Straniero aggredisce verificatrici su bus della linea Salerno-Napoli

L'ira della Filt Cgil: "Immediata convocazione di un tavolo congiunto con tutti gli attori istituzionali"

Redazione Irno24 09/05/2024 0

Ieri pomeriggio, due verificatrici sono state aggredite da uno straniero su un bus Sita Sud che copriva la tratta Salerno-Napoli. Lo denunciano i vertici del sindacato Filt Cgil. La richiesta del biglietto ha innescato la reazione dell'uomo. "Il peggio - spiega il sindacato - è stato evitato grazie alla professionalità delle colleghe. Questo episodio si aggiunge a una serie di aggressioni che hanno visto come vittime il personale delle aziende di trasporto pubblico locale.

Pertanto, esprimendo piena solidarietà alle due lavoratrici, chiediamo l’immediata convocazione di un tavolo congiunto con tutti gli attori istituzionali coinvolti, al fine di trovare soluzioni idonee per ripristinare condizioni di sicurezza adeguate".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 29/07/2021

Osservatorio CRIF, in Campania la maggior incidenza di frodi creditizie

Le frodi creditizie realizzate mediante furto di identità continuano ad avere un impatto non trascurabile sulle famiglie italiane, con il conseguente utilizzo illecito dei dati personali e finanziari altrui per ottenere credito o acquisire beni, e con l’intenzione premeditata di non rimborsare il finanziamento e non pagare il bene.

L’ultimo aggiornamento dell’Osservatorio sulle Frodi Creditizie e i furti di identità realizzato da CRIF-MisterCredit evidenzia che nel 2020 in Italia i casi rilevati siano stati oltre 21.800 per un danno stimato che sfiora i 125 milioni di Euro. Rispetto all’anno precedente il numero di frodi risulta in netto calo (-32,4%) rispecchiando la contrazione delle erogazioni di credito alle famiglie dovuto all’emergenza sanitaria.

Al contempo, però, è decisamente aumentato l’importo medio frodato (+21,8%), attestatosi a circa 5.650 Euro, a dimostrazione dell’efficienza delle organizzazioni criminali. Anche nell’ultimo anno il maggior numero di casi rilevati si concentra su importi al di sotto dei 3.000 Euro, in virtù della preponderanza delle frodi su operazioni di credito al consumo perpetrate presso le catene di distribuzione. La loro incidenza sul totale è però sensibilmente diminuita in favore dei casi di importo più elevato.

Nello specifico, sono aumentati notevolmente i casi di frode con importo tra i 10.000 e i 20.000 euro, che passano dal 10,1% del 2019 all’11,1% del totale nel 2020, e quelli oltre i 20.000 euro, che arrivano a toccare il 13,5% (+68,9% rispetto alla precedente rilevazione).

Entrando nel dettaglio dei beni e servizi acquistati con un prestito finalizzato ottenuto in modo fraudolento, quasi un terzo dei casi ha per oggetto elettrodomestici ma una quota significativa ha riguardato anche i comparti auto-moto (12,5% del totale), elettronica, informatica e telefonia (9,7%) e arredamento (7,9%). Dall’ultimo aggiornamento dell’Osservatorio CRIF-Mister Credit emerge che, ancora una volta, la maggioranza delle vittime sono uomini (61,8% dei casi).

Riguardo le regioni in cui sono state rilevate le frodi, la ripartizione dei casi mostra una maggiore incidenza in Campania (con un peso del 13,1% sul totale) seppur a fronte di una contrazione dei casi rilevati pari a -9,3%, che viene appaiata dalla Lombardia (anch’essa al 13,1%) in virtù di un incremento del +3,7%.

Leggi tutto

Redazione Irno24 13/07/2023

"La leggenda di Porta Ovest", nota stampa di cinque consiglieri salernitani

"Da diversi giorni, grazie alle immagini rese disponibili dalla stampa, si è ripreso a discutere di Porta Ovest e dello stazionamento di centinaia di container nella zona antistante la cava del Cernicchiara. L'assessore Brigante ha tenuto a chiarire in commissione urbanistica che, al momento, non vi è nessun progetto che destini quell'area a retroporto e che il progetto esecutivo, che è in fase di definizione, restringe il progetto iniziale all'area delle gallerie e dello snodo viario che dovrebbe consentirne l'utilizzazione.

Atteso che l’ubicazione del porto è assolutamente infelice e che non potrà avere pieno sviluppo, e comporterà problemi di mobilità insolvibili, si tratta ora di comprendere quali possano essere le soluzioni più efficaci e veloci per dare risposte alle necessità di mobilità ordinaria dei cittadini salernitani. La domanda che ci poniamo è se la cosiddetta Porta Ovest, con le opere collegate, possa portare un reale beneficio per la mobilità cittadina.

