Capezzi, intervento al menisco perfettamente riuscito

L'atleta nei prossimi giorni inizierà il protocollo riabilitativo

Redazione Irno24 27/09/2021 0

L’intervento chirurgico a cui si è sottoposto questa mattina Leonardo Capezzi (artroscopia di meniscectomia selettiva al menisco esterno del ginocchio destro), eseguito dal chirurgo ortopedico dott. Antonio Lambiase presso il Campolongo Hospital, è perfettamente riuscito. L’atleta nei prossimi giorni inizierà il protocollo riabilitativo.

Lo comunica la Salernitana attraverso il proprio sito ufficiale.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 10/05/2020

Ventidue anni fa la promozione in A della Salernitana

Domenica 10 Maggio 1998, esattamente 22 anni fa, la Salernitana di Delio Rossi (allenatore) e Aniello Aliberti (presidente) sbanca ufficialmente il torneo cadetto e conquista di prepotenza la Serie A. Una passerella lo 0-0 col Venezia, che di lì a poco accompagnerà la Salernitana in paradiso.

Un entusiasmo travolgente ma nel contempo rispettoso delle vittime causate dal terribile alluvione di Sarno qualche giorno prima. I calciatori, nel giro di campo più dolce, agitano un enorme drappo con la scritta "A voi", omaggiando la tifoseria. Una stagione eccezionale, pianificata sin dall'estate nella costruzione di una squadra perfetta e condotta praticamente sempre al vertice, fino alla quota record di 72 punti.

Domenica 14 Dicembre 1997 il match della svolta: i granata espugnano il "Penzo" di Venezia e strappano ai lagunari con un sonoro 0-3 (doppietta del bomber Di Vaio e gol del sempre efficace Greco) la leadership del torneo, involandosi verso il sogno. Sabato 4 Aprile 1998, superando 1-0 il Cagliari di un certo Ventura, la Salernitana è ormai promossa, avendo già scavato un margine impressionante sul 5° posto.

La matematica arriva, come detto, il 10 Maggio, in un Arechi formato 40mila spettatori. Il campionato di B "parla" Salernitana: a livello di squadra, l'ambitissima promozione, a livello individuale è Di Vaio ad aggiudicarsi il titolo di capocannoniere con 21 segnature. Questi gli uomini più rappresentativi: Balli, Ivan; Del Grosso, Galeoto, Ferrara, Fusco, Franceschini, Cudini, Tosto; Breda, Gio. Tedesco, Gia. Tedesco, Kolousek, Rachini; Di Vaio, Artistico, Ricchetti, De Cesare, Greco, Fini.

Leggi tutto

Redazione Irno24 07/07/2021

Salernitana iscritta alla Serie A, il trust "rivisto" è stato accettato

Il Consiglio Federale, riunitosi nel pomeriggio, ha dato il via libera - con tutti voti favorevoli - all'iscrizione della Salernitana in Serie A. Dunque, nonostante giorni di rumors di segno contrario, da cui la proprietà stessa aveva preso le distanze, è stato accettato il trust modificato dalla società granata, su indicazioni precise della Federazione.

Ok anche dalla CoViSoc, chiamata a fornire un parere sul piano economico ("previsione finanziaria ritenuta credibile e coerente"). Superati dunque gli scogli della multiproprietà e dell'indipendenza economica. Si chiude nel migliore dei modi un periodo di "passione" per l'intera città di Salerno e soprattutto per la tifoseria.

Va precisato, comunque, che entro 6 mesi la Salernitana deve cambiare proprietà attraverso il trustee (colui che gestisce i beni conferiti nel trust), altrimenti verrebbe estromessa anche in corsa dalla massima serie.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/12/2019

Spezia ancora indigesta, la Salernitana perde 2-1

Si chiude male il 2019 della Salernitana, che esce sconfitta 2-1 dal "Picco" di La Spezia, col rammarico finale di un pareggio sfiorato. La squadra di Ventura parte con le marce e la difesa troppo basse e subisce l'iniziativa dei padroni di casa, in gol dopo appena 5' con l'ex Ragusa, che approfitta di una retroguardia disattenta e batte Micai da distanza ravvicinata. Pochi minuti dopo, il portiere nega un facile raddoppio a Gyasi.

Sul fronte opposto, Cicerelli sfiora il pareggio in almeno due circostanze: dapprima lambisce il montante su sponda aerea di Djuric, poi vede spegnersi a lato una punizione quasi perfetta. Anche Gondo va vicino al gol, ma calcia su Scuffet dopo aver vinto un contrasto a fondo campo. Nella ripresa, i granata non colpiscono come dovrebbero e la partita si trascina stancamente. Kiyine prova ad accenderla coi suoi lampi ma non trova la porta di sinistro da posizione defilata.

Al minuto 83, Gyasi trova il 1° gol stagionale con un tiro "sporco" che sorprende Micai sul suo palo. Due minuti dopo, su azione corale manovrata, una delle poche di giornata, la Salernitana accorcia con Jallow, che insacca di testa su sponda di Djuric. L'undici di Ventura ci crede e prova a calciare lungo verso l'area: in pieno recupero, su uno di questi "spioventi", Lombardi raccoglie un pallone vagante e calcia rasoterra con grande precisione, Scuffet devia sul palo e Maistro non riesce a trasformare in rete da due passi nè a servire il meglio piazzato Djuric. Adesso pausa, si riprende il 19 Gennaio a Pescara.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...