’intero importo contestato.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...