Stretta dei Carabinieri sul fiume Sarno per reprimere sversamenti illeciti

Negli ultimi 3 mesi elevate sanzioni per 40mila euro

Redazione Irno24 11/06/2020 0

Nel corso degli ultimi mesi è stata intrapresa dai Carabinieri del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari una complessa campagna di controlli tesi a reprimere fenomeni di abbandono di rifiuti nonché di illeciti sversamenti da parte di imprese operanti nelle aree del Bacino Idrografico del fiume Sarno.

In una prima fase, durante il periodo dell’emergenza sanitaria, a cura dei Carabinieri del NOE di Napoli e Salerno sono stati eseguiti campionamenti delle acque (ante e post quarantena), in differenti punti del fiume - a valle, a monte e intermedio - con la collaborazione dell’ARPAC di Napoli, per analizzare i parametri chimico fisici, batteriologici e la presenza eventuale di fitofarmaci, allo scopo di risalire alle fonti inquinanti e alle attività produttive sulle quali concentrare le verifiche.

Successivamente, l’attività di controllo dei Gruppi Tutela Forestale di Napoli, Avellino e Salerno e del Gruppo per la Tutela Ambientale di Napoli con i dipendenti Nuclei Operativi Ecologici di Napoli e Salerno, si è sviluppata principalmente in due fasi: a) censimento delle 247 principali attività produttive, suddivise per tipologia, presenti nei territori attraversati dal fiume Sarno e suoi tributari (torrenti Solofrana e Cavaiola); b) controllo dei principali impianti produttivi potenzialmente impattanti sullo stato delle acque.

Gli accertamenti condotti hanno permesso di constatare che le probabili cause di inquinamento possono essere ricondotte a: scarichi di reflui industriali (prevalentemente conciari per quanto attiene al torrente Solofrana e da industrie conserviere per quanto attiene al Sarno) effettuati illegalmente da aziende che approfittano delle avverse condizioni meteo per evacuare i propri reflui industriali;

scarichi di acque meteoriche di dilavamento, provenienti dai piazzali esterni delle attività conciarie ed industriali in genere, interessati dallo stoccaggio di rifiuti speciali e/o dal deposito di materiali contaminati; scarico di reflui della rete fognaria, costituiti dal “troppo pieno” a servizio della rete stessa e/o addirittura da interi tronchi di rete fognaria non collettati ad alcun impianto di depurazione.

Complessivamente nel corso dei mesi di marzo, aprile e maggio 2020 i Carabinieri dei citati reparti appartenenti alla Regione Carabinieri forestale “Campania” e al Gruppo Tutela Ambientale di Napoli, nell’area del bacino del fiume Sarno (province di Napoli, Salerno e Avellino), hanno controllato 87 attività produttive, sequestrato 12 scarichi abusivi, denunciato all’Autorità Giudiziaria 48 persone, elevato 5 sanzioni amministrative per un importo pari a circa 40.000 euro.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 19/04/2020

Vignola: "Distretto conciario di Solofra ha vitale necessità di ripartire entro il 27 Aprile"

Il Sindaco di Solofra, Michele Vignola, scrive al premier Conte e al Governatore della Campania, De Luca: "Il Covid-19 ha sconvolto gli equilibri mondiali in ogni settore produttivo, nulla sarà più come prima e per ripartire dovremo rispondere ad inattese esigenze.

Il Distretto conciario di Solofra ha vitale necessità di ripartire entro il 27 Aprile 2020 per preparare le campionature dei prodotti da presentare sui mercati internazionali della filiera della moda in pelle, una delle grandi eccellenze del made in Italy. Naturalmente, la ripresa non avverrà a pieno regime ma in misura ridotta, per garantire il rispetto di rigorosi protocolli di sicurezza e distanziamento sociale". Questo uno stralcio della missiva.

IL TESTO COMPLETO

Leggi tutto

Redazione Irno24 26/10/2020

Ripresi a Solofra i lavori in via De Stefano, completamento il 20 Novembre

Sono ripresi oggi, a Solofra, i lavori sulla Via Felice De Stefano, con termine previsto il 20 Novembre. Per tale ragione si procederà alla chiusura al traffico veicolare sulla suddetta strada a partire dall'area di intersezione con Via A. Landolfi e Via Lavinaio, fino all'altezza dell'ingresso che conduce all'area condominiale Piazzetta De Piano, tutti i giorni e per l'intera giornata, per tutta la durata dei lavori al fine di realizzare le opere programmate.

IL DISPOSITIVO INTEGRALE

Leggi tutto

Redazione Irno24 03/01/2022

Solofra, 20enne in arresto per maltrattamenti ai genitori

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Solofra hanno tratto in arresto un ventenne del posto, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Avellino, su richiesta della Procura della Repubblica, per il reato di “maltrattamenti contro familiari o conviventi” commesso nei confronti dei genitori.

Gli elementi raccolti dai Carabinieri hanno tracciato a carico dell’indagato un quadro indiziario che, riferito senza ritardo all’Autorità Giudiziaria, ha consentito l’emissione del citato provvedimento.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...