Infatti, al di là delle frasi di circostanza rispetto alla straordinaria grandezza dell'opera dal punto di vista ingegneristico, ci chiediamo se e quali studi scientifici siano stati effettuati per poter sostenere che l'apertura delle gallerie di Porta Ovest, e la costruzione della fantasmagorica rotatoria sospesa sul vallone del Cernicchiara, possa davvero decongestionare il traffico.

Ci chiediamo, una volta che quest'opera sia realizzata (e non sappiamo quando, visto che non è ancora dato sapere nulla sull'attuale progetto esecutivo), con quale velocità i tir provenienti dalla galleria e quelli provenienti dalle autostrade attraverseranno la mirabolante rotatoria, creando colonne chilometriche che andrebbero ad ingorgare gli ingressi e le uscite delle autostrade.

La città e i cittadini dovranno subire quel groviglio inguardabile solo perché si è scelto, ancora una volta, di investire decine di milioni di euro su un porto che, per la sua collocazione, è privo della possibilità di espandersi ulteriormente e che sarebbe stato più facile e più economico delocalizzare. E, ancora, ci chiediamo: il fatto che l'opera che doveva costare 28 milioni, ed ora ne costerà 52, è solo un dettaglio o qualcuno dovrà rispondere almeno degli errori di calcolo nella progettazione iniziale? Infine, ci chiediamo se, in attesa del paradiso e della vita eterna, i cittadini abbiano diritto di vivere dignitosamente.

Chiediamo pertanto di regolamentare il passaggio dei tir sul viadotto Gatto, individuando le fasce orarie utili (possibilmente di notte e in orari morti della giornata), e la sospensione assoluta di tale passaggio nel fine settimana, così come avviene sulle autostrade di tutto il territorio nazionale. Infine, rispetto alla cava del Cernicchiara, acquistata dal gruppo Marinelli nel 1986, che gode di una concessione che consente di estrarre 2 milioni di metri cubi di materiale, ci chiediamo: l'estrazione di tali quantità di materiali è compatibile con la sopravvivenza del monte stesso e perché attualmente ne è stata spianata la cresta? Il progetto di riqualificazione a chi è stato affidato? E quando? E perché al posto della riqualificazione dell'area lo spazio è attualmente utilizzato come retroporto per lo stazionamento dei container?

Su tali questioni abbiamo rilevato l’attenzione e la sensibilità dell’assessore Brigante, che ha manifestato le sue perplessità sul progetto di viabilità collegata alle gallerie. Vigileremo sugli sviluppi progettuali e sull’esecuzione dei lavori, perché siano tutelati gli interessi della maggioranza dei cittadini e non quelli di singoli operatori economici, ricordando che il progetto di Porta Ovest, e della viabilità ad esso collegata, gode dei finanziamenti PNRR e che l’attuale progetto appare incoerente con gli obiettivi di "conversione ecologica" che tali piani dovrebbero perseguire".

Nota stampa a firma dei consiglieri comunali salernitani Elisabetta Barone, Catello Lambiase, Corrado Naddeo, Claudia Pecoraro, Corrado Pessolano

Leggi tutto

Redazione Irno24 14/03/2023

Salerno, Generale Rispoli visita Comando Provinciale Carabinieri

Nella mattinata odierna, il Gen. C.A. Andrea RISPOLI, Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, con sede a Napoli, si è recato in visita a Salerno, dove è stato accolto dal Comandante Provinciale, Col. Filippo MELCHIORRE, e da una rappresentanza di tutti i Carabinieri della Provincia.

Dopo la resa degli onori militari, presso la Caserma “Car. Claudio PEZZUTO e Car. Fortunato ARENA”, Medaglie d’Oro al Valor Militare “alla memoria”, il Gen. RISPOLI ha salutato una rappresentanza del personale dell’Arma Territoriale e dei Reparti di Specialità della Provincia, alla presenza di una delegazione della Rappresentanza militare e dell’Associazione Nazionale Carabinieri e Forestali in congedo.

Il Comandante Interregionale, rivolgendo un sentito ringraziamento per quanto quotidianamente svolto, si è soffermato sui valori di fedeltà, giustizia e abnegazione che devono guidare tutti i Carabinieri, chiamati ad affrontare nuove sfide per tutelare il diritto alla sicurezza di ogni cittadino, assicurando il pieno impegno per garantire prossimità e rassicurazione sociale.

Il Generale RISPOLI ha quindi fatto visita al Prefetto di Salerno, Dott. Francesco RUSSO, al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, Dott. Giuseppe BORRELLI, al Presidente del Tribunale di Salerno, Dott. Giuseppe CIAMPA, e all’Arcivescovo Metropolita di Salerno, Monsignor Andrea BELLANDI.

Nell’ambito della visita, il Comandante ha incontrato i familiari dei militari dell’Arma decorati di Medaglia d’Oro al Valore Militare e Civile residenti nella provincia di Salerno, in segno di vicinanza alle famiglie dei Carabinieri che, nel corso del servizio, hanno sacrificato la propria vita per il bene della collettività.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...