Salerno, ai Barbuti la rievocazione dello sbarco degli Alleati

L'evento chiude la storica rassegna teatrale nel cuore della città

Redazione Irno24 08/09/2021 0

Giovedì 9 Settembre alle ore 21, in Largo Santa Maria dei Barbuti, nel centro storico di Salerno, torna il “Salerno Day”. È la decima edizione della manifestazione ideata nel 2012 da Peppe Natella ed Eduardo Scotti per rievocare i fatti storici dello sbarco degli Alleati del 9 settembre 1943, che avviò la campagna per sconfiggere il nazismo e il fascismo in Europa.

Con Andrea Carraro, Claudio Lardo ed Eduardo Scotti parteciperanno al Salerno Day lo storico Francesco Cacciatore e studenti e ricercatori dell'Università di Salerno. Ubaldo Baldi porterà il saluto dell'Associazione Partigiani. Direttore tecnico Raffaele Sguazzo. Il Salerno Day 2021 chiude la XXXVI edizione della rassegna estiva di teatro “Barbuti Festival” (ingresso 10 euro).

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 20/07/2021

"Salerno Jazz & Pop Festival" all'Arena del Mare

Mercoledì 21 luglio, alle 10:30, nella sala giunta del Comune di Salerno, si presenta l’XI edizione del "Salerno Jazz & Pop Festival", organizzato dal Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno con il patrocinio del Comune di Salerno e della Banca Monte Pruno. L’evento, in programma dal 29 al 31 luglio, si terrà all’Arena del Mare di Salerno.

All’incontro interverranno il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli; l’assessore alla Cultura del Comune di Salerno, Antonia Willburger; il presidente del Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci”, Aniello Cerrato; il direttore del Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci”, Fulvio Maffia; il M° Sandro Deidda e il M° Guglielmo Guglielmi del Dipartimento di Musica Jazz e Pop.

Leggi tutto

Redazione Irno24 27/04/2021

Riaprono i Musei provinciali e la mostra "A Sud del Barocco"

In attuazione del Decreto Legge n. 52 del 22 aprile 2021, del D.P.C.M. del 2 marzo 2021 e dell’Ordinanza del Ministero della Salute del 23 aprile 2021, da oggi 27 aprile, la Provincia di Salerno riapre al pubblico i propri Musei a cui sarà possibile accedere regolarmente durante la settimana negli orari e giorni abituali.

"Riapriamo alla cultura - afferma il Presidente Strianese - e vi aspettiamo nei nostri Musei e nelle nostre Biblioteche con il consueto spirito di collaborazione. Sono convinto che il nostro patrimonio culturale ci guiderà in questo complesso momento di ripartenza. Siamo una provincia che vive di turismo e la promozione dei nostri territori, dei nostri beni culturali, sono un volano fondamentale per la ripresa. Ma è necessario rispettare la normativa anti Covid con responsabilità e attenzione.

In merito alla mostra 'A sud del Barocco', attualmente in corso presso la nostra Pinacoteca provinciale, contiamo di prolungarne la durata. Rimarrà aperta durante il mese di maggio e al più presto verrà comunicata una nuova data di chiusura".

Vengono confermati anche i servizi al pubblico delle Biblioteche Provinciali, con le modalità precisate nell'allegato 1 "Accesso e Servizi". Mentre l’accesso al pubblico dei musei provinciali e delle mostre, nei giorni di sabato, domenica ed eventuali giorni festivi di apertura straordinaria, sarà consentita solo su prenotazione (Allegato 2).

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/04/2020

Apertura online della mostra fotografica "Punti di avvistamento"

Da giovedì 23 Aprile apre al pubblico, on-line, la mostra "Punti di avvistamento. Aspetti della fotografia salernitana in un tempo sospeso". La mostra propone gli scatti di 24 fotografi attivi a Salerno e in provincia e che, rispondendo alla necessità di un attento ‘distanziamento sociale’, hanno accolto di ritrovarsi, con il pubblico, in una nuova dimensione del FRaC di Baronissi che trascende dalla geolocalizzazione dei suoi spazi.

In mostra le fotografie, in bianco e nero, di Marilena Abate, Ciro Antinozzi, Giacomo Arguto, Pasquale Armenante, Pietro Avallone, Antonio Caporaso, Giuseppe Casaburi, Romeo Civilli, Enzo D’Antonio, Barbara Di Maio, Aldo Fiorillo, Gianni Grattacaso, Nicola Guarini, Jacopo Naddeo, Gaetano Paraggio, Corradino Pellecchia, Pio Peruzzini, Francesco Rizzo, Enrico Salzano, Valentina Satriano, Antonio Scocozza, Franco Siano, Franco Sortini e Ugo Villani, che hanno accolto l’invito di proporre opere disponibili a nuove connessioni, ponte di un discorso narrativo in fieri.

“Il FRaC – scrive Gianfranco Valiante, Sindaco di Baronissi – è una struttura che da decenni si è fatta riconoscere in campo regionale e, con proiezioni sul piano nazionale, anche se ha chiuso i suoi ‘battenti’ fisici, non ha smesso il suo ruolo di ricerca e promozione degli artisti e delle situazioni vive nell’area provinciale e regionale. Le opere in mostra respirano l’aria dei giorni che viviamo".

"Il titolo potrebbe dar adito a fraintesi - rileva Massimo Bignardi nel testo introduttivo al catalogo pubblicato on-line da Gutenberg Edizioni - alla luce anche del richiamare un ‘tempo’ sospeso, cifra attualissima: esso trae la suggestione dalla teoria di torri costiere, erette in epoca vicereale che, dalle coste del basso Lazio e fino a quelle pugliesi e molisane, circumnavigando la parte bassa della penisola, segnano punti di connessione (collegamento), appunto di avvistamento. Insomma, luoghi dai quali scrutare la retta dell’orizzonte, in attesa di ciò che arriva o potrebbe arrivare dall’esterno, conservando (proteggendo), alle proprie spalle, il mondo noto delle terre protette".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...