Da Baronissi ricordano: "Guanti e mascherine nell'indifferenziato, non abbandonati a terra"

I dispositivi sanitari sono resistenti e potrebbero durare nell'ambiente decine di anni

Redazione Irno24 26/05/2020 0

Guanti e mascherine - scrive il Comune di Baronissi - devono essere conferiti nel rifiuto secco indifferenziato. Si raccomanda di evitarne l’abbandono a terra, perché i dispositivi sanitari sono molto resistenti e potrebbero durare nell'ambiente decine di anni. Si ricorda inoltre - conclude la nota - che è vietato l'utilizzo del sacco nero. Previste sanzioni.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 10/08/2020

Valiante: "L'ufficio postale di Acquamela non chiuderà"

Il sindaco di Baronissi Valiante rassicura i cittadini circa una pavimentata chiusura dell’ufficio postale di Acquamela. “Dopo la sottoscrizione ricevuta da cittadini preoccupati ho avuto un fitto colloquio con i vertici di Poste Italiane che mi hanno smentito ipotesi di chiusura”.

L’Amministrazione comunale dice comunque “no” anche a previste sperimentazioni circa la chiusura di uno dei due sportelli dell’ufficio. L’ufficio sarebbe oggetto, dal 15 ottobre prossimo, di una riorganizzazione sperimentale che coinvolge svariate sedi in tutta Italia: l’ufficio dovrebbe avere un solo operatore a fronte dei due attuali.

Il sindaco Valiante questa mattina ha avuto un confronto telefonico con i vertici di Poste: “Non ci sarà alcuna chiusura – chiarisce Valiante – ma metteremo in campo ogni forma di azione condivisa con i cittadini, al fine di impedire questa razionalizzazione che rappresenta un danno per un servizio essenziale del territorio. La scelta di ridimensionare l’ufficio postale di Acquamela corrisponde esclusivamente a scelte ragionieristiche che non condividiamo e che i numeri non giustificano.

Se vi è stato un calo di operazioni alle Poste di Acquamela e’ stato determinato esclusivamente dall’azienda Poste che non sempre ha tenuto aperti gli sportelli per carenza di personale. Un solo operatore creerebbe disagi in una realtà che raccoglie cittadini delle frazioni Acquamela, Aiello ed anche del comune di Pellezzano oltre che tutti gli utenti di passaggio da Baronissi a causa del sistematico collassamento dell’ufficio centrale già per se insufficiente e critico. Chiederemo ai Vertici regionali di Poste Italiane incontro per dimostrare le nostre ragioni”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 05/01/2021

Baronissi, completamente riqualificata anche la scuola Cosimato

"Dopo tre giorni dalla consegna della Scuola di Aiello, questa mattina abbiamo consegnato alla Dirigente Scolastica, prof.ssa Paola Rosapepe, anche la Scuola Cosimato". Lo fa sapere il sindaco Valiante. "Anche la Scuola di Baronissi capoluogo è stata completamente riqualificata, adeguata alla vigente normativa antisismica e provvista di efficientamento energetico.

I lavori hanno riguardato il rafforzamento strutturale dell’immobile. Nuovi impianti elettrici, idrici, termoidraulici, nuovi pavimenti, infissi interni ed esterni. Consegniamo agli alunni, alle docenti, agli operatori scolastici una scuola più sicura, più funzionale, più vivibile e più attraente.

Un investimento atteso da tanti anni, una data importante per la Scuola e per tutta la città. Tutto pronto per riprendere finalmente le lezioni in presenza fin dal prossimo 11 gennaio".

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/06/2020

Baronissi, anfiteatro comunale gratuito per gli operatori culturali

L'amministrazione comunale di Baronissi mette gratuitamente a disposizione l'Anfiteatro “Pino Daniele” per tutti gli operatori culturali (cinema, musica, lirica, danza, teatro, laboratori, multimedialità) dal 4 luglio al 27 settembre 2020. La giunta comunale ha deciso di dare un sostegno concreto tutti gli operatori culturali alle prese con la grave emergenza Covid-19.

Le richieste dovranno essere inviate esclusivamente all’indirizzo prot.comune.baronissi.sa@pec.it entro e non oltre le ore 12 del 30 giugno 2020. Eventuali domande pervenute oltre tale data saranno valutate solo in caso di disponibilità della struttura. I soggetti richiedenti dovranno specificare nel dettaglio il programma (con annessa scheda tecnica) che intendono presentare e indicare il periodo nel quale hanno intenzione di svolgere l’evento.

Si precisa che sarà a carico degli organizzatori il rispetto delle misure anti-Covid e in particolare il controllo sul numero degli spettatori che possono accedere all’Anfiteatro, la sanificazione al termine degli spettacoli e l’assunzione della responsabilità civile verso terzi. Nell’ipotesi che gli operatori culturali richiedano l’Anfiteatro nella medesima data si terrà conto dell’ordine di presentazione delle richieste.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...