Ripresa scuole a Solofra, il 25 Gennaio tutte le elementari e il 1° Febbraio le medie

Il sindaco Vignola firma l'ordinanza

Redazione Irno24 22/01/2021 0

Con ordinanza del sindaco di Solofra n. 13 del 21/01/2021, si dispone che le attività didattiche in presenza riprenderanno con il seguente calendario: 25 gennaio 2021 le classi elementari terze, quarte e quinte; 1 febbraio 2021 la scuola secondaria di primo grado.

Per la ripresa delle attività in presenza delle scuole secondarie di II grado si rinvia, sin d’ora, ai provvedimenti che saranno adottati in materia dal Presidente della Regione.

L'ORDINANZA INTEGRALE

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 28/09/2020

Inquinamento Solofrana, sequestrata conceria e denunciate 6 persone

Permane alta in Irpinia l’attenzione dei Carabinieri del Gruppo Forestale nella pianificazione ed attuazione dei servizi finalizzati all’accertamento di violazioni connesse alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica e, in particolare, alla gestione illecita di rifiuti. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) di Avellino, unitamente ai colleghi delle Stazioni Forestali di Serino e Forino, hanno denunciato 6 persone ritenute responsabili dell’illecito smaltimento di rifiuti pericolosi.

Nello specifico, all’esito di controlli sulle attività conciarie ubicate nel territorio comunale di Solofra, finalizzati al contrasto dell’inquinamento del torrente Solofrana, procedevano al sequestro di un opificio conciario che effettuava lavorazione e concia delle pelli in assenza delle necessarie autorizzazioni.

Il titolare della medesima attività veniva deferito alla Procura di Avellino anche per il deposito incontrollato di circa 25 mc di rifiuti detenuti all’interno dell’azienda (costituiti da imballaggi misti, imballaggi in plastica, scarti di cuoio conciato, ritagli, cascami, polveri di rasatura e di circa 50 mc di rifiuti liquidi provenienti dal ciclo di lavorazione delle pelli) nonché per lo smaltimento illecito di rifiuti pericolosi e non, costituiti da imballaggi contaminati da sostanze pericolose (prodotti chimici per la lavorazione delle pelli).

Sono stati denunciati anche i titolari di altre 5 aziende che negli anni pregressi avevano proceduto allo smaltimento e al trasporto di rifiuti pericolosi prodotti dal citato opificio (costituiti da imballaggi contaminati da sostanze pericolose), facendoli passare per rifiuti non pericolosi. Oltre al deferimento in stato di libertà, a carico del titolare della conceria veniva elevata una sanzione amministrativa di oltre 2mila euro per l’omessa compilazione del registro di carico e scarico dei rifiuti detenuti in azienda, non rintracciabili dalla documentazione esibita.

Leggi tutto

Redazione Irno24 23/03/2020

Sartoria di Solofra produce d'iniziativa mascherine in tnt chirurgico

"E' doveroso ringraziare il concittadino Donato Pirolo - scrive il Sindaco di Solofra, Michele Vignola, su Facebook - che da giorni si è attivato, con la sua sartoria qui a Solofra, nel produrre delle mascherine artiginali in tnt chirurgico.

Ne riceviamo di nuove ogni giorno anche grazie a Danilo Pecoraro e a Daniele Curcio e tutta la cittadinanza attiva che si è unita in questo bellissimo gesto di solidarietà, tanto utile in questo momento.

Le abbiamo distribuite, secondo necessità, ai Carabinieri, alla Guardia di Finanza, e ad alcuni Operatori Sanitari di Solofra che insieme alla Polizia Municipale e alle Associazioni di Protezione Civile sono impegnate in prima linea sul territorio. Questa è Solofra, mai stanca e sempre determinata a vincere ogni sfida si presenti".

Leggi tutto

Redazione Irno24 28/05/2020

Inquinamento ambientale, denunciati titolari di 5 aziende conciarie di Solofra

Continuano i controlli dei Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino alle aziende del polo conciario di Solofra, finalizzati al contrasto delle potenziali fonti inquinanti del bacino idrografico del fiume Sarno. Solo nel mese di maggio sono stati effettuati 6 controlli. All’esito degli accertamenti effettuati sono state deferite in stato di libertà 5 persone, in qualità di legali rappresentanti di altrettante aziende conciarie, mentre solo due controlli sono risultati conformi. Sono state elevate anche 5 sanzioni amministrative per un importo complessivo di 12.500 euro.

L’attività, eseguita di iniziativa dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) di Avellino, unitamente ai Carabinieri delle Stazioni Forestale di Serino e Forino, ha permesso di accertare l’illecito smaltimento di imballaggi contaminati da sostanze pericolose nonché di contenitori di sostanze chimiche utilizzate per la lavorazione delle pelli.

Oltre alla denuncia, per i titolari di 4 aziende sono scattate sanzioni amministrative per la mancata annotazione dei rifiuti sul registro di carico e scarico. Un analogo illecito smaltimento di rifiuti è stato accertato anche in una quinta azienda dove l’accesso ispettivo ha permesso altresì di rilevare che dal 2018 la stessa società non provvedeva allo smaltimento/recupero di un ingente quantitativo, pari ad oltre 110 metri cubi di rifiuti, in violazione dei limiti temporali e quantitativi previsti dalla legge.

Tali rifiuti, sottoposti a sequestro, risultavano depositati in maniera non omogenea, miscelati tra di loro e senza indicazione del previsto codice C.E.R. (Codice Europeo dei Rifiuti). Anche per l’amministratore di quest’ultima azienda, oltre alla sanzione amministrativa, è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...